Pubblicato il 30/01/2014 ore 11:00

AIUTO INTEGRALE Era il 1954 quando la Casa fornì alla Croce Rossa britannica un Defender da utilizzare come dispensario mobile, il primo di una serie di fuoristrada Land Rover destinati a fare del bene. Col tempo ne sono transitati 119 in tutto il mondo, prestati o ceduti nell’ambito di operazioni benefiche. La storia continua oggi con il rinnovo dell’accordo fra Land Rover e CRI (Croce Rossa Italiana) nel progetto “Le Strade della Solidarietà”: altri cinque anni in cui i volontari potranno contare sul supporto dei Freelander per soccorrere i clochard di Milano e Roma.

COSTRUIRE NUOVE STRADE Roma e Milano sono le città pilota di un’azione che, in un futuro prossimo, punta ad estendersi anche in città come Torino, Bologna, Napoli e Catania. Land Rover fornirà i mezzi ai volontari della CRI per distribuire generi alimentari e conforto a centinaia di senza tetto, una categoria sociale – purtroppo – sempre più numerosa a causa della crisi economica. Trattasi di un’operazione a 360 gradi: dispensare generi di prima necessità, ma anche assistenza medica e sostegno psicologico. A tal proposito verranno istruiti nuovi formatori dedicati e verrà reclutato un numero sempre maggiore di volontari impegnati a fornire un aiuto diretto a chi vive senza fissa dimora.  


TAGS: land rover cri le strade della solidarietà