BMW spende 1 miliardo di euro per fabbrica motori elettrici
Tecnologia

BMW punta sul movimento elettrico: un miliardo di euro da oggi al 2030


Avatar di Alessandro Perelli , il 22/06/22

2 settimane fa - La casa tedesca converte una fabbrica per la produzione di motori EV

Un investimento a nove zeri distribuito in otto anni per farsi trovare pronti all'aumento della domanda di automobili a batterie

BMW SI PREPARA ALLA TRANSIZIONE Elettricità unica strada per la mobilità sostenibile? A quanto pare si, visto che l’Unione Europea ha emesso il suo verdetto e dal 2035 impone lo switch-off per i motori endotermici. E i costruttori non possono fare altro che adeguarsi, credendo – chi più, chi meno – a questo cambio epocale. BMW sembra essere uno dei costruttori più vivaci nell’ambito dell’elettrificazione e propone in gamma già numerosi modelli a zero emissioni, ma la domanda si alzerà inevitabilmente e per non farsi trovare impreparata è già all’opera in ottica futura. Infatti, è di poche ore fa la notizia che investirà circa 1 miliardo di euro da qui al 2030 per trasformare la sua fabbrica di Steyr, in Austria, in un sito per la produzione e lo sviluppo dei suoi motori elettrici di prossima generazione.

BMW investe nell'elettricità: il sito produttivo austriaco di Steyr BMW investe nell'elettricità: il sito produttivo austriaco di SteyrUNA FABBRICA CONVERTITA ALL’ELETTRICO Di fatto, la struttura è operativa da più di 40 anni e oggi, in tutto il mondo, un veicolo su due del Gruppo tedesco ha un propulsore costruito in quello stabilimento. Nel convertirlo alla produzione di unità elettriche, la Casa di Monaco realizzerà un nuovo laboratorio di produzione su due piani per ospitare due linee di assemblaggio di motori e trasmissioni, oltre ad altri componenti elettronici. Un secondo nuovo edificio amplierà anche le aree logistiche del sito e gli aggiornamenti estenderanno l'area di produzione totale di circa 60.000 metri quadrati con un costo di circa 710 milioni di euro. I propulsori elettrici di prossima generazione da produrre presso la fabbrica di Steyr saranno sviluppati interamente in loco, con un investimento aggiuntivo di 230 milioni di euro.

VEDI ANCHE



BMW investe nell'elettricità: il SUV iX, punta di diamante della gamma BEV di Monaco BMW investe nell'elettricità: il SUV iX, punta di diamante della gamma BEV di MonacoOCCASIONE PER IL TERRITORIO E L’INDOTTO “L'industria manifatturiera è un partner importante quando si tratta di rafforzare l'Austria come centro commerciale, creare posti di lavoro e promuovere l'innovazione”, ha affermato il cancelliere austriaco Karl Nehammer in occasione dell’evento che ha celebrato l'annuncio. E ha concluso: “È un fattore abilitante per una lotta efficace e di successo sostenibile contro il cambiamento climatico. Sotto tutti questi aspetti, il BMW Group in Austria è già oggi un'azienda modello. Funziona come un potente motore per un futuro sostenibile per il nostro Paese, dimostrando ancora una volta che la protezione del clima e la crescita economica non sono contraddittorie, ma possono andare insieme”. Complessivamente, BMW produrrà più di 600.000 motori elettrici in quella fabbrica ogni anno, pur mantenendo la produzione di motori diesel e benzina. Circa la metà dei 4.400 dipendenti del sito lavorerà sulla mobilità EV entro il 2030. La fabbrica userà anche il 100% del proprio fabbisogno energetico da fonti rinnovabili entro tre anni da oggi attraverso l'uso di energia verde e calore dalla biomassa regionale. Un passo importante verso la sostenibilità fortemente voluta dalla Comunità Europea.


Pubblicato da Alessandro Perelli, 22/06/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox