Ferrari 296 GT3, conclusi i primi 2 giorni di collaudi a Fiorano
Competizioni GT

Ferrari 296 GT3, conclusi i primi due giorni di collaudo a Fiorano


Avatar di Salvo Sardina , il 14/04/22

1 mese fa - L'erede della Ferrari 488 ha completato con profitto il primo shakedown

L'erede della Ferrari 488 ha completato con profitto il primo shakedown sulla pista di "famiglia" di Fiorano sotto lo sguardo attento dell'ad Benedetto Vigna

Si è conclusa in maniera positiva la prima due giorni di test dinamici a Fiorano per la Ferrari 296 GT3. L’erede della bellissima e vincente Ferrari 488 ha mosso i primi passi – o, meglio, percorso i primi chilometri – sul circuito di “famiglia” a pochi metri dalla fabbrica di Maranello per completare il primo vero collaudo del modello da corsa della nuova 296 GTB, l’ibrida plug-in che porta in strada una bella fetta del know-how accumulato in questi anni di Formula 1.

Ferrari, le immagini del primo collaudo in pista della Ferrari 296 GT3 a Fiorano Ferrari, le immagini del primo collaudo in pista della Ferrari 296 GT3 a Fiorano

VIGNA OSPITE SPECIALE Il programma di questo battesimo della pista per la 296 GT3 si è svolto senza problemi, con gli ingegneri in grado di raccogliere un bel quantitativo di dati da analizzare in fabbrica, sia attraverso sessioni di pochi giri che in seguito a dei veri e propri long run. Ospite speciale, ad assistere alle manovre dei piloti Andrea Bertolini e Alessandro Pier Guidi, anche l’amministratore delegato del Cavallino, Benedetto Vigna. Il programma di sviluppo continuerà nei prossimi mesi, in affiancamento con la nuova Hypercar per Le Mans, progettata in collaborazione con Oreca e che dovrebbe debuttare in estate.

VEDI ANCHE



Ferrari, le immagini del primo collaudo in pista della Ferrari 296 GT3 a Fiorano Ferrari, le immagini del primo collaudo in pista della Ferrari 296 GT3 a Fiorano

PAROLA AI PILOTISono molto contento di come si siano svolti i due giorni di test qui a Fiorano – ha spiegato il due volte iridato Wec, Pier Guidi – la Ferrari 296 GT3 ha dimostrato di essere una vettura molto piacevole e precisa da guidare. Ovviamente in questa fase il lavoro si è concentrato sulla verifica dei sistemi e dell’affidabilità di base e siamo soddisfatti dei dati che abbiamo raccolto”. “Non nascondo – gli fa eco il collega Bertolini – che sono stati due giorni emozionanti, perché le aspettative sono alte. È molto importante, sin dalle prime fasi dello sviluppo, accertarsi che la macchina sia in grado di rispondere non solo alle esigenze dei Pro, ma anche a quelle dei gentleman driver che la utilizzeranno in gara”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 14/04/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox