Novit?

Ford SAV Concept


Avatar Redazionale , il 11/03/05

16 anni fa - Sportiva fuori, trasformista dentro.

La Ford si prepara a un'offensiva nel settore delle monovolume. Lo svela questo prototipo apparso a Ginevra, da cui deriverà un modello assolutamente inedito e con un marcato temperamento sportivo.

STRANI INCROCI Qui bisogna mettersi un po' d'accordo. A furia di coniare sigle differenti per nuove tipologie di crossover si rischia di fare non poca confusione. Il rischio, poi, si fa certezza matematica quando la stessa sigla viene utilizzata da Case diverse per auto che tra loro hanno in comune giusto il fatto di viaggiare su quattro ruote. Come nel caso della Ford, che a Ginevra ha presentato la Sports Activity Vehicle Concept, SAV per gli amici. Ma lo stesso acronimo non lo aveva usato già la BMW per la X3? Bah...

UN PASSO AVANTI

Lungi dall'essere cugina di una SUV come l'omonima bavarese, la SAV della Ford è una monovolume di taglio molto sportivo. Questo prototipo porta dunque alle estreme conseguenze i concetti ispiratori della C-Max, rispetto alla quale la SAV segna anche un sensibile incremento delle dimensioni. Tanto che la stessa Ford colloca idealmente questa concept tra la Mondeo e la Galaxy.

NUOVE FRONTIERE

Misure a parte, la SAV Concept rappresenta una svolta importante dal punto di vista stilistico per la Ford, visto che, per stessa ammissione della Casa, svela alcune delle linee guida che caratterizzeranno il family feeling dei vari modelli futuri. L'elemento più caratterizzante è senza dubbio il frontale, molto affusolato, con una forma che ricorda un po' la testa di un serpente. A incattivire il look danno un bel contributo i dettagli di contorno, come i piccoli fendinebbia, curiosamente piazzati a ridosso della mascherina, e le prese d'aria che si aprono nel paraurti, messe in risalto da cornici in alluminio spazzolato.

ALLA MODA

Anche i finestrini laterali hanno il loro bravo bordino metallico. A sottolinearli c'è un'ampia scanalatura che solca la fiancata partendo da un grintosissima apertura nel passaruota anteriore. Proprio i passaruota seguono la moda imperante, che li vuole molto marcati e voluminosi, anche se qui la loro forma è dettata pure dall'esigenza di ospitare cerchi da ben 21 pollici. In coda, invece, colpiscono la scelta di abbandonare le luci a sviluppo verticale e la particolare forma del paraurti, con diffusori aerodinamici e terminali di scarico a filo a dare un tocco pistaiolo.

SIMSALABIM

Le novità più interessanti si concentrano però nell'abitacolo, che vanta doti di trasformismo degne di Arturo Brachetti. Se in configurazione normale i cinque sedili profilatissimi sono disposti in modo tradizionale, con i tre posti posteriori allineati, basta premere un pulsante per assistere a una vera e propria rivoluzione. Grazie a motorini elettrici, il sedile centrale può infatti arretrare nella zona bagagliaio, scorrendo su appositi binari fino a incastrarsi tra due trolley integrati che fungono da braccioli. Contemporaneamente, i due sedili laterali si spostano un po' al centro, offrendo ai passeggeri più spazio in ogni direzione.

AVRA' UN SEGUITO

Una simile soluzione, per quanto spettacolare, pare però difficile che trovi a breve applicazioni in campo produttivo. Allo stesso modo, tipiche da Salone sono le finiture che alternano ancora una volta l'alluminio a elementi in arancione. Tutto ciò non toglie però che la SAV Concept sia una proposta terribilmente concreta, dalla quale è lecito aspettarsi sviluppi in tempi anche ragionevolmente brevi. D'altronde non è un mistero che l'attuale Galaxy sia ormai assediata da giovani e temibili rivali e che occorrano rinforzi.
Pubblicato da Paolo Sardi, 11/03/2005
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox