Autore:
Luca Cereda

Passerà alla storia come la prima auto dalla quale è stato possibile scattare foto, grazie alla Connected Cam, ma la nuova Citroen C3 lungi dal finire qui. E' una delle compatte più simpatiche in circolazione, molto personalizzabile sia fuori che dentro. E ora che è arrivata anche la versione a GPL, è anche una delle utilitarie (ammesso abbia ancora senso chiamarle così) dal bouquet di motori più ricco: benzina aspirato, turbobenzina, bifuel e turbodiesel. Vi piace la Citroen C3 (a partire da 12.250 euro) ma non sapete quale scegliere? Vi aiutiamo noi.

ESTERNI
Partiamo dai colori. I metallizzati della nuova Citroen C3 sono belli, specialmente il blu, ma costano da soli 650 euro. A costo zero c'è l'Almond Green, che andrebbe 'spezzato' con un tetto a contrasto: bianco, rosso o nero che sia, aggiunge sempre 350 euro al conto. E' la soluzione più economica per avere una C3 multicolor. Altrimenti si può puntare sulla tinta Polar White (400 euro) meno cara di un metallizzato, abbinata al tetto rosso, per un totale di 750 euro. Airbump sì, airbump no? E' davvero questione di gusti. Costano 300 euro e, se la risposta è sì, tanto vale comprare il pacchetto che aggiunge anche copricerchi da 16'' 3D e fendinebbia (600 euro tot.).

INTERNI
Difficile concepire un'auto come la nuova Citroen C3 con degli interni monocromo, e infatti così non è. Tuttavia, i rivestimenti di serie in tessuto Mica offrono soltanto diverse sfumature di grigio. Un po' di allegria in più costa almeno 400 euro, con i tessuti Capsule o Strip. Aiutano anche a distrarsi dalle plastiche più cheap.

ALLESTIMENTO
Tra una Citroen C3 Live (base) e una Feel (da 13.500 euro), la differenza la fanno sostanzialmente il clima e la radio. Se pensate di infarcire la vostra C3 con un po' di accessori, e soprattutto di personalizzarla, provate a ragionare sulla base di una C3 Shine (da 15.500 euro), che di serie ha già gli Airbump, i LED diurni, copricerchi da 16'' a effetto 3D, sensori di parcheggio posteriori, sistema di infotainment touch da 7'' e finestrini elettrici. Ma il bello del guardaroba resta a pagamento.

OPTIONAL
E' bene dunque fissarsi un budget, anche per gli optional, e capire bene come distribuirli. tra gingilli estetici e tecnologici c'è da perdersi. Occhio anche ai pacchetti, che aiutano a risparmiare. Ad esempio se avete deciso che la vostra Citroen C3 deve avere assolutamente gli airbump e la Connected Cam, che nel pack Design&Connect sono offerti insieme (con l'aggiunta dei copricerchi) a 1100 euro. Da soli costerebbero rispettivamente 300 e 500 euro. Sulla C3 si pagano a parte anche i vetri elettrici posteriori (150 euro), il sistema di infotainment da 7'' costa invece 450 euro minimo. A meno che non si scelga una Shine, ovviamente. Per la quale si pagano sempre a parte il navigatore (750 euro), la telecamera di parcheggio e la Connected Cam, vendute insieme nel pacchetto Tech a 500 euro.

MOTORI E CAMBIO
La scelta è ampia e si adatta a differenti esigenze. A partire da chi si può accontentare del 1.2 benzina aspirato (in versione da 82 cavalli, però) abbinato al cambio manuale (da 14.250). Per un utilizzo prettamente cittadino basta e avanza, altrimenti meglio puntare sul 1.2 turbobenzina da 110 cv (da 15.750), che può essere anche abbinato al cambio automatico sequenziale a 6 marce (1.500 euro) o sul turbodiesel, che c'è da 75 (da 15.000 euro) e 100 cv (17.150 euro). Il benzina turbo è il motore più brillante e in città consuma poco, soprattutto se abbinato al manuale. Il diesel da 100 cv rende di più se fate tanti chilometri a velocità costante, in autostrada e non. Il GPL? Si abbina al 1.2 aspirato da 82 cv (da 15.750 euro).


TAGS: citroën citroën c3 nuova citroen c3 guida all'acquisto