Nuova Opel Corsa 2019 a confronto con Peugeot 208 e Renault Clio
Utilitarie

Nuova Opel Corsa vs nuova Peugeot 208 vs nuova Renault Clio


Avatar di Lorenzo Centenari , il 23/05/19

2 anni fa - Design, interni, motori. Analogie e differenze tra Corsa e le rivali

Design, motori, dotazioni: analogie e differenze tra nuova Opel Corsa e le rivali francesi Renault Clio e Peugeot 208

IL TRIANGOLO NO La primavera ha fatto i capricci, ma ci attendono un'estate e un autunno molto caldi. Se non per la temperatura esterna, almeno sul mercato auto, quello delle utilitarie. Nuova Opel Corsa segue a stretto giro le competitor: due francesi bellicose come nuova Renault Clio e nuova Peugeot 208, mostratesi in anticipo al Salone di Ginevra. Vogliamo metterle a confronto? Perché scegliere una piuttosto che l'altra, sarà questione di dettagli. E di gusti personali. Ognuna di esse, per arrivare prima sulla linea del traguardo si è allenata tutto inverno. E allora pronti, partenza, via. Guarda in gallery anche il foto-confronto.

DIMENSIONI Appartengono ciascuna alla categoria delle subcompatte di segmento B, e tutte e tre misurano (come in passato) 4 metri e spiccioli. 406 cm nuova Opel Corsa, 405 cm nuova Peugeot 208, 406 cm infine anche nuova Renault Clio. La variabile di scelta non saranno perciò gli ingombri esterni, diverso è semmai il capitolato spazio interno. Ma andiamo con ordine.

FRONTALE Ognuna ha il proprio stile personale, e mai come alla voce del disegno di carrozzeria è una questione di preferenze individuali. Basandoci sulle foto preliminari a nostra disposizione e pur con qualche concessione artistica, nuova Opel Corsa è forse quella che adotta il frontale più conservativo: calandra sdoppiata e puntellata di tasselli cromati, fari sugli spigoli e con le luci che ricordano affilate lame metalliche. Più sofisticato il musetto di Peugeot 208: la mascherina è di sezione maggiore e i fari a luci tripartite riproducono il classico "graffio" del Leone. Audaci i fendinebbia, zanne estratte invece da una tigre dai denti a sciabola. Elaborato ma pulito, infine, l'anteriore di nuova Renault Clio: sull'utilitaria della Régie, i gruppi ottici generano un piacevole "ricciolo", mentre il badge della Losanga interrompe al centro una elegante banda cromata a tutta larghezza.

FIANCATA Tra le tre nostre candidate, nuova Corsa sembra quella dall'aspetto più "roccioso", con le lamiere a generare solchi e nervature, e i bordi dei cristalli di disegno piuttosto geometrico. Più dolce la fiancata di nuova Clio: superfici più arrotondate e finestrini affusolati e con cornice cromata, lo stesso effetto del listello sottoporta. La vista laterale di nuova 208 (che di nuova Corsa, ricordiamolo, è parente stretta) è infine quella forse più tradizionale: la carrozzeria è movimentata, ma i cristalli hanno bordi regolari, e in coda cedono la scena ad un montante C di grandi dimensioni. 

VEDI ANCHE



POSTERIORE Sia le due francesi che la tedesca pescano dallo scaffale degli accessori un piccolo alettone superiore, ma le analogie finiscono qui. Il portellone di Opel Corsa è di design tagliente, quello di Peugeot 208 il più orientato al mondo hi-tech (riuscito l'effetto a contrasto della banda nero lucido che collega i gruppi ottici), Renault Clio si distingue infine per il "sedere" più armonioso, e dalle proporzioni tra carrozzeria e lunotto nettamente a favore della prima. 

ABITACOLO Dove i designer hanno anche maggiore libertà di movimento è all'interno della vettura, ecco allora che Opel Corsa 2019 si uniforma alle colleghe di Gruppo PSA e accoglie a bordo un nuovo display a sfioramento di diagonale medio-grande, il quadro strumenti digitale e una consolle ordinata, ma completa di tastini per le solite funzioni della climatizzazione e della connettività per smartphone altri device. Regolare anche la circonferenza del volante multifunzione: a differenza di "cugina" 208, che invece per plancia e cruscotto libera la propria fantasia. L'i-Cockpit è qui interpretato in modo ancor più all'avanguardia che non gli altri modelli del Leone, con volante geometrico e strumentazione digitale di ispirazione motociclistica. Lo schermo di navigazione è incernierato a sbalzo, la sistemazione dei comandi sul tunnel è un altro esercizio di bravura. Infine, il trattamento delle plastiche sul cruscotto genera un effetto tridimensionale che non può lasciare indifferenti. Qualità e ricercatezza anche al posto guida di Clio 2019, dove il volante torna tondeggiante e il display per l'infotainment assume la postura verticale. In posizione rialzata la leva del cambio, originale anche la soluzione delle fessure di ventilazione a tutta larghezza.

SPAZIO I colleghi inglesi che già hanno avuto modo di salire a bordo di nuova Opel Corsa riportano di un'abitabilità posteriore nella media di categoria, se non appena inferiore. Il bagagliaio di 320 litri è invece leggermente superiore a quello di Peugeot 208 (311 litri), ma inferiore a quello assai più capiente di Renault Clio: per la segmento B della Losanga, la bellezza di 391 litri di capacità, addirittura 60 in più della generazione precedente.

MOTORI In virtù dell'appartenenza a Groupe PSA, la sesta edizione di Opel Corsa adotterà i motori diesel e benzina che già equipaggiano la collega a marchio Peugeot: significa 3 cilindri 1.2 PureTech turbo benzina da 75 cv, 100 cv e 130 cv (con cambio automatico EAT8), 1.5 BlueHDi 100 cv a gasolio. La novità è la versione ad alimentazione elettrica, in gamma già al debutto quest'estate: anche Corsa EV mutua le medesime caratteristiche tecniche di e208, cioè unità motrice da 135 cv, batterie agli ioni di litio da 50 kWh, autonomia dichiarata di 340 km. Quanto a Clio, proposte simili:  1.0 SCe benzina aspirato da 65/75 cv, 1.0 TCe benzina sovralimentato da 100 cv, 1.3 TCe 130 cv (cambio a doppia frizione EDC 7 rapporti), 1.5 dCi turbodiesel da 85 o 115 cv.

ADAS Nuova Renault Clio raggiunge il secondo livello di guida autonoma: le versioni più complete hanno cruise control adattivo con funzione stop&go, mantenitore di corsia attivo, riconoscimento segnali stradali, sensore angolo morto, frenata d'emergenza attiva con riconoscimento pedoni e ciclisti, parcheggio automatico e telecamera con visuale a 360°. Anche su 208 siamo al livello 2 grazie alla sua capacità di regolare la velocità in base al traffico e mantenere da sé la corsia. Su 208, anche park assist, frenata automatica d'emergenza che vede sia il pedone sia il ciclista, monitoraggio stanchezza, monitoraggio angolo cieco e riconoscimento segnali stradali. Per nuova Corsa, equipaggiamento ancora in fase di comunicazione: prenderà in prestito da 208 numerose soluzioni, in più porterà sul segmento delle piccole la tecnologia IntelliLux LED matrix per i fari.

CONCLUSIONI Scegliere una piuttosto che le altre due è impresa ardua. Ciascuna ha il proprio stile, i proprio plus, i propri difettucci. Indovinare quale andrà per la maggiore è un affare per indovini. Voi quale preferite? 


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 23/05/2019

Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox