Pubblicato il 09/09/20

COSA BOLLE IN PENTOLA? Per il 2021 Land Rover ha in serbo interessanti novità per la nuova versione della mitica Defender (qui la nostra prova). La Casa inglese ha infatti reso noto che l’iconico fuoristrada verrà offerto con un inedito (per il modello) sistema propulsivo plug-in hybrid (PHEV), a cui sarà affiancato un nuovo motore Ingenium Diesel con tecnologia mild-hybrid (MHEV). Ma le sorprese non finiscono qui: anche gli allestimenti subiranno qualche modifica, con il debutto in gamma della versione X-Dynamic, pensata per sottolineare ancor di più l’identità avventurosa del 4x4 di Gaydon. Per ora in UK, successivamente anche in Italia.

Land Rover Defender PHEV: laterale

IBRIDO ALLA SPINA Disponibile sulla variante 110, il nuovo powertrain plug-in hybrid si chiama P400e e combina l’efficienza di una BEV con la prontezza di un benzina tradizionale. Come per Range Rover e Range Rover Sport, il punto di partenza è il 2 litri quattro cilindri in linea da 300 CV, a cui si sommano i 140 CV messi a disposizione dall’unità elettrica. In questa maniera l’output complessivo del sistema raggiunge i 404 CV. Defender 110 P400e dispone di una batteria agli ioni di litio da 19,2 kWh, che consente all’auto di percorrere a zero emissioni fino a massimo di 43 km. Le performance si confermano di tutto rispetto, con uno 0-100 km/h coperto in 5,6 secondi e una velocità di punta di 209 km/h. Anche i consumi si annunciano interessanti, con valori medi dichiarati dalla Casa che si attestano intorno ai 3,3 l/100 km. La ricarica degli accumulatori richiede 30 minuti se si utilizza una colonnina veloce da 50 kW, 7 ore invece se si decide di attaccare l’auto alla presa di casa.

DIESEL EFFICIENTE Parallelamente all’introduzione di Defender 110 PHEV, Land Rover conta di lanciare anche il propulsore Ingenium Diesel equipaggiato con sistema mild-hybrid., lo stesso che è associato sempre anche a Range Rover e Range Rover Sport. Al vertice della gamma si piazzerà dunque l’inedito D300 MHEV 6 cilindri in linea, che su Defender 90 è in grado di esprimere 300 CV di potenza massima e 650 Nm di coppia, scattando da 0 a 100 orari in 6,7 secondi. La tecnologia mild-hybrid contribuisce a una riduzione dei consumi attraverso il recupero dell'energia normalmente persa in frenata o in decelerazione, cui si aggiunge l’efficiente sistema Stop/Start che spegne il motore a ruote ferme. Sempre basate sullo stesso Ingenium sei cilindri in linea MHEV, restano in gamma le versioni D200 e D250 rispettivamente da 200 CV e 250 CV.

Nuova Land Rover Defender: ora anche PHEV in UK

X-DYNAMIC Il nuovo allestimento X-Dynamic rende ancor più interessanti i connotati stilistici di nuova Defender. Debuttano dunque una serie di miglioramenti che offrono al “Def” un look robusto e massiccio, grazie a dettagli estetici esclusivi che comprendono: i cerchi in lega con finitura Satin Dark Grey/Gloss Black, le calotte degli specchietti retrovisori Narvik Black e le piastre anteriori e posteriori con finitura Silicon Satin. All'interno, troviamo invece battitacco in metallo e sedili Robustec con finiture bicolore. Il Robustec è un materiale solido e protettivo ispirato ai tessuti utilizzati in situazioni estreme, resistente a usura e abrasioni. Maggiori info seguiranno circa prezzi e tempi di uscita. 


TAGS: land rover nuova land rover defender Defender plug-in hybrid 2021