MEGLIO DI MAX Complici le follie di Max Verstappen in Messico, Alexander Albon ha chiuso davanti al compagno di squadra anche nell'ultimo gran premio. Scriviamo "anche" perché, abbastanza sorprendentemente, il rookie anglo-thailandese ha chiuso in una posizione migliore del più quotato olandese in quattro delle sei gare disputate da pilota della Red Bull. Il bilancio dei punti dall'appuntamento di Spa a quello di Città del Messico recita un netto 58 a 39 per Albon. 

F1 GP Messico 2019, Città del Messico: Alexander Albon (Red Bull) in terza posizione dopo il via

RENDIMENTO LINEARE Una statistica senz'altro condizionata dai ritiri di Verstappen in Belgio e Giappone per via degli incidenti nel primo giro avuti con Kimi Raikkonen e Charles Leclerc, nonché dalla netta superiorità della Red Bull sulla maggior parte dei team sulla griglia di partenza che rende abbastanza semplice conquistare quantomeno il sesto posto, ma che mette in evidenza anche la buona costanza di rendimento di Albon, bravo a non commettere gli errori (perlomeno in gara, dato che qualche botto nelle libere lo ha fatto) che sono costati in precedenza la bocciatura a Pierre Gasly, retrocesso in Toro Rosso durante la sosta estiva. Questa la sua sequenza di piazzamenti, alla quale è mancato solo l'exploit in grado di portarlo sul podio: 5°, 6°, 6°, 5°, 4°, 5°.

CONTESA 2020 La Red Bull non ha ancora deciso chi sarà il compagno di squadra di Verstappen nella prossima stagione. La contesa sembra ristetta ad Albon e Daniil Kvyat, con i vertici del team austriaco che hanno confermato di voler proseguire nella politica di schierare solo piloti cresciuti nel proprio vivaio. Una decisione ribadita anche per allontanare le voci di un possibile approdo di Nico Hulkenberg al fianco dell'olandese. Il tedesco, rimasto appiedato dopo la decisione della Renault di ingaggiare Esteban Ocon per la prossima stagione, si trova con ben poche alternative tra le mani per restare in F1. Di sedili vacanti, almeno sulla carta, per il 2020 ne restano appunto in Red Bull, Toro Rosso, Alfa Romeo e Williams.

F1 GP Belgio 2019, Spa: Nico Hulkenberg (Renault)

L'ESPERIENZA DI HULK La Red Bull, confinata nuovamente al ruolo di terzo incomodo tra Ferrari e Mercedes dopo gli exploit nei gran premi estivi che hanno portato Verstappen a vincere in Austria e Germania, potrebbe volere qualcosa di più di un pilota in grado di svolgere il compitino come sta facendo Albon. Hulkenberg, nove stagioni in F1 e un successo nella 24 Ore di Le Mans, porterebbe grande esperienza e motivazioni nel box, come mostrato anche quest'anno nel confronto diretto con Daniel Ricciardo, attualmente leggermente a vantaggio dell'australiano per 38 a 35. Il giornalista olandese Jack Plooij è sicuro che sarà il tedesco il prossimo compagno di squadra del suo connazionale Verstappen: "Le voci che dicono che Hulkenberg sarà il nuovo compagno di squadra di Verstappen il prossimo anno sono in crescita. Tutti stanno dicendo che Albon sta andando bene, ma se vuoi diventare campione del mondo, allora devi fare molto meglio e più punti del tuo compagno di squadra, specie quando commette errori. Per questo motivo, la Red Bull sta pensando di mettere un pilota più esperto a fianco di Verstappen".


TAGS: renault alfa romeo williams formula 1 red bull f1 toro rosso kvyat verstappen gasly f1 2019 Albon Hulkenberg