Autore:
Emanuele Colombo e Alessandro Perelli
Pubblicato il 21/02/2020 ore 18:00

UNA LOTTA AL CENTIMETRO Quella tra Germania e Inghilterra è una rivalità antica. L'Inghilterra vinse i mondiali di calcio di casa nel 1966, ma i tedeschi si presero la rivincita sui britannici in Messico nel 1970, in Italia nel 90 e in Sudafrica nel 2010. Ma la voglia di riscatto non si è spenta. Ecco perché, cambiando campo di gioco, l'Inghilterra a quattro ruote spariglia le carte, con un SUV dalle misure tutte sue. La nuova Land Rover Discovery Sport è lunga 4 metri e 60: una taglia intermedia tra quella della BMW X1 (4 metri e 45) e quella della ben più costosa X3. Basteranno 15 centimetri in più a darle il titolo 2020? Scopriamolo insieme.

BMW X1 vs Land Rover Discovery Sport

INTERNI A CONFRONTO Quando si tratta di SUV il politically correct va a farsi friggere e le dimensioni contano eccome. La più grande Land Rover vanta un bagagliaio più ampio, che va da 897 a 1.794 litri contro i 505/1.550 litri della BMW. Entrambe hanno un abitacolo molto spazioso e il divanetto posteriore scorrevole, per modulare la capacità di carico senza rinunciare ai passeggeri. Solo l'inglese, però, è disponibile anche in versione 7 posti: uno a zero, palla al centro. Netto il contrasto tra i due stili d'arredo: più classico ed elegante quello della Discovery Sport, più moderno quello della X1, con coreografiche luci ambient.

AL VOLANTE DELLA BMW Sempre in barba al politically correct taglia e peso vanno a braccetto e che la BMW X1 xDrive20d sia più leggera si sente subito. Sono circa 250 i chili di vantaggio, che si accompagnano a una minore altezza da terra: 183 mm contro 212. Il riusultato? Al volante della tedesca si provano sensazioni quasi da berlina: ci pensano le ampie regolazioni del sedile in altezza a darmi la possibilità di scegliere tra una seduta più sportiva o da autentico SUV... praticamente in piccionaia.

BMW X1: l'abitacolo

CHE SPINTA, QUEL MOTORE! Il volante di piccolo diametro si accompagna a uno sterzo diretto, che consente spazi di manovra contenuti in città e un gran divertimento tra le curve. Ben supportato da un assetto che, con il benestare del controllo di stabilità, mi permette di cesellare le traiettorie aiutandomi col gas. Entusiasmante il motore da 2 litri, 190 cavalli e 400 Nm, che ha un allungo sorprendente per un Diesel. Il cambio automatico a 8 rapporti fa la sua parte, rispondendo veloce alle palette dietro al volante. Quanto al comfort, la BMW X1 a gasolio ha sonorità piuttosto vellutate, quasi da benzina, ma gomme Pirelli Winter Sottozero un po' rumorose sul pavé. Le sospensioni lavorano bene su ondulazioni e sconnesso, risultando meno compiacenti sulle sollecitazioni più secche.

AL VOLANTE DELLA LAND ROVER Più alta da terra, la Land Rover dichiara di poter guadare corsi d'acqua profondi fino a 60 cm: logico che poi, su strada, tradisca un po' – ma solo un po' – la sua maggiore vocazione all'off-road. L'assetto, anche nella modalità di guida stradale, concede più movimento alle sospensioni nelle manovre rispetto alla BMW. Sulle prime, questo accentua la sensazione di pesantezza, ma ci si abitua presto e si finisce per apprezzare il maggiore comfort su tombini e pavé. Il tutto nonostante l'auto in prova abbia gomme ribassate, che certo non aiutano: dei monumentali Pirelli Winter Sottozero da 20 pollici.

IBRIDA A GASOLIO In velocità, l'assetto è comunque ben controllato e garantisce un'ottima tenuta di strada. Lo sterzo è meno diretto della X1 e ha una consistenza un po'artificiale: il feeling non è il suo forte. Bene l'insonorizzazione, anche se il motore si fa sentire in piena accelerazione. Il diesel ibrido della Discovery Sport, con 180 CV e 430 Nm, è un po' meno incisivo del rivale in accelerazione, ma è comunque pronto sotto al piede. Fluido il cambio automatico a 9 rapporti, che ha letteralmente una marcia in più. È solo un po' lento se adoperato con le palette dietro al volante.

SPECIALISTA DEL FUORISTRADA Ma dove la BMW smette di camminare la Discovery Sport comincia a correre, grazie alla trazione integrale con ridotte e la tecnologia Terrain Response 2, che mi mette a disposizione programmi specifici per affrontare Sabbia, Erba-ghiaia-neve, Fango e Solchi. E il dispositivo ClearSight Ground View, non presente sull'auto in prova, con una telecamera a 180° che guarda sotto la vettura e mi fa vedere bene dove metto le ruote: un trucco utile anche nei parcheggi più rognosi.

Land Rover Discovery Sport: il frontale

QUALE BEVE DIMENO? Per scrivere il capitolo consumi abbiamo fatto il solito percorso misto con le auto in carovana e la modalità ECO attivata. Anche qui il peso non fa sconti e là dove la BMW fa registrare 7,3 l/100 km in città, 5,7 a 130 km/h e 5,9 di media, la Land Rover, da computer di bordo, ha totalizzato 9,5 l/100 km in città, 7,1 in autostrada e 7,6 di media. C'è di buono che, su entrambe le auto, la modalità di guida ECO non addormenta troppo il motore nel casa-ufficio: si può usare davvero, non è lì solo per fare scena.

DOTAZIONI Lato dotazioni, sulla Land Rover trovo il sistema di infotainment Touch Pro con schermo da 10 pollici e 25 che integra Apple CarPlay e Android Auto. Non mancano aiuti alla guida all'ultima moda, ma il SUV inglese si spinge oltre, con trucchi che lasciano al palo la rivale. Oltre al già citato Terrain Response 2 ho lo specchietto retrovisore elettronico, che mi salva se i passeggeri ostruiscono la visuale. E l'Advanced Tow Assist mi aiuta nelle manovre col rimorchio: me lo fa guidare come in un videogame, usando il display e il comando rotante sulla plancia. La BMW risponde con una tecnologia di bordo leggermente più intuitiva. Il display touch è più reattivo: si combina con la rotella dell'iDrive e con comandi vocali dal vocabolario più ricco.

QUANTO COSTANO Lato prezzi, la BMW X1 xDrive20d attacca a 43.200 euro. Poco più costosa è la Land Rover Discovery Sport, che con questa motorizzazione ibrida diesel parte a 46.350 euro. Noon stupitevi, però, se pescando liberamente nel listino degli accessori, e magari partendo da un allestimento più ricco, vi ritrovate a pagare dai 10.000 ai 20.000 euro in più per portarvele a casa. Noblesse oblige!


TAGS: bmw x1 land rover discovery sport BMW X1 xDrive20d