Anteprima:

Opel Corsa GSi


Avatar Redazionale , il 08/06/07

14 anni fa - Sportiva senza eccessi.

La Sport vi sembra una versione da educande mentre la OPC fa troppo Fast and Furious? Per chi cerca una via di mezzo, a Rüsselsheim rispolverano la gloriosa sigla GSi e ne fanno un allestimento che fa dell'essere senza apparire tanto il suo credo. Sarà sulle nostre strade dopo l'estate.

OPERAZIONE NOSTALGIA A qualche tedesco nostalgico scenderà forse una lacrimuccia a vedere rientrare nel listino Opel le tre lettere GSi. Per anni, prima dell'avvento delle versioni da sparo chiamate OPC, sono loro chehanno fatto sognare i numerosi fans della Casa di Rüsselsheim che si assiepavano sulle tribune del campionato turismo DTM muniti di bandiera giallo-nera d'ordinanza. L'onore del ritorno tocca alla Corsa, che in questo modo viene ora declinata in ben tre versioni sportive.

VIA DI MEZZO La nuova GSi va a sistemarsi tra la relativamente sobria Sport e la più estrema OPC, espressione di una formula apprezzata più che altro nella sparuta tribù dei Piedi Pesanti. Rispetto a quest'ultima, la GSi rinuncia al trucco pesante e strizza quindi l'occhio a tutti coloro che cercano prestazioni di tutto rispetto in un quadro non ancora esasperato.

PANCIA A TERRA La Corsa GSi, che debutta in questi giorni al Salone di Barcellona, eredita dalla OPC l'alettone posteriore e le minigonne, mentre i paraurti sono inediti. Nel frontale gli spigoli dello spoiler sono appena marcati e in coda il fascione scende pudico verso l'asfalto lasciando spuntare il terminale di scarico cromato. Alla fine, dunque, a dare un'idea di sportività, più che vistose superfici aerodinamiche, sono leruote da 17" a cinque razze e l'assetto ribassato di 18 mm all'anteriore e di 15 al posteriore.

FORZA MILAN In proporzione, gli stilisti della Opel hanno usato la mano più pesante nel connotare l'abitacolo. Tutto l'interno vive sul contrasto cromatico tra il rosso, il nero e il grigio scuro, neanche qualcuno si fosse dimenticato di dire al designer che la Opel non è più sponsor del Milan. I sedili hanno i bordi profilati per trattenere busto e gambe nella guida più veloce e il volante ha la corona sagomata per permettere una presa più salda e corretta. Completano il quadro dettagli come le cinture di sicurezza rosse e la pedaliera in alluminio.

UNO PER UNO L'allestimento GSi, che prevede di serie i controlli elettronici della stabilità ESPPlus e della trazione TCSPlus, è ottenibile solo in abbinamento a due motori. Per i discepoli di Rudolf Diesel c'è il 1.7 CDTI da 125 cv a 4.000 giri e da 280 Nm a 2.300 giri già presente nel listino della Corsa. Con questo turbodiesel la piccola tedesca tocca i 195 km/h e infrange (anche se per un solo decimo) la barriera dei 10 secondi nello 0-100. Il tutto con una percorrenza media di 20,8 km/litro. Per chi è invece "benzinofilo" c'è un 1.600 turbo Ecotec da 150 cv a 5.000 giri e da 210 Nm costanti tra i 1.800 e i 5.000 giri. In questo caso la velocità massima sale a 210 km/h, il tempo nello 0-100 scende a 8,1 secondi e la percorrenza si assesta attorno ai 12,7 km/litro.


Pubblicato da Paolo Sardi, 08/06/2007
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox