Pubblicato il 22/06/21

STA PER ARRIVARE Nelle prossime settimane si alzerà il sipario sulla nuova Audi RS3, la risposta della casa di Ingolstadt nella lotta con BMW e Mercedes (con la sua A45 AMG S da 420 CVnel segmento delle hot hatch ad alte prestazioni. Abbiamo già visto le nuove berlinette dei Quattro Anelli in versione camuffata, in compagnia del resto della gamma Audi Sport, ma oggi possiamo finalmente anticiparvi qualcosa di più.

IL MOTORE DI AUDI RS3 

Nuova Audi RS3 Sportback 2021: visuale di 3/4 anteriore

400 CV DI ADRENALINA I primi dati tecnici ufficiali, innanzitutto: come abbiamo già anticipato nei mesi scorsi, sotto il cofano della nuova Audi RS3 (disponibile sia in versione Sedan a tre volumi sia Sportback a due volumi) batte il 5 cilindri da 2.480 cc della RS Q3, con 400 CV (294 kW) e una coppia portata a 500 Nm, 20 in più della configurazione precedente. Lo scatto da 0 a 100 km/h è coperto in 3,8 secondi (con il Launch Control). La trazione, naturalmente, è integrale.

Nuova Audi RS3 Sportback 2021: il frontale con la nuova griglia

TRE VELOCITÀ DI PUNTA Il cinque cilindri Audi mette a disposizione tutta la coppia massima da 2.250 a 5.600 giri al minuto. La potenza massima è disponibile prima e più a lungo rispetto al modello precedente, da 5.600 a 7.000 giri. Grazie anche a una nuova centralina, inoltre, la velocità di risposta delle singole componenti dell’auto è aumentata. La velocità massima della RS3 (sia Sedan che Sportback) è di 250 km/h limitata elettronicamente; su richiesta è possibile “sbloccarla” fino a 280 km/h, sempre autolimitata. Se neppure questa dovesse bastare, il pacchetto RS Dynamic - che aggiunge anche i freni carboceramici - porta l’auto a 290 km/h, senza limitatore. Che ne pensate? Ce n’è abbastanza per impensierire Mercedes? Dite di no? Aspettate di leggere del RS Torque Splitter.

AUDI RS TORQUE SPLITTER

Nuove Audi RS3 Sportback e Sedan: il nuovo RS Torque Splitter

Accompagnato dal telaio ad assetto dinamico, il nuovo differenziale posteriore sviluppato da Audi Sport debutta per la prima volta su una vettura di serie della casa di Ingolstadt, e promette di alzare l’asticella in termini di dinamica di guida e di tenuta di strada. Diversamente dalle soluzioni utilizzate in passato (come il differenziale elettronico e quello con singola frizione a dischi multipli), il nuovo ripartitore di coppia di Audi sfrutta una frizione a dischi multipli per ogni assale, destro e sinistro: entrambe le frizioni sono controllate elettronicamente. Nella guida sportiva questa soluzione aumenta la coppia alla ruota esterna posteriore con maggior carico, riducendo in maniera significativa il sottosterzo. In buona sostanza, nelle curve a sinistra trasmette maggior coppia alla ruota posteriore destra, e nelle curve a destra alla posteriore sinistra. Sui rettilinei la coppia viene divisa tra le due ruote. La riduzione del sottosterzo permette anche di accelerare prima in uscita di curva.

Nuova Audi RS3 Sedan 2021: impegnata in un drift

ANCHE PER DRIFTARE Il Torque Splitter può essere anche utilizzato “al contrario”, ossia per aumentare in maniera sensibile il sovrasterzo di potenza, e divertirsi a portare l’auto alle sbandate controllate. A patto di farlo solo in pista, si capisce. Selezionando l’apposita modalità di guida, infatti, il ripartitore di coppia può portare tutta la potenza motore a una sola delle ruote posteriori, fino a un massimo di 1.750 Nm di coppia. In caso di sovrasterzo involontario, il Torque Splitter aiuta a recuperare l’errore mandando più coppia alla ruota interna alla curva.

Nuova Audi RS3 Sedan 2021: il posteriore sportivo

COME FUNZIONA Ciascuna delle due frizioni a dischi multipli dispone di una propria centralina di controllo, che riceve i dati dai sensori del controllo elettronico di stabilità, oltre che ai valori di accelerazione longitudinale e laterale, angolo di sterzo, pressione dell’acceleratore, marcia selezionata e l’angolo di imbardata. In base alle richieste e alla modalità di guida scelta, una frizione si “chiude” e toglie coppia all’asse a cui è collegata, permettendo così di far arrivare più potenza all’altro.

LE MODALITÀ DI GUIDA DI AUDI RS3 

Nuova Audi RS3 Sportback 2021: le camuffature con l'ordine di accensione dei cilindri

La nuova Audi RS3 ha ben sette modalità di guida: quelle più o meno “tradizionali” che si trovano anche sui modelli più tranquilli (comfort, auto, dynamic ed efficiency), affiancate però dalle modalità specifiche RS Individual, RS Performance e RS Torque Rear, che gli ingegneri tedeschi chiamano amichevolmente “oversteer mode”, modalità sovrasterzo. Quest’ultima permette di trasformare la berlina tedesca in una vettura da drift, ed è quella più adatta (insieme a dynamic) per chi vuole scatenare l’auto in pista. RS Individual consente invece di configurare ogni parametro in base alle proprie esigenze. La scelta della modalità di guida influenza il comportamento del RS Torque Splitter, ovviamente, ma anche delle caratteristiche del motore e della trasmissione, della rigidità dello sterzo, delle sospensioni adattive e delle farfalle allo scarico. 

Nuova Audi RS3 Sportback 2021: sette modalità di guida

UN SETUP DA PISTA La modalità RS Performance Mode beneficia della messa a punto certosina fatta dagli ingegneri tedeschi sulla risposta di motore e trasmissione, ma è ottimizzata in maniera particolare per le gomme da gara semi slick Pirelli P Zero Trofeo R, disponibili per la prima volta come optional della casa. Con la scelta di questa modalità l’auto cerca di mantenere il più possibile la traiettoria, riducendo sovrasterzo e sottosterzo, così da poter seguire al meglio le traiettorie ideali e spuntare tempi migliori.

LA MECCANICA DI AUDI RS3

Nuova Audi RS3 Sedan 2021: visuale laterale

Per quanto riguarda le altre componenti dell’auto, Audi RS3 monta una raffinata meccanica con regolazioni e setup esclusivi:

  • SOSPENSIONI: quelle di serie hanno montano molle specifiche per la RS3, capaci di una risposta molto veloce e di adattarsi assai rapidamente alle diverse condizioni della strada. Su richiesta è possibile ordinare le sospensioni adattive, che modificano in tempo reale, nell’arco di pochi millisecondi, ogni singola molla sulla base delle situazioni e della modalità di guida scelta. Nella modalità RS Performance sono disponibili tre ulteriori curve caratteristiche per le sospensioni.
  • CORPO VETTURA: rispetto alla S3 è più basso di 10 millimetri, a sua volta ribassata di 15 mm rispetto alla A3 standard. Questo ha permesso di abbassare ancora il baricentro dell’auto. Sospensioni McPherson all’anteriore, multi-link a quattro braccetti al posteriore con barra tubolare stabilizzatrice.
  • ANGOLI DI CAMBER: per garantire il massimo del grip, Audi RS3 ha un grado in meno per la campanatura anteriore rispetto alla A3 standard, e di mezzo grado al posteriore
  • STERZO PROGRESSIVO: il setup dello sterzo è specifico per la RS3, con un rapporto di demoltiplicazione che dipende dalla modalità di guida scelta e dall’angolo di sterzata: man mano che aumenta, il rapporto si riduce e lo sterzo si fa più diretto. 

QUANDO ARRIVA, E QUANTO COSTA AUDI RS3

Nuova Audi RS3 Sportback 2021: il nuovo sfogo dietro le ruote anteriori

La presentazione ufficiale di Audi RS3 senza camuffature e nella sua versione definitiva sarà nelle prossime settimane, mentre l'arrivo in concessionaria è previsto per l'autunno. Ancora nessuna notizia per quanto riguarda il prezzo. Il modello precedente, uscito dal listino Audi lo scorso ottobre, costava 55.500 euro. Il debutto del nuovo RS Torque Splitter lascia presagire un aumento di prezzo, che sapremo quantificare solo quando Audi comunicherà il listino ufficiale.


TAGS: video audi rs3 audi rs3 2021 rs torque splitter