Nissan e-Power: come funziona (in video) il nuovo ibrido di Qashqai e X-Trail
Novità auto

Nissan e-Power, l'auto elettrica che va a benzina. Eccola in video


Avatar di Claudio Todeschini , il 01/11/21

3 settimane fa - Nissan e-Power: come funziona (in video) il nuovo ibrido di Qashqai e X-Trail

Un paradosso, oppure la risposta agli scettici dell’auto 100% elettrica? Nissan ci crede, e lo porterà su Qashqai e X-Trail nel 2022. Il video

Il mondo dell’elettrificazione dell’auto è tutt’altro che semplice: oltre alle BEV (Battery Electric Vehicle), mosse da un motore elettrico alimentato da batterie, sono tante le tecnologie che le case hanno introdotto negli ultimi anni con l’obiettivo di ridurre emissioni, consumi, e migliorare l’efficienza dei loro veicoli. E ne sta per arrivare un’altra, prodotta da Nissan, chiamata e-Power.

QUALE IBRIDO? MHEV, HEV E PHEV

Nissan e-Power: un prototipo e-Power Nissan e-Power: un prototipo e-Power

Al momento il mercato delle auto ibride è diviso sostanzialmente in tre grossi segmenti: le MHEV, le HEV (o FHEV), e le PHEV. Di cosa si tratta?

MHEV (Mild Hybrid Electric Vehicle): auto con motore termico tradizionale, a cui è affiancata un’unità elettrica di piccole dimensioni e potenza contenuta, che aiuta il motore nelle partenze da fermo. La batteria ha una capacità ridotta, e si ricarica esclusivamente nelle frenate e nelle decelerazioni.

HEV (Hybrid Electric Vehicle), o FHEV (Full Hybrid Electric Vehicle): l’auto ha un motore termico tradizionale, a cui è affiancato uno - o più - motori elettrici di media potenza. Le batterie sono di dimensioni maggiori, e anche in questo caso si ricaricano solo nelle frenate e nelle decelerazioni. A differenza dei modelli Mild Hybrid, il powertrain elettrico è collegato alle ruote e può far muovere l’auto per qualche chilometro in modalità completamente elettrica.

PHEV (Plug-In Electric Vehicle): la struttura è analoga a quella delle ibride vere e proprie, ma le potenze in gioco sono superiori, così come la capacità delle batterie: questo vuol dire che l’auto può muoversi per qualche decina di chilometri in modalità puramente elettrica. Oltre che nelle frenate, le batterie possono essere ricaricate dalla rete domestica o dalle colonnine pubbliche tramite una presa di corrente (plug-in).

NISSAN e-POWER 

Accanto a queste tecnologie arriva quella sviluppata da Nissan, denominata e-Power, che ha già debuttato sulla citycar Note (in Giappone), e arriverà in Europa il prossimo anno su Qashqai e X-Trail.

VEDI ANCHE



COME FUNZIONA Il suo funzionamento è in realtà molto semplice: il motore collegato alle ruote motrici è quello elettrico, alimentato da una batteria. Accanto al motore elettrico ce n’è un altro, a benzina, il cui unico compito è quello di generare corrente per ricaricare la batteria. Nient’altro che un gruppo elettrogeno, insomma, come quelli utilizzati nei concerti. Oltre che dal motore a benzina, la batteria può essere ricaricata dalle frenate rigenerative.

Nissan e-Power: auto elettrica, generatore a benzina Nissan e-Power: auto elettrica, generatore a benzina

NON È UN RANGE EXTENDER Attenzione a non confondere la tecnologia e-Power con quella già utilizzata da altri costruttori per estendere l’autonomia delle proprie auto ibride o elettriche: in quei casi, il motore termico interviene solo quando la batteria (che si ricarica alla colonnina) è scarica, mentre qui è sempre in funzione.

COMPORTAMENTO Dal punto di vista di chi la guida, l’auto con tecnologia e-Power è in tutto e per tutto un’elettrica, e come tale beneficia di coppia istantanea, grande accelerazione in partenza, e un’erogazione fluida nella guida. Per il conducente, di fatto, il motore a benzina non esiste affatto, lavora “dietro le quinte” a regime costante, occupandosi solo di ricaricare gli accumulatori. 

I VANTAGGI DALL’E-POWER 

I vantaggi della tecnologia e-Power di Nissan sono molteplici: 

Nissan e-Power: già disponibile sulla piccola citycar Nissan Note Nissan e-Power: già disponibile sulla piccola citycar Nissan Note

NIENTE ANSIA DA RICARICA Il fatto che le batterie siano alimentate dal motore a benzina significa che i rifornimenti vengono fatti nei tradizionali distributori, collocati in maniera più che capillare sul territorio, e con grande rapidità. Per chi guida, non è richiesto nessun cambiamento di abitudini rispetto a un’auto con motore termico tradizionale.

CONSUMI Non essendo sottoposto ad accelerazioni, partenze e quant’altro, il motore gira a un regime costante, regolare, nelle migliori condizioni di funzionamento, con il massimo dell’efficienza possibile (superiore al 40%). Questo significa consumi ridotti, nell’ordine dei 5 litri per 100 km, ed emissioni altrettanto limitate.

MANUTENZIONE Anche in questo caso, l’utilizzo del motore termico come semplice generatore evita di dover utilizzare frizioni, cambio, cinghie e sistemi di distribuzione, costosi da realizzare e da mantenere. I tagliandi del motore a benzina dovrebbero essere limitati (cambio dell’olio e poco altro) e costare una frazione di quelli tradizionali.

Nissan e-Power: il motore e-Power di Nissan Note Nissan e-Power: il motore e-Power di Nissan Note

Secondo Nissan questa tecnologia rappresenta la soluzione perfetta per il periodo di transizione che stiamo attraversando: non costringe a stravolgere le proprie abitudini di vita (si fa ancora il pieno al distributore), ma permette di familiarizzare con l’auto elettrica, come si comporta e come si guida. Con l’obiettivo, di cui parlavamo nei giorni scorsi, di arrivare a un mercato completamente elettrificato entro il 2030.

QUANDO ARRIVA

Il primo modello ad arrivare in Europa con la tecnologia e-Power sarà il bestseller Nissan Qashqai (qui la nostra prova dell’ibrido “normale”), l’auto ideale per fare da apripista a questa innovativa soluzione ibrida. Il suo debutto nelle concessionarie è previsto per l’estate del prossimo anno, con prezzi vicini a quelli delle versioni a gasolio ormai abbandonate; i primi test per la stampa - quando potremo raccontarvi meglio come funziona davvero - dovrebbero partire nei prossimi mesi. In autunno sarà la volta del D-SUV X-Trail.

QUALE MOTORE Al momento non abbiamo specifiche tecniche ufficiali da parte di Nissan circa il powertrain e-Power di Qashqai. Il propulsore dovrebbe essere un quattro cilindri a benzina da 157 CV, mentre il motore elettrico lo stesso da 190 CV (140 kW) della prossima Nissan Ariya. Pochi i kWh della batteria agli ioni di litio, la cui carica è sempre assicurata dal motore a benzina. 
    
Nissan e-Power: già disponibile sulla piccola citycar Nissan Note Nissan e-Power: già disponibile sulla piccola citycar Nissan Note

NISSAN NOTE Il MY2021 della prima auto con tecnologia e-Power di Nissan monta un tre cilindri benzina da 82 CV e 103 Nm di coppia, mentre il motore elettrico collegato alle ruote anteriori eroga 116 CV e 280 Nm di coppia. È da poco disponibile anche una versione AWD con un secondo motore elettrico da 68 CV al posteriore. Consumi: 29,5 km/l per la versione a trazione anteriore, 23,8 km/l per quella a quattro ruote motrici. Il serbatoio è da 36 litri, il che equivale a un’autonomia teorica di oltre mille km per la versione FWD, e di 850 km per quella AWD.


Pubblicato da Claudio Todeschini, 01/11/2021
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox