Pubblicato il 03/04/20

LA NUOVA VOLKSWAGEN TIGUAN PHEV 2021

LANCIO CONFERMATO Da Wolfsburg arriva la conferma, entro fine 2020 vedremo debuttare la nuova Volkswagen Tiguan fresca di facelift. E già dall'inizio del 2021 la versione ibrida plug-in del SUV di medie dimensioni affiancherà le altre ricaricabili del marchio: la Passat GTE che abbiamo provato di recente, la Golf GTE e la Touareg R da 462 CV. La denominazione più probabile è Volkswagen Tiguan GTE ed è certo che, nonostante il precedente della Touareg R, l'ibrida rcaricabile sarà un modello distinto dalla Volkswagen Tiguan R.

SOLO COINCIDENZE? Il dubbio che GTE e R potessero essere la stessa macchina ci era venuto allorché i nostri 007 avevano catturato le prime foto spia di una Tiguan con quattro tubi di scarico: un particolare che identificava chiaramente la Tiguan R. Ma un altro dettaglio non tornava: il prototipo delle foto aveva pinze freno di colore blu, come la Passat GTE (foto più in basso): un depistaggio? Una coincidenza? Oppure l'indizio che R e GTE erano la stessa macchina?

LA R È LA R Le ultime informazioni di cui siamo entrati in possesso fugano ogni dubbio e danno per certo il contrario: Volkswagen Tiguan plug-in hybrid e Tiguan R viaggiano su binari ben distinti e faranno entrambe la loro comparsa nei listini del marchio nel corso del prossimo anno. Per il modello più sportivo non abbiamo aggiornamenti e in attesa di conferme o smentite ufficiali restano valide le ipotesi formulate in occasione dell'anteprima sulla Tiguan R, secondo cui, sotto al cofano, ci si potrebbe aspettare un 2,0 litri a benzina da 300 CV e 410 Nm. Ma come sarà fatta la Tiguan GTE plug-in hybrid?

Volkswagen Tiguan R 2020: visuale laterale

LA SCHEDA TECNICA PRESUNTA Ancora non ci sono informazioni ufficiali rigaurdo alle prestazioni. Si sa però che la nuova arrivata condividerà la piattaforma MQB della Skoda Octavia RS 2020 e potrebbe quindi ereditarne anche il motore. Se così fosse, sotto al cofano della Tiguan troveremmo il quattro cilindri a benzina TSI da 1,4 litri e 150 CV accoppiato a un motore elettrico da 115 CV, a dare 245 CV e 400 Nm di coppia complessivi.

UNA STIMA DELLE PRESTAZIONI Con queste credenziali e al netto della maggiore sezione frontale rispetto alla Octavia RS, stimiamo che la velocità massima potrebbe essere di circa 220 km/h e per lo sprint da 0 a 100 km/h potrebbero bastare 7,5 secondi. La batteria agli ioni di litio sarebbe da 13 kWh, per un'autonomia nella guida a emissioni zero non lontana dai 60 km.

DIMENSIONI E BAGAGLIAIO Le dimensioni della Tiguan (ora di 4,49 x 1,84 x 1,63 m) dovrebbero consentire una disposizione efficace e razionale della meccanica - la batteria in primis - con minime o nulle ricadute sulla praticità: non ci si aspettano cambiamenti nell'abitabilità degli interni ed è molto probabile che anche l'attuale capacità del bagagliaio rimanga inalterata (da 520 a 615 litri con il divanetto posteriore scorrevole e fino a 1.655 litri abbattendo gli schienali dei sedili posteriori).

IPOTESI SUL PREZZO Nessuna indicazione ufficiale riguardo al prezzo, ma è indubbio che la GTE è destinata a posizionarsi ai vertici della gamma Tiguan, che al momento vedono svettare la 2.0 BiTDI a gasolio da 239 cavalli e oltre 50.000 euro. Non è difficile immaginare per la plug-in hybrid un listino che le si avvicini, mentre la tiguan R dovrebbe posizionarsi ancora un gradino più in alto.


TAGS: volkswagen plug-in hybrid tiguan volkswagen tiguan gte suv plug in auto plugin