Autore:
Lorenzo Centenari

E LA POLIZZA VA GIÙ Buone notizie, il borsino delle assicurazioni mostra come i prezzi RC Auto, a dicembre, siano scesi. 562,87 euro il premio annuo medio calcolato dall'osservatorio del portale Facile.it, il 2,8% in meno rispetto al mese precedente. Peccato non poterne approfittare, non se prima della scadenza del contratto avete provocato un sinistro stradale. La compagnia vi scalerà due classi di merito, e pagherete una somma superiore. Se appartenete alla categoria degli "incidentati", sappiate tuttavia che non siete soli. Gli italiani che nel 2017 sono stati responsabili di almeno un incidente sono 1,6 milioni, ovvero circa il 4,2% degli utenti complessivi.

UMBRIA MAGLIA NERA Proprio il comparatore online Facile.it ha sviscerato le statistiche RC Auto relative all'anno passato, registrando come un automobilista su 20, o quasi, negli ultimi 12 mesi si sarebbe reso protagonista di un sinistro, assumendosene la colpa. La quota di conducenti maldestri (o semplicemente, trascurati dalla Dea bendata) oscilla poi a seconda delle regioni. Il primato spetta all'Umbria, territorio nel quale il 6,22% degli assicurati vedrà il premio 2018 lievitare causa incidente. Seguono Liguria (5,67%) e Toscana (5,48%). Le regioni che ospitano gli utenti della strada più virtuosi (almeno al netto di eventuali escamotage assicurativi...) sono invece il Molise (solo l’1,53% di automobilisti "declassati"), la Calabria (1,66%) e la Puglia (2,45%). 

PRETI OK, MEDICI KO Snocciolando i dati RC Auto, una differenza separa inoltre gli automobilisti dei due sessi: sarà il 4,77% delle guidatrici donne, a vedere un aumento della propria classe di merito, mentre tra gli uomini la percentuale si ferma al 3,89%. Risparmiatevi commenti maschilisti, please. Dati interessanti emergono anche esaminando le professioni: medici, infermieri e operatori sanitari sarebbero la categorie che in misura maggiore denunciano sinistri con colpa. In particolare, il 5,03% degli assicurati con camice bianco vedrà peggiorare il proprio CU. Distratti, indisciplinati, oppure solamente sfortunati, anche pensionati (4,99%) ed insegnanti (4,98%). Al contrario, i membri delle forze dell’ordine (2,79%) avrebbero tenuto nel 2017 un comportamento esemplare. Idem gli ecclesiastici (2,58%). Vuoi vedere che a pregare tutti i giorni...  


TAGS: assicurazione auto assicurazione classe di merito assicurazioni auto economiche assicurazioni auto on line rc auto cos'è segugio assicurazioni auto segugio.it assicurazione auto preventivo assicurazione auto scaduta assicurazioni auto online facile.it assicurazione auto preventivo rc auto sinistri rc auto premio polizza rc auto tacito rinnovo rc auto prezzi rc auto incidente