Scheda tecnica e foto di nuova Mercedes-AMG One
Novità auto

Mercedes-AMG One: ecco a voi l'hypercar da oltre 1.000 CV ispirata alla Formula 1


Avatar di Alessandro Perelli , il 01/06/22

1 mese fa - Il debutto dopo quasi cinque anni di sviluppo

L'auto di serie più vicina che mai alla monoposto di Lewis Hamilton stupisce per la tecnologia focalizzata sulle performance estreme, ma non rinuncia al comfort

ZERO DUBBI, L’HYPERCAR AMG SARÀ COSTRUITA Solo qualche giorno fa si discuteva sulle perplessità del gran capo di Mercedes Ola Källenius riguardo l’hypercar AMG One. Una macchina che ha messo a dura prova tutto il team di progettazione Mercedes-AMG per motivi che abbiamo già sottolineato. Tuttavia, le parole del CEO non erano di chiusura totale, anzi. E oggi, quasi cinque anni dopo il debutto del concept, possiamo finalmente vedere questo gioiello nella sua forma definitiva. Ecco a voi l'attesissima hypercar di Affalterbach, ovvero quella che promette di essere l’automobile più vicina a una Formula 1 mai costruita prima.

Mercedes AMG One: l'hypercar tedesca debutta dopo 5 anni di sviluppo Mercedes AMG One: l'hypercar tedesca debutta dopo 5 anni di sviluppo

FEDELE ALLO STILE DEL CONCEPT

La Mercedes-AMG One è quasi identica al concept del 2017. Oggi perde il termine ''Project'' del nome poiché, di fatto, non è più un progetto, ma mantiene molte delle caratteristiche originali, con un frontale super affilato e un profilo che l’avvicina molto ai prototipi LMS. La coda è definita dalla mega ala attiva che ha fondamentali funzioni aerodinamiche. L’auto conserva la presa d'aria del tetto integrata nella pinna centrale, le lamelle attive sui parafanghi anteriori e le portiere con apertura verso l'alto. Uno sguardo più attento rivela che la parte posteriore è stata leggermente ridisegnata con un labbro più prominente sopra i fanali a LED e alcune differenze sul massiccio diffusore che ospita i tripli tubi di scarico ispirati alla F1. Altre modifiche includono i coperchi motore rimovibili in fibra di carbonio che integrano grandi prese d'aria NACA e specchietti retrovisori esterni più grandi. Invece, sono diversi i cerchi in alluminio forgiato a 10 razze, caratterizzati da una copertura aerodinamica in fibra di carbonio. Quelle ruote sono progettate esclusivamente per l'hypercar, ma in tipico stile Mercedes, ci sono anche le ruote forgiate in magnesio a 9 razze disponibili come optional con un design brevettato e la medesima copertura parziale.

Mercedes AMG One: motore 1,6 litri ibrido da con 1.063 CV complessivi Mercedes AMG One: motore 1,6 litri ibrido da con 1.063 CV complessivi

ABITACOLO DA FORMULA UNO, O QUASI  

Per quanto riguarda gli interni, in Mercedes hanno scelto una soluzione che fosse in sintonia con lo spirito supersportivo dell’auto ma anche funzionale a un utilizzo, diciamo così, più “borghese” e dove tutto fosse a portata di mano e di semplice utilizzo. Partiamo dall’ispirazione più racing con i due sedili che si fondono sopra il tunnel centrale, sembrando un'estensione della monoscocca in fibra di carbonio, mentre gli schienali possono essere regolati in due posizioni. Il volante in stile F1, con i LED per indicare il giusto punto di cambiata e i pulsanti integrati per le funzioni di bordo, è regolabile elettricamente e la pedaliera e il poggiapiedi del passeggero sono registrabili meccanicamente, così da trovare la posizione di guida ottimale.

Mercedes AMG One: la pedaliera è regolabile manualmente Mercedes AMG One: la pedaliera è regolabile manualmenteUN PO’ DI COMFORT NON MANCA La posizione di guida sembra essere piuttosto “sdraiata” per entrare in perfetta sintonia con la macchina. Lato comfort, troviamo due display indipendenti da 10 pollici per il quadro strumenti digitale e il touchscreen dell'infotainment, climatizzatore, due porte USB e uno specchietto retrovisore digitale con MirrorCam poiché non è presente il lunotto. In termini di rivestimenti, la fibra di carbonio a vista è dappertutto, combinata con pelle Nappa nera, tessuto scamosciato e dettagli in metallo.

IL MOTORE IBRIDO E LE PERFORMANCE

La power unit marchiata E Performance ha una potenza combinata di 1.063 CV (!) e comprende un motore a scoppio con 4 alberi a camme in testa, iniezione diretta e quattro motori elettrici. Il V6 di 1,6 litri montato in posizione centrale deriva dalla monoposto di Formula 1 e ha un turbo elettrico e il limitatore interviene a 11.000 giri/min, appena 1.000 giri in meno della monoposto di Formula 1. Il 6 cilindri eroga 574 CV, che è una cifra incredibile per un motore di così piccola cubatura. Per quanto riguarda le unità elettriche, ce n'è una montato sull'albero motore che aggiunge 163 CV, una seconda integrata nel turbocompressore che aggiunge 122 CV e due motori sull'asse anteriore che sommano altri 326 CV. La Project One sfrutta l’azione di un nuovissimo cambio manuale automatizzato a sette rapporti, che integra un differenziale autobloccante, mentre l'asse anteriore è sostenuto esclusivamente dai doppi motori elettrici. Il sistema di trazione integrale ad azione completamente variabile si chiama AMG Performance 4Matic+ e il torque vectoring sull'asse anteriore garantisce la migliore trazione possibile. Inoltre, i motori elettrici anteriori consentono un recupero di energia fino all'80% durante la decelerazione, aiutando a caricare la batteria agli ioni di litio, che dispone di un sistema di raffreddamento diretto per mantenere costanti le sue prestazioni. L’accumulatore ha una capacità di 8,4 kWh e consente un'autonomia elettrica di 18,1 km, mentre può essere ricaricata con il caricabatterie di bordo integrato da 3,7 kW.

VEDI ANCHE



Mercedes AMG One: il V6 posteriore è abbinato a 4 motori elettrici Mercedes AMG One: il V6 posteriore è abbinato a 4 motori elettriciPROFILI DI GUIDA DEDICATI ALLE PRESTAZIONI Il guidatore ha accesso a sei modalità di guida: Race Safe (funzionamento normale che dà priorità ai motori elettrici), Race (funzionamento ibrido con motore endotermico in funzione continuando a mantenere l'intera gamma elettrica), EV (modalità completamente elettrica a emissioni zero), Race Plus (ibrido, aero attivo, telaio ribassato con assetto più rigido, solo su circuito), Strat 2 (potenza massima e configurazione del telaio più aggressiva, solo su circuito) e Individual (impostazioni personalizzate). La funzione Race Start consente un'accelerazione da 0-200 km/h in 7 secondi, con AMG che non rivela il valore di 0-100 km/h, ma siamo certi che sia un tempo mostruoso. Per quanto riguarda la velocità massima, è limitata elettronicamente a 352 km/h. Affinché il propulsore ibrido derivato dal motorsport sia conforme alle rigide normative antinquinamento EU6, Mercedes ha aggiunto quattro convertitori catalitici in metallo preriscaldati, due convertitori catalitici in ceramica, due filtri antiparticolato benzina e un silenziatore posteriore in titanio.

MONOSCOCCA IN FIBRA DI CARBONIO E SPOILER ATTIVI

La Mercedes-AMG One si basa su un telaio monoscocca in fibra di carbonio con telai ausiliari anteriori e posteriori in alluminio, mentre il motore e la trasmissione svolgono funzioni portanti. La sospensione ha cinque punti di collegamento e due puntoni regolabili su ciascun asse. La taratura può essere impostata su Comfort, Sport e Sport+, con quest'ultimo profilo che abbassa l'anteriore di 37 mm e il posteriore di 30 mm a vantaggio della maneggevolezza e dell'aerodinamica. C'è anche una funzione di sollevamento dell'asse anteriore per evitare danni quando si affrontano rampe o piccoli dossi. I cerchi in lega leggera calzano pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2R M01 su misura che misurano 285/35 ZR19 all'anteriore e 335/30 ZR20 al posteriore. Il sistema frenante utilizza dischi carboceramici autoventilanti, con quelli anteriori che misurano 398 mm serviti da pinze a sei pistoncini e quelli posteriori con diametro di 380 mm e pinze a quattro pistoncini.

Mercedes AMG One: l'ala posteriore attiva per aumentare il carico aerodinamico Mercedes AMG One: l'ala posteriore attiva per aumentare il carico aerodinamicoAERODINAMICA DA VERA FORMULA UNO L'aerodinamica attiva e controllata idraulicamente può essere impostata in tre diverse modalità. La Highway è per uso generale con le lamelle sui parafanghi chiuse, alette anteriori estese e l’alettone posteriore retratto, mentre Track aggiunge un carico aerodinamico superiore di cinque volte grazie alle alette anteriori ripiegate, le lamelle aperte, l'alettone posteriore completamente esteso e le sospensione ribassate. Infine, la modalità a bassa resistenza aerodinamica Race DRS riduce il carico aerodinamico del 20% per disporre della massima velocità raggiungibile. Questa funzione si disattiva automaticamente quando il conducente preme i freni o viene rilevata un'accelerazione laterale.

Mercedes AMG One: il progetto è stata una vera sfida per il team di lavoro Mercedes AMG One: il progetto è stata una vera sfida per il team di lavoro

LA SODDISFAZIONE DEI MANAGER

Philipp Schiemer, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Mercedes-AMG GmbH, ha ammesso che tutto il team di lavoro ha dovuto affrontare grandi sfide durante lo sviluppo dell'hypercar: “Con Mercedes-AMG One, abbiamo più che spostato i limiti. Le immense sfide tecniche legate alla realizzazione di un moderno propulsore di Formula 1 adatto all'uso quotidiano su strada ci hanno indubbiamente portato al nostro limite”. Nello stesso contesto, Jochen Hermann, Technical Managing Director di Mercedes-AMG, ha aggiunto che “Questo progetto è stato in parte una maledizione e una benedizione allo stesso tempo”, con entrambi i dirigenti che hanno elogiato il gruppo per i risultati raggiunti. Mercedes-AMG produrrà 275 esemplari della One e ognuna a un prezzo di 2,72 milioni di dollari. Inutile dire che la macchina è già sold out. L'hypercar farà la sua prima uscita pubblica al Goodwood Festival of Speed ​​2022 che si terrà in Gran Bretagna tra il 23 e il 26 giugno. La Mercedes-AMG One rivaleggerà con hypercar del calibro di Aston Martin Valkyrie e Gordon Murray T.50, entrambe equipaggiate con motori V12 e  ancora più focalizzate sulla pista, a differenza dell’approccio più “soft” (concedeteci il termine) della AMG One.


Pubblicato da Alessandro Perelli, 01/06/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox