Pubblicato il 23/03/21

ANCHE IN ITALIA Dopo le anticipazioni di settembre, e le prime immagini della versione sportiva N Line, arriva finalmente il momento della presentazione ufficiale del nuovo SUV compatto coreano. A quattro anni dal debutto, e dopo aver venduto quasi 250mila unità in Europa (di cui quasi 34mila solo in Italia), Kona è sottoposto a un corposo restyling che coinvolge tutta la vettura: dentro, fuori, ma soprattutto sotto il cofano. Andiamo a curiosare più da vicino.

Hyundai Kona 2021: il restyling del SUV compatto

COME CAMBIA FUORI

Hyundai Kona 2021 N Line: visuale frontale

Come sempre, le novità principali si concentrano nel frontale, caratterizzato da un look più sportivo, ripreso anche nel resto della vettura. La griglia anteriore è più grande e divisa in due parti, mentre i caratteristici gruppi ottici su due livelli (completamente full LED) sono ora maggiormente integrati nel muso. Eliminata la sottile fenditura tra calandra e cofano, che torna solo - spezzettata in tre parti - nell’allestimento N Line. Vistosa la piastra protettiva per il motore di color alluminio. Analogo lavoro svolto anche al posteriore, dove i gruppi ottici a sviluppo orizzontale sono stati leggermente ridisegnati, e quelli nella parte bassa dell’auto meglio integrati nel design complessivo. Rimane molto muscolosa e scolpita la fiancata, con una profonda nervatura che corre sopra il profilo delle maniglie. Inedito anche il disegno dei cerchi in lega, da 17” e 18”. 

Hyundai Kona 2021 Full Hybrid: visuale laterale

DIMENSIONI L’attuale Kona misura 4.205 mm da paraurti a paraurti, 40 mm in più rispetto al modello di cui prende il posto. Invariata la larghezza di 1.800 mm, così come l’altezza di 1.565 mm. Identico anche il generoso passo, di 2.600 mm. Invariata anche la capacità del bagagliaio, che con il divano in posizione d’uso offre una capienza di 361 litri, che diventano 1.143 con gli schienali abbassati.

N LINE Decisamente più sportivo il look dell’allestimento N line: ai lati del paraurti frontale di disegno specifico troviamo due piccole pinne verticali con funzioni aerodinamiche. Vistose le minigonne laterali in tinta con la carrozzeria, come i passaruota (che negli allestimenti normali sono di colore nero). Il nero opaco prende il posto delle finiture alluminio dei pannelli sottoporta, delle cornici dei finestrini e delle calotte degli specchietti retrovisori.

LE NOVITÀ IN ABITACOLO

Hyundai Kona 2021 N Line: gli interni

Nessuno stravolgimento neppure all’interno, dove i designer hanno cercato di lavorare sulla funzionalità complessiva, e sulla qualità percepita, grazie all’uso di nuovi materiali e finiture. I cambiamenti sono davvero minimi (del resto, se una cosa funziona...), e riguardano una miglior disposizione di alcuni comandi - come quelli del climatizzatore, ora a “pianoforte” - e il freno a mano elettrico di serie per tutti i modelli. Moderne le luci ambientali per conducente e passeggero, nel tunnel centrale e nella parte bassa dell’abitacolo.

Hyundai Kona 2021 Electric: gli interni

TUTTO DIGITALE I quadranti analogici del cruscotto vengono sostituiti da un display digitale da 8” ricco di informazioni, che affianca il touchscreen a centro plancia da 10,25”. Di serie, la connettività wireless dei servizi Apple CarPlay e Android Auto sullo schermo centrale, con la possibilità di connettere più di un dispositivo Bluetooth. Per i passeggeri posteriori, infine, una sempre comoda porta USB per ricaricare il proprio device. Per la versione N Line, sedili sportivi con cuciture rosse a contrasto, pedaliera in metallo e logo N sul pomello del cambio.

TECNOLOGIA E SICUREZZA

Le novità riguardano anche l’infotainment: oltre all’assistente vocale per impartire comandi in linguaggio naturale, il sistema permette di sfruttare la connessione alla rete per il traffico in tempo reale, informazioni su posizione e costo dei parcheggi nelle vicinanze, e di tenere traccia del luogo in cui si è lasciata l’auto, così da poterla ritrovare facilmente dallo smartphone.

Hyundai Kona 2021 N Line: visuale di 3/4 posteriore

ADAS Il sistema di guida assistita Hyundai Smartsense prevede, di serie per tutti gli allestimenti, aiuti come la frenata autonoma d’emergenza con rilevamento di veicoli, pedoni e cicli, il mantenimento al centro della corsia e il rilevamento della stanchezza del conducente. Su richiesta si possono poi avere il Blind Spot Collision Warning per il monitoraggio dell’angolo cieco, il Rear Cross Traffic Collision Warning per le manovre in retromarcia, il Blind Spot Collision Avoidance e Rear Cross Traffic Collision Avoidance che intervengono in maniera attiva su angolo cieco e possibili collisioni, e il cruise control adattivo Smart Cruise Control. Da ultimo, disponibile anche il Rear Seat Alert per avvertire se è rimasto qualcosa - ma soprattutto qualcuno - sui sedili posteriori quando si scende dall’auto.

I MOTORI

Hyundai Kona 2021 Full Hybrid: visuale posteriore

Decisamente ampia la gamma di propulsori del nuovo SUV compatto coreano, sempre più elettrificata. Il listino attacca con il 1.0 benzina da 120 CV, disponibile anche con sistema ibrido leggero a 48 V. Solo mild hybrid la motorizzazione a gasolio, con il 1.6 CRDi da 136 CV, disponibile con cambio manuale, l’automatico a doppia frizione, quest’ultimo in versione con due e quattro ruote motrici.

FULL HYBRID Debutta la versione ristilizzata anche della motorizzazione Full Hybrid, che in Italia rappresenta il 50% del mercato di Kona: il motore 1.6 benzina da 105 CV è affiancato da un elettrico da 43,5 CV, per una potenza di sistema complessiva di 141 CV e 147 Nm di coppia, abbinato a un cambio doppia frizione DCT da sei rapporti.

ANCHE ELETTRICA

Hyundai Kona 2021 Electric: visuale di 3/4 anteriore

Profondamente rivisto il design della versione BEV di Kona, che si presenta in maniera ancora più originale che in passato. Come il modello che va a sostituire, anche la nuova Kona Electric monta un motore elettrico con due diversi tagli di potenza e di batteria: la più tranquilla versione con motore da 136 CV e batteria da 39,2 kWh, con un’autonomia (nel ciclo WLTP) di 305 km, e la più pimpante versione con 204 CV e batteria da 64 kWh, per un’autonomia complessiva di 484 km (che diventano 660 nel ciclo urbano).

ALLESTIMENTI E PREZZI

Nelle versioni con motore termico e mild hybrid, la nuova Kona è proposta in tre diversi allestimenti: XTech, XLine ed N Line, con un listino che parte da 22.000 euro per il 1.0 termico da 120 CV. La versione X Line comprende l’avviamento senza chiave, telecamera posteriore, cruscotto digitale di maggiori dimensioni e ricarica wireless per gli smartphone.

Hyundai Kona 2021 Electric: la presa di ricarica

I MODELLI A BATTERIA La versione Full Hybrid è invece disponibile negli allestimenti XTech, XLine e XClass con un listino che parte da 27.150 euro. Kona Electric amplia la gamma originale con tre allestimenti: XTech City, XLine e XClass, con un listino che attacca da 35.850 euro (e che può beneficiare degli incentivi statali, che per le elettriche hanno ancora parecchi fondi).

GARANZIA LUNGA Come le altre Hyundai vendute in Italia, la garanzia è di 5 anni e km illimitati; per la batteria del modello elettrico, gli ormai consueti 8 anni  e 160.000 km di percorrenza.


TAGS: bev suv elettrico Hyundai Kona kona restyling Kona N Line Hyundai N Line