Autore:
Lorenzo Centenari

CORSARA Attesa come una star, nuova Opel Corsa esce dal backstage e inizia a percorrere il red carpet. Dalla Casa, ecco tutte le info ufficiali e le foto, finalmente in veste definitiva, senza più camouflage. Riviste britanniche come Autocar ed Auto Express hanno anche avuto le scorse settimane l'occasione di testare in anteprima un esemplare preproduzione: il giudizio? Ampiamente positivo, almeno da un punto di vista del feeling di guida. Dei servizi dei colleghi british, tra qualche paragrafo riportiamo le riflessioni più interessanti. Ma procediamo con ordine.

PESO MOSCA La sesta generazione della storica utilitaria tedesca condivide il pianale con nuova Peugeot 208, oltre che col Suv ultracompatto DS3 Crossback. Significa che nei confronti delle Corsa del passato, quella che debutterà in concessionaria nel quarto trimestre 2019 è sensibilmente più leggera, fermando l'ago della bilancia sotto la soglia della tonnellata: la versione più "tirata" grava al suolo per appena 980 kg. Come ampiamente annunciato, esisterà anche in formato elettrico (Corsa-e): prezzi da 29.900 euro.

BELLA DENTRO Come apprendiamo dalle prime immagini, nuova Corsa sarà esclusivamente in carrozzeria a 5 porte: 4 metri e spiccioli (406 cm) di linee pulite e profilo arrotondato dal tettuccio arcuato nero a contrasto, più basso di 48 mm rispetto a prima. Pronunciato lo spoiler posteriore, ben sagomate le fiancate. In abitacolo, prima fila spaziosa, display centrale a sfioramento e quadro strumenti digitale da 7 pollici o 10 pollici. Un bel salto in avanti. 

CAMBIO FORZA 8 Tornando al feedback della stampa UK: su strada, la cura dimagrante si traduce in un'agilità e in una risposta ai comandi mai così dirette, benché gli ingegneri Opel abbiano lavorato sodo per fare di nuova Corsa un'automobilina stabile anche alle velocità autostradali. Fluido e preciso il cambio manuale a 6 marce, sviluppato in casa dal marchio del Fulmine, ancor più gradevole la trasmissione automatica a 8 rapporti, schema invece di matrice PSA.

FATTA DI CORSA Per Opel Corsa 2019, tempi di progettazione record. Sotto la vecchia proprietà GM, fino al 2016 a Russelsheim si lavorava già a una nuova edizione. Salvo poi interrompere il programma in seguito al passaggio sotto l'egida del Gruppo PSA, abbandonare la piattaforma per un'altra (l'architettura modulare CMP, Compact Modular Platform), e ripartire così da un foglio bianco, o quasi. 

ECO-FRIENDLY Meglio così, dal momento che l'accesso alle tecnologie del Gruppo francese ha consentito a Corsa di salire di livello non solo dal punto di vista del piacere di guida, ma anche sotto il profilo dell'efficienza termica. Qualunque sia la motorizzazione presa in esame, la nuova generazione registra emissioni di CO2 inferiori rispetto anche alla versione più ecologica di Corsa sesta maniera.

CORSA-E Già, i motori. Il trapianto dai modelli Peugeot e Citroen riguarda sia il 3 cilindri turbo benzina da 1,2 litri, sia il nuovo 1.5 turbodiesel. Novità assoluta (come per cugina 208) è poi Corsa elettrica (Corsa-e), motore da 136 cv e 260 Nm. 0-100 km in 8,1 secondi, autonomia di 330 km (ciclo WLTP). Con sistema fast-charge, ricarica batterie (da 50 kWh) in soli 30 minuti. Consegne a partire dalla primavera 2020. Una notizia è in ogni caso anche la continuità di Corsa diesel, sebbene il cuore sia di targa transalpina.

A MODO MIO Come si vede anche dalle foto, il software di infotainment di nuova Opel Corsa è made in PSA, ma dall'interfaccia non completamente touch, con comandi fisici supplementari per la climatizzazione. Spazio posteriore? Il minimo sindacale, sufficiente in ogni caso ad ospitare anche tre persone. Presto, la proveremo e vi daremo il nostro personalissimo assaggio.


TAGS: opel nuova opel corsa opel corsa 2019 opel corsa 2020