Autore:
Massimo Grassi

SPIN OFF Non si placano le voci riguardanti FCA e il futuro dei suoi brand. Questa volta tocca ad Alfa Romeo, Maserati e tutte le attività nel mondo dei componenti che, secondo voci raccolte da Bloomberg, potrebbero essere scorporate dal gruppo. Tale operazione permetterebbe a FCA di focalizzarsi su auto di mass market, aumentando così le possibilità di collaborazioni con case concorrenti.

ALTO VALORE Secondo gli analisti il valore dei brand di lusso di proprietà FCA sfiorerebbe i 7 miliari di euro, cui si aggiungerebbero i 5 miliardi di valore di Magneti Marelli, Comau e Teksid. Per ora ancora nulla è stato deciso e in FCA le bocche sono cucite. Sempre secondo Bloomberg però una decisione definitiva non arriverà prima del 2018. Che si tratti di una mossa per far rimanere Alfa Romeo e Maserati brand 100% italiani?

AMMICCAMENTI CINESI Non si placano infatti le voci riguardanti interessi da parte di Great Wall nei confronti di tutto il gruppo FCA, in particolar modo per Jeep, ritenuto (anche) un ottimo modo per aprirsi un strada nel mercato statunitense. Per ora non ci sono trattative in corso e in una breve nota Fiat – Chrysler ha dichiarato di non aver mai parlato con i cinesi. Quello che è certo è che gli ultimi mesi di Sergio Marchionne alla guida del gruppo che lui stesso ha collaborato a creare saranno davvero pieni. 


TAGS: alfa romeo maserati fca