Pubblicato il 07/01/2020 ore 11:06

INDIETRO TUTTA Per la gioia dei puristi della guida e della velocità, Lamborghini presenta la versione a trazione posteriore della sua “piccola” supercar, la Huracán EVO RWD che, come dice il nome, abbandona la trazione integrale per concentrare tutta la potenza del motore sull’asse posteriore. Rispetto alla quattro ruote motrici, la EVO RWD perde 33 kg, scendendo a un totale di 1389; il motore rimane il V10 aspirato da 5,2 litri, che passa da 640 a 610 CV complessivi, per una potenza di 560 Nm a 6500 giri, 40 in meno della EVO “normale”. Invariato il cambio robotizzato a 7 marce con Launch Control. Impressionanti, come sempre, le prestazioni pure: 325 km/h di velocità massima, e uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,3 secondi.

POTENTE MA ABBORDABILE La casa di Sant’Agata Bolognese propone la EVO RWD come modello d’attacco per chi vuole avvicinarsi al mondo Lamborghini, con una vettura da sogno, prestazioni incredibili ma una dinamica comunque equilibrata e un comportamento gestibile anche da chi non mastica pane e motori. Merito di questo risultato va anche al Performance Traction Control System (P-TCS), ri-calibrato appositamente per la trazione posteriore della RWD, capace di trasmettere coppia alle ruote anche durante il riallineamento a seguito di derapate o sbandate laterali, garantendo così maggior trazione in ogni situazione.

Visuale posteriore della Huracan EVO RWD

TRE MODALITÀ DI GUIDA Il selettore ANIMA (Adaptive Network Intelligent Management) di Lamborghini permette di selezionare tre diverse modalità di guida: Strada, per ridurre al minimo lo slittamento delle ruote posteriori, e che si occupa di gestire anche la trasmissione di coppia su superfici a bassa aderenza; Sport invece disattiva il controllo di trazione nelle fasi di accelerazione per garantire il massimo divertimento al volante; Corsa è calibrato invece per intervenire il meno possibile, lasciando che le ruote slittino quando serve, ottimizzando trazione e agilità in uscita di curva, lasciando al pilota margine per spremere la macchina al massimo delle sue prestazioni. Il peso ridotto è stato ottenuto grazie a un telaio ibrido che unisce alluminio e fibra di carbonio, e la scocca in resina termoplastica e alluminio, raggiungendo il rapporto peso/potenza di 2,28 kg/CV. I pesi sono distribuiti 40/60 tra anteriore e posteriore, mentre le sospensioni sono a doppio triangolo con quadrilateri sovrapposti e ammortizzatori passivi. 

FUORI CAMBIA POCO Le modifiche estetiche si limitano agli pneumatici Pirelli P Zero da 19” progettati specificamente per questo modello, un paraurti anteriore rivisto con prese d’aria laterali più ampie e un nuovo splitter frontale. Dietro, gli sguardi più attenti noteranno un nuovo diffusore posteriore in colore nero lucido. Come per gli altri modelli Lamborghini, è comunque disponibile il programma Ad Personam che consente di ritagliarsi la propria Lambo su misura, con una pletora sterminata di opzioni di personalizzazione per finiture e colori.

IN ARRIVO A MARZO La Lamborghini Huracán EVO RWD dovrebbe essere consegnata ai primi clienti a primavera, a un prezzo consigliato che sfiorerà i 195mila euro.


TAGS: supercar lamborghini Lamborghini Huracan EVO RWD