Autore:
Lorenzo Centenari

AVANTI TUTTA Che avesse un futuro, non ci avremmo messo la mano sul fuoco. Ora invece arriva la conferma, e sul destino a breve medio termine della Fiat Tipo, ogni dubbio viene cancellato. Tipo restyling si farà, quella che ancora non si conosce con precisione è semmai la data di presentazione. Non è escluso possa coincidere con l'edizione 2020 del Salone di Ginevra, ma per sbilanciarsi è ancora presto. Certo è invece lo stabilimento di produzione, cioè la stessa fabbrica Tofas in Turchia, nella città di Bursa, alla quale il Lingotto si è sin qui appoggiato per la costruzione del modello pre-facelift.

COSE TURCHE A schiarire il cielo sulle sorti di Fiat Punto è il management Tofas stesso: la joint venture generata da FCATurchia Koç Holding ha annunciato per la compatta del Gruppo un investimento da 225 milioni di dollari. Linee di montaggio in funzione fino al 2024, target produzione individuato a quota 1,3 milioni di unità. Sino ad oggi, tra le carrozzerie a 4 porte, 5 porte e Station Wagon, da Bursa di Fiat Punto ne sono uscite oltre 500 mila dal 2015. Fu Sergio Marchionne, a suo tempo, a mettere in discussione la continuità di un modello che a suo avviso non portava redditività. Si vociferava della soppressione, preceduta dall'esilio in Sudamerica: conservando il proprio domicilio in Turchia, ora non vi è tuttavia ragione di pensare che Tipo restyling abbandoni i mercati europei.

UN BEL TIPO Quali modifiche, per Fiat Tipo restyling? Qualche intervento interesserà senz'altro gli esterni, ma sarà soprattutto l'abitacolo a ricevere gli aggiornamenti più impattanti. L'intera consolle verrà ridisegnata, mentre l'odierno display verrà rimpiazzato da uno schermo da 10,25 pollici con tanto di infotainment Uconnect di nuova generazione. Anche i motori rispetteranno i requisiti Euro 6d. Ora non ci resta che portare pazienza, e attendere altre rivelazioni. 


TAGS: fiat ph meets autofarm anticipazioni fiat tipo fiat tipo restyling