Pubblicato il 06/05/21

COLONNINE PER TUTTI Si dice sempre che uno dei principali ostacoli alla diffusione delle auto elettriche è l’infrastruttura di ricarica. Nel Regno Unito le cose sembrano cominciare a muoversi nella giusta direzione. Se guidate lungo l’autostrada M6 inglese, e arrivate alla stazione di servizio di Rugby, appena inaugurata, potreste trovarvi davanti a uno scenario che ogni possessore di auto elettrica (o che vorrebbe comprarne una) ha sempre sognato: 12 colonnine di ricarica rapida fino a 350 kW a disposizione di tutti

Gridserve ed Ecotricity: le nuove colonnine di ricarica in UK

CONT(R)ACTLESS Le dodici “pompe” sono realizzate da Tritium, hanno una potenza di ricarica massima fino a 350 kW, il che vuol dire mettere nel “serbatoio” un centinaio di chilometri in poco più di tre minuti. A rendere il servizio ancora più interessante è il fatto che non è vincolato ad alcun contratto/servizio/gestore. Le pompe sono contactless: si avvicina una carta di debito/credito qualunque, e si paga. Il costo? Bassissimo: 30 pence a kWh, ossia 35 centesimi (decisamente meno rispetto ai 79 centesimi di altri gestori di ricarica rapida).

È SOLO L’INIZIO Quella di Rugby è solo la prima delle stazioni che verranno aperte lungo le motorway inglesi nei prossimi mesi, grazie alla collaborazione tra il gestore green Ecotricity e la società di infrastrutture Gridserve, nell’ambito del progetto Electric Highway. Nel corso dell’estate le colonnine da 50 kW già presenti sul territorio britannico che appartengono a questa rete verranno sostituite con quelle da 350 kW.


TAGS: auto elettrica tesla ricarica regno unito gridserve ecotricity electric highway