Autore:
Michele Perrino
Pubblicato il 12/03/2020 ore 18:35

SUV DAL FUTURO Nissan lo ha presentato lo scorso ottobre al Tokyo Motor Show. Stiamo parlando di Ariya, il concept elettrico che ha tutta l'aria di poter essere il futuro Qashqai. Estetica semplice, moderna ma impatto imponente, grazie al frontale denominato shield (scudo) e ai cerchi da 21''. Scopriamolo insieme.

CAMBIANO LE ESIGENZE L'elettrico ci costringe (o meglio, ci permette) di riprogettare parti dell'auto che per noi sono così, da sempre. Si pensi, ad esempio, al frontale: griglie e radiatori per il raffreddamento del motore con l'elettrico non servono più. Ecco che, per Nissan ed i suoi designer, è questa l'occasione per sperimentare sul concept il V design, una sorta di scudo, come dicevamo poco fa. “Sostituendo la griglia convenzionale con questo scudo tecnologico – dotato di un’innovativa texture 3D le cui funzioni vanno oltre l’estetica – volevamo dare risalto alla tecnologia del veicolo, oltre la superficie”, ha spiegato Alfonso Albaisa, Senior Vice President of Global Design di Nissan. Non si tratta di mera estetica quindi, perché lo scudo racchiude al suo interno un radar e altri dispositivi di assistenza alla guida “In questo caso si tratta di un sensor radar e altre tecnologie che aiutano Ariya a leggere la strada e a visualizzare ciò che il conducente non è in grado di vedere”.

GLI INTERNI L'approccio di Nissan nel design dell'esterno si nota anche nell'abitacolo: è ampio, spazioso, quasi minimalista la plancia, dove trovano spazio pochi comandi tattili integrati ed un generoso display touch da 12,3''. Gli unici controlli fisici sono il pulsante di avvio, la manopola per azionare il monitor ed i comandi del climatizzatore, integrati nella sezione inferiore del cruscotto, in vero legno. Generoso lo spazio dedicato agli occupanti dei due posti anteriori, dove spicca un bracciolo di notevoli dimensioni la cui estensione diventa tunnel centrale.

CONCEPT OGGI, REALTÀ DOMANI Ariya incarna dunque la visione Nissan Intelligent Mobility: tecnologie elettriche e opzioni smart in grado di offrire esperienze di mobilità adattiva con l'obbiettivo di limitare al massimo rischi ed emissioni nocive. Ne sono l'esempio la tecnologia di assistenza alla guida ProPILOT (ora alla versione 2.0) e l'e-Pedal, il pedale che fa sia da acceleratore sia da freno quando rilasciato completamente. Insomma, le concept car sono da sempre uno strumento fondamentale per guardare al futuro, ma Ariya è un chiaro esempio di cosa dobbiamo aspettarci dai veicoli Nissan di domani. Magari, proprio dalla prossima generazione di Qashqai.

 


TAGS: nissan qashqai suv crossover elettrico Nissan Ariya