Autore:
Massimo Grassi

DAL GRANDE AL PICCOLO L’opera di ringiovanimento di Volvo è partita dall’alto con la nuova XC90, seguita dalla berlina S90 e dalla sua versione station V90. Nuovo design, nuove tecnologie e nuovi motori che ora prendono posto anche a bordo della nuova Volvo XC60, presentata allo scorso Salone di Ginevra. Dalle ammiraglie quindi si è scesi al segmento D, per giocarsela ad armi pari con Audi Q5, BMW X3, Mercedes GLC e Alfa Romeo Stelvio. E dopo? Dopo sarà il turno della compatta V40, con la sua versione suvvizzata XC40 per arrivare poi all’inedita piccola Serie 20.

PAROLA DEL BOSS A riportare la notizia sono stati i colleghi Car and Driver che hanno intervistato Lex Kerssemakers, presidente della divisione statunitense di Volvo. “È abbastanza chiaro: la 90 è la più grande e la 40 la più piccola. Poi, quando arriverà la Serie 20, sarà ancora più piccola”. La nuova Volvo Serie 20 dovrebbe misurare quindi circa 4 metri e inserirsi quindi nel segmento B.

NIENTE STATION Sempre stando alle parole di Kerssemakers la nuova piccola di casa Volvo sarà proposta in versione berlina e nell’immancabile veste di SUV. Niente versione station wagon, tipologia di carrozzeria che (secondo Volvo) funziona unicamente su auto più grandi. Il suo nome sarà Volvo XC20 e si metterà in diretta concorrenza con, tra le altre, l’Audi Q2. Dalla sua il SUV svedese avrà classiche motorizzazioni benzina e gasolio affiancate da versione ibride, perché no, anche 100% elettriche. Alla base infatti ci dovrebbe essere la piattaforma modulare CMA (la stessa della nuova V40) che verrà utilizzata dalla Casa svedese e da Geely (colosso cinese proprietario di Volvo) per produrre i propri modelli a emissioni zero a partire dal 2019.

 


TAGS: volvo Volvo XC20 Volvo Serie 20