Anteprima:

Ford S-Max


Avatar Redazionale , il 20/02/06

15 anni fa - S come Sport e come Spazio.

Liscia o gassata? Il dubbio amletico arriva anche nel mondo delle monovolume. Accanto alla tranquilla Galaxy, la Ford propone anche questa pepata variante, pensata per chi proprio non vuole rinunciare al piacere di guida.

RICETTA DELLA CASA Dopo essersi fatta le ossa con le monovolume di taglio sportivo con la compatta C-Max, la Ford prova a riproporre la stessa ricetta aumentando però le dosi. Questa volta l'idea della Casa è quella di mettere a tavola, o meglio a bordo, non solo cinque ma fino a sette persone. Che il ceppo etnico e la filosofia restino gli stessi lo conferma anche il nome del nuovo modello che farà da primadonna nello stand di Ginevra: S-Max. Questa monovolume impiega la stessa base telaistica della nuova Galaxy ma le differenze tra i due modelli sono sufficienti a escludere future lotte intestine nelle concessionarie.

VOLTA PAGINA La S-Max è portabandiera della nuova scuola stilistica della Casa dell'Ovale, il cosiddetto kinetic design. Molti elementi contribuiscono a rendere le sue forme decisamente filanti e atletiche. Apre le danze un frontale spiovente ma che mantiene comunque una precisa identità. La sua forma trova continuità in un padiglione tra i più bassi della categoria, con i suoi 161 cm, mentre a chiudere in bellezza il tutto provvede un portellone appena bombato.

BRANCHIE I particolari grintosi non mancano, a partire dalle nervature che segnano il cofano motore e le fiancate all'altezza delle maniglie. Ai lati della mascherina, in posizione insolitamente rialzata e centrale, spiccano due piccoli fendinebbia circolari. Alle estremità del paraurti, là dove cioé vengono sistemati di norma, ci sono invece curiose prese d'aria a forma di branchia, che fanno il paio con le feritoie che si aprono nella parte posteriore dei passaruota.

NON FA SOLO SCENA La S-Max non si limita a fare scena e ha motori che le permettono di definirsi sportiva senza rischiare di finire in tribunale per millantato credito. Punta di diamante della gamma è il Duratec 2.5 turbo da 220 cv che spinge anche la Focus ST ma il suo compito è più di facciata che altro. A fare i numeri sul mercato saranno l'altro Duratec 2.0 da 145 cv e, soprattutto, i tre turbodiesel TDCi: 1.8 da 125 cv, 2.0 FAP da 130 cv e 2.0 da 140 cv, disponibile con e senza filtro antiparticolato. Anche l'assetto asseconda le ambizioni della S-Max, con baricentro più basso e sospensioni più rigide rispetto alla Galaxy. Per i piloti dal palato fine la Ford propone pure le sospensioni attive CCD con controllo continuo dello smorzamento che, con l'Esp, vengono gestite in modo integrato dal sistema di controllo interattivo sulle dinamiche del veicolo IVDC.

PER CINQUE O SETTE In mezzo a tanta sportività, la S-Max non si scorda comunque di essere pur sempre una monovolume, un'auto che deve quindi essere prima di tutto pratica, spaziosa e versatile. Rispetto alla vecchia Galaxy, l'abitacolo è più largo, più lungo e più alto. Al suo interno possono trovare posto cinque o sette passeggeri, con gli ultimi due sistemati in terza fila in modo neanche tanto di fortuna. La S-Max impiega il Ford FoldFlatSystem, che permette di ripiegare individualmente i sedili fino a farli scomparire nel pavimento, così da ottenere una superficie piatta.

A TUTTO VOLUME In versione a sette posti, l'abitacolo può assumere 32 configurazioni diverse mentre rinunciando alla terza fila si può ordinare un piano di carico estraibile che semplifica la vita quando ci si dedica ai trasporti eccezionali. Con tutti i sedili posteriori abbassati, il volume utile è di 2.000 litri e la superficie disponibile è lunga 2 metri e larga 1,15. Per le piccole esigenze di ogni giorno si contano invece 26 vani sparsi qua e là per l'abitacolo, per una capacità totale di ulteriori 90 litri.

DA DEFINIRE Per il momento gli allestimenti e le dotazioni restano ancora da definire, come pure i prezzi. Che diventino o meno standard, nella lista degli equipaggiamenti è però certa la presenza di accessori di pregio. Tra questi spiccano il sistema d'intrattenimento DVD per i passeggeri posteriori, il sistema di assistenza per le partenze in salita HLA e un tetto panoramico.


Pubblicato da Paolo Sardi, 20/02/2006
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox