Autore:
Emanuele Colombo

TIPO CONTRO TIPO Quale scegliere? Oggi è la Fiat Tipo a 5 porte, erede di un mito anni Novanta, la protagonista della nostra serie di comparative in cui mettiamo a confronto la stessa auto... con motorizzazioni diverse. In particolare, la Fiat Tipo Diesel 1.6 Multijet da 120 CV sfida su piacere di guida e costi di gestione il modello a benzina: equipaggiato con il 4 cilindri da 1.4 litri turbo T Jet di pari potenza.

ALLA GUIDA DEL DIESEL Il 4 cilindri diesel 1.6 Multijet da 120 CV è un motore molto apprezzato per la ripresa entusiasmante, che deriva dai suoi 320 Nm di coppia disponibili già a 1.750 giri. Omologato Euro 6, il Multijet è qui abbinato a un cambio manuale a 6 marce, a dare 200 km/h di velocità massima e un tempo di 9,8 secondi nello 0-100 km/h.

CERTO, IL SOUND... L'unico difetto è una certa rumorosità a freddo, dai timbri non proprio melodiosi, che tuttavia si attenua quando il motore si scalda. A favorire il piacere di guida pensa il cambio ben spaziato, dagli innesti non troppo lunghi, perfetto per assecondare una guida tranquilla e rilassata. La sesta, poi, tiene bassi i giri in autostrada, a tutto vantaggio dei consumi e del comfort.

ALLA GUIDA DEL BENZINA Il 4 cilindri a benzina turbo da 1,4 litri, ha la stessa potenza del diesel – 120 CV – ma eroga meno coppia e a un regime più alto: 215 Nm a 2.500 giri. Nondimeno, in accelerazione batte il diesel di due decimi, con un tempo di 9,6 secondi nello 0-100. Pari la velocità massima di 200 km/h. Pure lui Euro 6, anche questo motore è abbinato al cambio manuale a 6 marce ed è sempre silenziosissimo: al minimo vibra talmente poco da sembrare spento.

NON È UN RIPIEGO Anche il timbro allo scarico è ben più appagante di quello del diesel, ma come è prevedibile paga dazio in ripresa: soprattutto a pieno carico. Ai bassi regimi è meno reattivo e la progressione è più diluita. In assoluto, comunque, la guida è gradevole, per la spinta ben distribuita.

I COSTI Passiamo ora all'argomento dei costi. La Tipo diesel ha un prezzo di 2.750 euro superiore a quello della versione a benzina: per capire quanto questo pesi a lungo termine ci siamo fatti aiutare dalle tabelle calcolate dall'ACI. Nessuna differenza per il bollo auto, in base alla media nazionale calcolata da ACI: vista la medesima cavalleria, si pagano 227 euro l'anno sia per il motore a gasolio sia per il benzina.

DIESEL IN VANTAGGIO C’è però una differenza di 360 euro a favore della versione a benzina se consideriamo tutti i costi non proporzionali, che oltre al bollo comprendono ammortamento e RCA: 3.000 euro contro i 3.360 euro annui per la diesel. Le parti si invertono se teniamo conto dei costi proporzionali, che comprendono deprezzamento, pneumatici, manutenzione e, naturalmente, i consumi. Secondo le stime ACI, sono 21 i centesimi per chilometro del diesel contro 28 centesimi per la benzina.

I CONSUMI MISURATI Non a caso, nel nostro percorso di prova con le auto in carovana, la Tipo a gasolio a fatto segnare consumi di 9,2 l/100 km in città, 5,5 l/100 km in autostrada e 6,6 l/100 km in media. La Tipo a benzina, stando al computer di bordo, ha consumato invece 11,1 l/100 km in città, 6,4 l/100 km in autostrada e 8,0 l/100 km in media.

I COSTI TOTALI Tirate le somme, su una percorrenza annua di 10 mila chilometri, il conteggio totale dà per vincente la versione a gasolio con circa 54 centesimi al chilometro contro 58 centesimi al chilometro per la versione turbo benzina. Al traguardo dei 40 mila chilometri l'anno, la forbice si allarga ulteriormente e la versione a gasolio è in vantaggio con 29 centesimi al chilometro contro i 35 della benzina.

VANTAGGI E SVANTAGGI Fin qui la Tipo a benzina sembra non avere speranze contro la variante diesel, ma le stime dell'ACI si basano sulla scommessa che il modello a gasolio abbia una vita utile più lunga e un minore deprezzamento. Ma la volontà politica di penalizzare questo carburante potrebbe riaprire la partita.

IL BLOCCO DEI DIESEL A Milano, tanto per fare un esempio, dal 2019 i diesel Euro 3 e 4 non potranno più circolare. Nel 2024 toccherà agli Euro 5 e il dubbio che presto vengano banditi anche gli Euro 6 non è campato in aria. Fattori che potrebbero influire pesantemente proprio sul deprezzamento e sulla vita utile del veicolo. In questo caso potrebbe essere più significativo un conteggio un po' meno raffinato: con quello che spenderei per la Tipo diesel, potrei comprare la tipo a benzina e carburante per oltre 20.500 km.

LA TERZA VIA E se invece la guerra al diesel finisse e l'ACI vedesse confermate le sue stime? Un'alternativa può essere la Tipo a GPL, che secondo ACI ha costi identici al diesel ai traguardi dei 10.000 e 40.000 km annui.


TAGS: confronto video consumi comparativa costi fiat tipo benzina fiat tipo diesel