Pubblicato il 27/11/20

S POWER La parola chiave del 2020 è SUV coupé, un termine che se inserito in un contesto come Audi Q5 fa saltare il banco. E così dopo il reveal di Q5 restyling, e a stretto giro di posta della variante di carrozzeria Q5 Sportback, dopo inoltre avere fatto conoscenza (ancora da remoto) con nuova Audi SQ5 TDI, a completare il puzzle pensa lei, SQ5 Sportback TDI. Come è facile immaginare, le caratteristiche tecniche e stilistiche - al netto delle differenze estetiche - sono tali e quali a SQ5 standard, tecnologia diesel mild hybrid inclusa. Ma vale la pena snocciolarle. Come antipasto, in gallery trovate un breve video.

IL MOTORE Anche Audi SQ5 Sportback TDI ingoia dunque sotto il cofano il 3 litri diesel 6 cilindri a V da 341 CV di potenza e 700 Nm di coppia motrice, costante da 1.750 a 3.250 giri/min. Un attuatore nel sistema di scarico modula il tono di voce ed è parte integrante dell'esperienza. Prestazioni? Da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi, velocità massima di 250 km/h limitata elettronicamente.

PRECISIONE MASSIMA Rispetto a SQ5 pre-restyling, il V6 3.0 TDI è stato migliorato sotto molti aspetti. I pistoni sono in acciaio forgiato anziché alluminio per ridurre le perdite di calore e aumentare di robustezza, senza alcuna penalizzazione in termini di peso. A loro volta, gli iniettori delle elettrovalvole sono in grado di iniettare il carburante con un livello di precisione più elevato grazie a un nuovo sensore piezoelettrico che controlla la chiusura dell'ago. Può eseguire fino a otto singole iniezioni per ciclo di lavoro. Il turbocompressore ruota a velocità maggiore, infine l'intercooler ora funziona tramite un nuovo refrigeratore acqua-aria indiretto nella V interna del motore.

IBRIDO SOFT Il sistema mild hybrid 48V (MHEV) recupera fino a 8 kW di potenza durante la decelerazione, mentre l'elettricità della batteria agli ioni di litio consente a SQ5 Sportback di avanzare a motore diesel spento, per inerzia, fino a 40 secondi: esaurita l'energia, l'alternatore di avviamento a cinghia riavvia il motore termico. Altro elemento costitutivo della rete a 48 Volt è inoltre il compressore elettrico (EPC): quando si parte e si accelera da bassi regimi di rotazione, accelera l'accumulo della pressione di sovralimentazione e garantisce che il 3.0 TDI risponda ancora più spontaneamente. Come ogni altra unità TDI, anche il 3 litri di SQ5 Sportback si avvale infine della tecnologia a doppio dosaggio con due convertitori catalitici SCR per il post-trattamento dei gas di scarico, tecnologia grazie alla quale le emissioni rientrano abbondantemente al di sotto dei limiti fissati dalla normativa Euro 6d.

TRAZIONE E CAMBIO Sempre come su SQ5 TDI, la trasmissione è affidata al cambio automatico tiptronic a otto velocità, mentre la trazione integrale permanente quattro - che trasferisce la coppia in modo variabile secondo necessità agli assi anteriore e posteriore - può essere integrata, su richiesta, di differenziale sportivo che regola attivamente la distribuzione della coppia tra le ruote posteriori, indirizzando più coppia alla ruota esterna. 

DINAMICA Sospensioni a cinque bracci su ciascuna delle quattro ruote, ammortizzatori a controllo elettronico integrati nel sistema di gestione dinamica Audi drive select, cerchi da 20 pollici con pneumatici 255/45 (ma in alternativa sono disponibili cerchi da 21 pollici Audi o Audi Sport), pinze dei freni a sei pistoncini in alluminio e i dischi freni di diametro di 375 mm sull'asse anteriore. Rispetto a Q5 Sportback, l'assetto sportivo S con controllo degli ammortizzatori abbassa la carrozzeria di 30 mm.

DESIGN Dettagli distintivi sono le staffe verticali delle grandi prese d'aria laterali sul paraurti anteriore, le barre in filigrana che collegano tra loro i grandi favi ottagonali nella griglia single frame e i fari a LED di serie (optional i fari Matrix LED con abbaglianti automatici e indicatori di direzione dinamici). Il paraurti posteriore integra una staffa in alluminio opaco, sotto la quale si trovano l'inserto del diffusore e quattro terminali di scarico ovali cromati. Per i gruppi ottici, disponibile anche la nuova tecnologia OLED digitale. Gli interni di Audi SQ5 Sportback TDI sono di colore nero o grigio scuro, mentre i listelli sottoporta in alluminio illuminati sono decorati con loghi S. Cuciture a contrasto adornano i sedili e il volante. L'alluminio spazzolato è standard per gli intarsi, le alternative sono due design in carbonio e una finitura pianoforte.

QUANDO ESCE SQ5 Sportback TDI (come Q5 Sportback) uscirà dalla catena di montaggio nello stabilimento di San José Chiapa in Messico. Ordni già aperti, lancio sul mercato entro la prima metà del 2021.


TAGS: audi suv coupé Audi Q5 Sportback audi SQ5 sportback TDI