Tesla Cybertruck: Elon Musk rinvia al 2023 il suo futuristico pick-up elettrico
Ritardi

Tesla, tutti i nuovi modelli (Cybertruck compreso) rinviati al 2023


Avatar di Claudio Todeschini , il 27/01/22

4 mesi fa - Tesla Cybertruck: Elon Musk rinvia al 2023 il suo futuristico pick-up elettrico

A darne conferma è lo stesso Elon Musk, che rimanda (a tempo indefinito) anche il nuovo SUV elettrico compatto da 25.000 dollari

C’era il sentore che qualcosa non stesse andando per il verso giusto... Se i giorni della figuraccia del vetro anti-proiettile del Cybertruck sono davvero lontani che quasi non ce li ricordiamo più, all’inizio dell’anno c’è stato il primo indizio rivelatore, la rimozione di qualsiasi riferimento al 2022 sul sito ufficiale dedicato al futuristico pick-up elettrico.

Tesla Cybertruck rinviato al 2023: i vetri Tesla Cybertruck rinviato al 2023: i vetri

COLPA DEI CHIP (CHE MANCANO) La conferma ufficiale del rinvio di Cybertruck arriva dallo stesso Elon Musk, il fondatore di Tesla, nella tradizionale assemblea con gli azionisti per discutere dei risultati finanziari del quarto trimestre 2021. La crisi dei semiconduttori, dei chip, e in generale della catena dei fornitori, non garantirebbe volumi produttivi - e di vendita - adeguati. Durante la call non sono state comunicate neppure le attese specifiche tecniche (e i prezzi) del pick-up.

Tesla Cybertruck rinviato al 2023: il cassone del pick-up elettrico Tesla Cybertruck rinviato al 2023: il cassone del pick-up elettrico

QUANDO ARRIVERÀ? Difficile dirlo: lo stesso Elon Musk è stato molto vago a riguardo, limitandosi a un generico “auspicabilmente il prossimo anno”, senza aggiungere altro. Forse per scaramanzia? I primi esemplari del pick-up erano attesi per la fine del 2021, poi ci si è messa di mezzo la pandemia, poi il rinvio al 2022, la crisi dei semiconduttori, la produzione nella gigafactory di Austin che non è ancora partita... 

Tesla Cybertruck rinviato al 2023: un esemplare in prova in Texas Tesla Cybertruck rinviato al 2023: un esemplare in prova in Texas

VEDI ANCHE



S3XY Musk ha aggiunto che la crisi che attanaglia il mercato dell’auto impedirà a Tesla di presentare nuovi modelli nel 2022: questo vuol dire che da qui alla fine dell’anno non vedremo l’atteso SUV compatto da 25.000 dollari (escluse tasse) anticipato nei mesi scorsi. “Abbiamo abbastanza carne al fuoco in questo momento”, ha detto Musk. L’auto, nelle intenzioni del fondatore di Tesla, avrebbe dovuto posizionarsi sotto Model 3, rappresentando la prima auto elettrica accessibile del costruttore statunitense. Ancora per qualche mese, insomma, la gamma è destinata a rimanere quella composta dai modelli S, 3, X e Y

Tesla Model S Plaid vs Model S P85D turbojet: la sfida in video Tesla Model S Plaid vs Model S P85D turbojet: la sfida in video

2023 IMPEGNATIVO Se non il 2022, l’anno successivo sarà abbastanza impegnativo per Tesla. Quando dice che la “carne al fuoco” è tanta, Musk non esagera: oltre al Cybertruck e al già citato SUV compatto, nel quartier generale di Tesla stanno già lavorando alla nuova sportivissima Roadster, al camion elettrico e al robot umanoide presentato qualche mese fa. Prevedibile che qualcosa venga rimandato, ma se una cosa abbiamo imparato in questi anni con Elon Musk, è che con lui non si può mai dare nulla per scontato.

POSIZIONI PERSE Una cosa è sicura: Tesla sta perdendo posizioni nella cruciale corsa all’elettrificazione del settore dei pick-up, che da noi è praticamente inesistente ma che negli Stati Uniti rappresenta uno dei pilastri del mercato automobilistico locale. Un settore nel quale sono già tanti i competitor pronti a portare sul mercato i loro primi modelli, dal Ford F-150 Lightning al ritorno dell’Hummer, passando per nuovi competitor come Rivian. Insomma, sarà anche l’uomo più ricco del mondo, ma se vuole rimanere tale è bene che Musk si dia una mossa...


Pubblicato da Claudio Todeschini, 27/01/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox