Los Angeles Auto Show

Porsche 911 RSR: debutta a Los Angeles col motore centrale


Avatar di Emanuele Colombo , il 17/11/16

4 anni fa - Porsche 911 RSR: per il 2017 diventa a motore centrale

Porsche 911 RSR: per la 24 ore di Le Mans 2017 è stata riprogettata da zero e il motore, ora, non è più posteriore a sbalzo

911 A MOTORE CENTRALE Rivoluzione in casa Porsche: la 911 RSR appena presentata al salone di Los Angeles ha il motore centrale e non più a sbalzo oltre le ruote posteriori. La soluzione è stata adottata per competere secondo i regolamenti della serie Le Mans 24 Hours GT (categoria LM-GTE) e i primi effetti di questo stravolgimento tecnico si vedranno alla 24 ore di Daytona di gennaio 2017: la gara del debutto.

I PERCHÉ DELLA SCELTA La posizione centrale del motore permette non solo un diverso bilanciamento dei pesi, che penalizza la trazione ma migliora l'agilità e l'equilibrio, ma anche di liberare spazio sotto la coda della vettura per poter aumentare il volume e l'efficacia dell'estrattore: a tutto vantaggio dell'aerodinamica.

VEDI ANCHE



PROGETTATA DA ZERO La nuova Porsche 911 RSR pesa 1.243 chili e nasce da un foglio bianco: “La più grossa evoluzione nella storia della nostra GT top”, dice Frank-Steffen Walliser, capo di Porsche Motorsport. Le sospensioni, la scocca, l'aerodinamica, il motore e la trasmissione sono stati progettati da zero, facendo tesoro anche delle esperienze maturate dal costruttore tedesco nella categoria LMP1 con la 919 Hybrid.

MOTORE ASPIRATO Non però per quanto riguarda il motore, che è un flat-six aspirato a iniezione diretta, da 4 litri di cilindrata e capace di sviluppare fino a 510 cavalli, secondo le flange per la riduzione della portata d'aria che gli verranno applicate. La scelta di un motore aspirato è stata dettata dalla sua compattezza e leggerezza, che hanno permesso maggiori libertà ai tecnici nella definizione del progetto: di nuovo, con probabili benefici soprattutto sul fronte aerodinamico.

HA PURE IL RADAR Il cambio è a 6 marce, con comandi al volante; le sospensioni a quadrilateri su entrambi gli assali. Per la prima volta per una GT da corsa di Porsche, poi, la 911 RSR ha un radar anti-collisione per individuare al buio le auto più veloci come i prototipi della classe LMP, ed evitare così fraintendimenti tra i piloti. Ne vedremo mai una versione stradale? Stando ai regolamenti della LM-GTE non è improbabile,  ma c'è da scommettere che, se fosse, si tratterebbe di una produzione limitata dal costo esorbitante: non certo allineato a quello delle 911 di serie.


Pubblicato da Emanuele Colombo, 17/11/2016
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox