Novità auto

Nuova Ferrari 296 GTS, con l'ibrido è un discorso aperto. Video


Avatar di Lorenzo Centenari , il 19/04/22

1 mese fa - Stesso powertrain plug-in della Coupé, tetto retrattile rigido HRT

Stesso powertrain plug-in da 830 cv di potenza della Coupé, tetto retrattile HRT. Foto, video, scheda tecnica: tutto su 296 Spider

Berlinetta chiama, barchetta risponde. Come previsto è proprio Ferrari 296 GTS il nome di battesimo di 296 Spider, naturale evoluzione dell'ibrida plug-in con il V6 centrale posteriore. Nuova 296 GTS identica a 296 GTB (versione high performance Assetto Fiorano inclusa), tranne che sopra la testa, dove - a proprio piacimento - il tetto rigido si fa da parte. Sfoglia la gallery e guarda (in alto) il video ufficiale. Per una clip ancora più emotiva, clicca invece sul video qui sotto.

FERRARI 296 GTS: IL MOTORE

Anche 296 GTS utilizza dunque la nuova motorizzazione V6 turbo a 120° da 663 cv, accoppiata a un motore elettrico in grado di erogare ulteriori 122 kW (167 cv), presentata in anteprima su 296 GTB. Potenza di sistema di 830 cv, coppia massima di 760 Nm. Si tratta del primo 6 cilindri della storia per una spider stradale del Cavallino. La massa complessiva di 296 GTS è di 1.540 kg, cioè 70 kg in più della coupé, per un rapporto peso potenza di 1,86 kg/cv. Per le performance, in fondo al testo troverai la scheda tecnica completa.

HYBRID SPIDER Il sistema ibrido plug-in (PHEV) della 296 GTS garantisce un’elevatissima fruibilità, l’azzeramento della risposta al pedale e 25 km di autonomia in modalità 100% elettrica grazie all'energia accumulata nella batteria da 7,45 kWh.

Ferrari 296 GTS, prima Spider con V6 di Maranello Ferrari 296 GTS, prima Spider con V6 di Maranello

NOMEN OMEN Sin dal nome della vettura, che combina cilindrata totale (2,992 litri) e numero dei cilindri, seguiti dalla sigla GTS (Gran Turismo Spider) propria della migliore tradizione sportiva Ferrari, si è voluto sottolineare l’importanza epocale che assume per Maranello il nuovo V6, cuore pulsante di 296 GTS e capostipite di una nuova era che affonda le radici nella storia ultrasettantennale della Rossa. La prima Ferrari dotata di V6 (allora in configurazione a 65° e cilindrata totale pari a 1500 cc) risale al 1957 ed è la monoposto Dino 156 F2. Nell’anno successivo furono presentati altri due V6 con cilindrata maggiorata su alcuni Sport Prototipi a motore anteriore, la 196 S e la 296 S, nonché sulla monoposto di Formula 1 che nel 1958 portò Mike Hawthorn alla vittoria del titolo Piloti del Campionato del Mondo di Formula 1, vale a dire la 246 F1.

VEDI ANCHE



FERRARI 296 GTS: IL TETTUCCIO

Ferrari 296 GTS, tettuccio rigido retrattile Ferrari 296 GTS, tettuccio rigido retrattile

In modalità aperta, il tetto rigido retrattile RHT disegna linee sportive e filanti, mentre a tetto chiuso la silhouette resta molto fedele a quella di 296 GTB. La soluzione, dal peso contenuto, impiega 14 secondi ad abbassarsi o alzarsi, anche in movimento fino a 45 km/h. Essendo stata posta la linea di separazione fra corpo vettura e RHT sopra il montante B, il tetto ripiegabile si suddivide in due parti alloggiate sopra la parte anteriore del motore, salvaguardando le caratteristiche di dissipazione di calore e l’equilibrio di design. È stato infatti possibile introdurre un pannello in vetro nella parte posteriore del vano motore che lascia intravedere il nuovo V6, vera gemma tecnologica di questa vettura. A capote aperta, abitacolo e posteriore sono separati da un lunotto posteriore in vetro regolabile elettricamente in altezza che garantisce comfort ottimale a tetto aperto anche alle alte velocità.

FERRARI 296 GTS ''ASSETTO FIORANO''

Per chi desidera incrementarne ulteriormente le prestazioni, specialmente in pista, grazie a contenuti di riduzione di peso e modifiche aerodinamiche, anche 296 GTS è disponibile in allestimento Assetto Fiorano. Tra le modifiche più significative, spiccano gli ammortizzatori Multimatic derivati dalle competizioni GT, dotati di regolazione fissa ottimizzata per l’utilizzo in pista, inoltre le appendici ad alto carico in fibra di carbonio sul paraurti anteriore, che permettono di ottenere fino a 10 kg di carico verticale in più, infine l’esteso impiego di materiali leggeri come la fibra di carbonio sia negli interni, sia negli esterni della vettura. Oltre, ovviamente, alla livrea bicolore, omaggio a Ferrari 250 Le Mans.

Ferrari 296 GTS Assetto Fiorano Ferrari 296 GTS Assetto Fiorano

FERRARI 296 GTS: PREZZO

Per 296 GTS non è ancora stato comunicato il listino prezzi ufficiale. Con 296 GTB in vendita a partire da 275.000 euro, facile immaginare una soglia di partenza, per la Spider, a circa 300.000 euro, con la versione Speciale Assetto Fiorano posizionata a circa 330.000 euro.

FERRARI 296 GTS: SCHEDA TECNICA

Motore termico          V6 turbo, 2.992 cc
Potenza max. motore termico 663 cv a 8000 giri/min.
Potenza max. sistema ibrido 830 cv a 8000 giri/min.
Coppia max.   740 Nm a 6250 giri/min.
Capacità batteria 7,45 kWh
   
Lunghezza 4.565 mm
Larghezza 1.958 mm
Altezza 1.191 mm
Passo 2.600 mm
Peso a secco 1.540 kg
Rapporto peso/potenza    1,86 kg/cv
Distribuzione dei pesi 40,5 % ant. / 59,5 % post.
   
Trasmissione Cambio F1 doppia frizione a 8 rapporti
   
Velocità massima        > 330 km/h
Acc. 0-100 km/h 2,9 secondi
Acc. 0-200 km/h 7,6 secondi
Dec. 200-0 km/h     107 m
Tempo sul giro a Fiorano    1’ 21” 80

Pubblicato da Lorenzo Centenari, 19/04/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox