Pubblicato il 13/03/2020 ore 11:01

STOP Dopo la cancellazione del Salone di Ginevra, la posticipazione del New York Auto Show e l’annullamento del Gran Premio di F1 a Melbourne, anche Automobili Lamborghini è costretta a dare forfait causa Coronavirus. Lo stabilimento di Sant’Agata Bolognese rimarrà infatti chiuso a partire da oggi, venerdì 13 marzo. Si tratta comunque di una misura temporanea: la riapertura della linea produttiva è infatti prevista per il prossimo 25 marzo, ma si ha la sensazione che tutto dipenda da come si evolverà l’emergenza Covid-19. La comunicazione ufficiale arriva direttamente dal CEO dell’Azienda Stefano Domenicali: “Questa misura è un atto di responsabilità sociale e di sensibilità nei confronti del nostro personale, dovuta alla situazione emergenziale generata dalla diffusione, in Italia e all’estero, del Coronavirus”.

Stefano Domenicali, CEO di Automobili Lamborghini

CHIUSURA Nello stabilimento di Sant’Agato Bolognese lavorano all’incirca 1.800 persone, 900 delle quali impegnate direttamente sulle linee produttive. Al momento, per fortuna, non sono stati registrati casi fra i dipendenti. L’Azienda ha comunque preferito, in via precauzionale, sospendere tutte le attività. È la prima volta che la Casa del Toro stabilisce uno stop così prolungato. In 63 anni di storia, la “Lambo” non si era mai fermata per così tanto tempo. La serrata avrà inevitabili conseguenze sui profitti: l’Azienda ha chiuso il 2019 con numeri record e sarà difficile replicarli nel 2020. Automobili Lamborghini non è comunque quotata in borsa, non ci sono dunque azionisti a premere per la riapertura immediata della produzione.

 


TAGS: automobili lamborghini Coronavirus CoViD-19