Pubblicato il 01/10/20

CITROEN E ELETTRIFICAZIONE: AVANTI TUTTA

SUV RICARICABILE ALLA SPINA Citroën prosegue a passo spedito verso la completa elettrificazione della sua gamma che, secondo il piano industriale, si completerà nel 2025. E con l'arrivo del suo primo modello ibrido plug-in, C5 Aircross Hybrid, SUV non significa più Sport Utility Vehicle ma Silent Urban Vehicle. I francesi colgono l'occasione per dare una nuova interpretazione al conosciuto acronimo e per sottolineare le doti di comfort del suo modello di successo. Qui sotto, e in video, come è fatta e come va C5 Aircross alla spina.

IL DESIGN

Citroen C5 Aircross Hybrid: stile moderno ed equilibrato per il SUV francese

STILE MODERNO E PERSONALE Di fatto, la macchina è identica alla C5 Aircross presentata nel 2018 e, al di là di un leggero maquillage per riconoscerla, la vera novità sta proprio sotto il cofano. Nei suoi 4,5 metri trovo i lineamenti delle Citroën più moderne come C3, C3 Aircross e C4 Cactus, con il frontale alto, i proiettori principali sdoppiati, le protezioni in gomma Airbump sui fianchi e i fari posteriori a LED con effetto tridimensionale. Un bell'equilibrio complessivo dove le differenze sono solo negli inserti azzurri su paraurti e Airbump, il logo “H” sui parafanghi anteriori e il monogramma Hybrid sul portellone posteriore. Mi convince questa scelta, perché la macchina ha già una personalità ben definita. Insomma, la C5 Aircross resta attuale e gradevole senza essere ripetitiva.

GLI INTERNI

Citroen C5 Aircross Hybrid: la plancia del SUV transalpino

ABITACOLO BUSINESS CLASS E come fuori, anche in abitacolo il layout rimane sostanzialmene uguale. La plancia è ordinata, i comandi sono tutti a portata di mano. Il satellite sulla sinistra, dietro al volante per comandare il cruise control, però, è poco intuitivo da usare, perché nascosto dal volante stesso. Personalmente, ho sempre fatto fatica ad abiturami a quella posizione. Il cruscotto digitale da 12,3”, configurabile, è aggiornato per fornire tutte le informazioni sulla guida a zero emissioni come autonomia residua, tempi di ricarica e modalità di guida.

L'INFOTAINMENT

Citroen C5 Aircross: una schermata del touchscreen per la gestione del sistema PHEV

FUNZIONI EVOLUTE IN CHIAVE EV Ma il touchscreen da 8” sulla plancia è la vera e propria centrale di comando del sistema di connettività che, tra l’altro, è compatibile con Apple CarPlay e Android Auto. C’è il navigatore con le mappe aggiornabili, ma da qui accedo ad altre informazioni come la gestione dei flussi di energia, le statistiche dei consumi o la rete delle stazioni di ricarica presenti sul territorio. Infine, con la connessione web e l’app My Citroën, posso gestire dallo smartphone alcune funzioni come la programmazione della ricarica, il preriscaldamento dell’abitacolo, la localizzazione e controllare l’autonomia residua.

IL COMFORT

Citroen C5 Aircross: punto di riferimento per comfort dei passeggeri

BENVENUTI A BORDO Ritrovo anche lo stesso livello di comfort già provato in passato. A bordo della C5 Aircross tutto è studiato per esaltare questa percezione. Avete presente quando immergete la testa nell’acqua? Tutto è ovattato, filtrano pochi rumori, sembra di essere sospesi in una bolla di silenzio. Su questo SUV è merito di un abitacolo insonorizzato e versatile, dello spazio a disposizione, della qualità dei rivestimenti, della praticità dei comandi. Per esempio, dietro ci sono tre sedili indipendenti, inclinabili in 5 posizioni e scorrevoli per 15 cm a vantaggio dei passeggeri o dei bagagli, che tra l’altro godono di ampio spazio visto che il baule ha una capacità da 460 a 600 litriTutte le poltroncine, poi, sono avvolgenti e con un’imbottitura speciale, a doppia densità, che offre morbidezza e il giusto sostegno al corpo. Sembrano troppo cedevoli, ma in realtà non lo sono e la vostra schiena ne sentirà i benefici dopo tante ore passate seduti. Provare per credere. Il merito di questa vocazione al benessere di bordo va al programma Citroën Advanced Comfort, che pone l’accento proprio sulla qualità di vivere a bordo attraverso delle strategie costruttive mirate.

MOTORI E BATTERIE

Citroen C5 Aircross: un trasparente mostra motori e batterie del SUV

Ma buona parte del merito va anche al quattro cilindri millesei, ibrido benzina, ricaricabile alla spina, silenzioso e performante. Infatti, la C5 Aircross hybrid non lavora solo di fioretto, ma anche di spada quando serve. Dall'unità endotermica arrivano 180 CV, dall’elettrico 80 kW, o 109 CV. La potenza di sistema è di ben 225 CV per 320 Nm. Velocità massima? 225 km/h e 0-100 in 9 secondi. La batteria da 13,2 kWh è sotto i sedili posteriori e assicura,secondo Citroën, un’autonomia a zero emissioni fino a 55 km nel ciclo combinato WLTP. Si ricarica da una normale presa di rete in un tempo fra 4 e 7 ore, mentre da una colonnina pubblica o una wallbox, e con il caricatore opzionale da 7,4 kW, bastano meno di 2 ore.

COME VA

Citroen C5 Aircross: con 225 CV di sistema anche le prestazioni sono molto buone

COMFORT SI, MA ANCHE OTTIME PRESTAZIONI Al volante sono a mio agio, perché le prestazioni e il piacere di guida raggiungono un ottimo equilibrio. Le sospensioni PHC (Progressive Hydraulic Cushions) filtrano le irregolarità della strada attraverso degli smorzatori idraulici inseriti negli ammortizzatori. Niente sofisticata elettronica per viaggiare a bordo di un… tappeto volante. E l’equilibrio di cui parlavo prima arriva anche da stabilità e sicurezza quando le chiedo maggiore grinta con l’acceleratore. Il peso delle batterie abbassa un po' il baricentro anche se la taratura morbida delle sospensioni causa un po' di rollio quando si va in curva. Lo sterzo si gioca le sue carte migliori sulla leggerezza più che la precisione, ma penso sia una scelta di Citroën a vantaggio, ancora una volta, del comfort. Il cambio automatico ha 8 rapporti ben distribuiti e fluidi negli innesti, inoltre è stato ottimizzato per incrementare l’effetto freno in rilascio e aumentare la carica della batteria e l’autonomia elettrica.

L'AUTONOMIA

Citroen C5 Aircross: si ricarica in meno di due ore da wallbox e colonnine pubbliche

KM A ZERO EMISSIONI? PROMESSA MANTENUTA (QUASI) A proposito di questo, alla partenza del test drive, che ha incluso un po' di città e strade extraurbane anche in collina, l’autonomia era di 48 km, però la batteria non era al 100%. Usando solo il profilo EV ne ho percorsi 36 prima di arrivare a zero. Come al solito con auto ibride, dipende molto da stile di guida e tipo di strade affrontate. Troppo breve questo primo contatto per stimare anche un consumo medio di benzina.   

I PREZZI

Citroen C5 Aircross: fino a 55 km di autonomia a zero emissioni

LA TECNOLOGIA COSTA, MA OCCHIO AGLI INCENTIVI La C5 Aircross Hybrid costa 41.900 euro nella versione Feel. La Shine, come quella di questo prino contatto parte da 43.400 euro e ha di serie tutti gli assistenti alla guida, che tra gli altri includono frenata automatica di emergenza, cruise control adattivo, avviso di abbandono e mantenimento della carreggiata attivo, riconoscimento segnaletica stradale. La Casa francese propone vantaggiose soluzioni di acquisto, abbinabili agli eco-incentivi statali, fino a esaurimento.

LA SCHEDA TECNICA

Motore 4 cilindri benzina, 1.598 PHEV/elettrico 
Potenza max endotermico 180 CV/elettrico 109 CV
Potenza di sistema 225 CV
Accelerazione 0-100 km/h 9,0 sec.
Capacità batteria 12,3 kWh
Dimensioni  4,50x1,86x1,70 
Consumo combinato WLTP  1,4 litri/100 km (71,4 km/litro)
Emissioni CO2 comb. WLTP 32 g/km
Prezzo

da 41.900 euro


TAGS: citroën prova video citroen c5 aircross citroen c5 aircross hybrid citroen c5 aircross hybrid prova