Prova video

Al volante della DS 9 E-Tense: il video su strada e in pista


Avatar di Emanuele Colombo , il 01/06/21

3 mesi fa - Test drive: le plug-in hybrid DS 9 E-Tense e DS 9 E-Tense 4x4 in video

DS 9 E-Tense da 225 cavalli e DS 9 E-Tense 4x4: in video le nuove ammiraglie plug-in hybrid alla prova della strada e della pista

Un'ardita linea cromata che taglia in due il cofano a ricordare le auto degli anni 30, maniglie a scomparsa e le luci di posizione posteriori ai lati del tetto, in riferimento agli indicatori di direzione della Citroen DS del '55: è un tripudio di citazioni la DS 9 E-Tense plug-in hybrid, nuova ammiraglia del brand che vuol essere l'ambasciatore del lusso nella galassia Stellantis.

DS 9 E-Tense DS 9 E-Tense

GLI INTERNI

La sfida è lanciata alle solite tedesche: le misure sono quelle di Audi A6, Bmw Serie 5 e Mercedes Classe E, rispetto alle quali la francese gioca la carta della grandeur. Au revoir al rigore teutonico e bienvenue a sapienti tocchi che richiamano lo stile barocco. A partire dall'imbottitura in rilievo dei sedili e dai tasti sfaccettati, caratteristici delle moderne DS. Con la chicca dell'orologio a scomparsa a centro plancia. Certo, la strumentazione digitale, così come la leva del cambio automatico, provengono chiaramente dalla banca organi PSA. Ma l'aria che si respira a bordo della DS 9 è esclusiva e l'identità ben definita. Per la pelle, che trovo ovunque, per il cielo in Alcantara. È un piacere tattile quello che provo sulla DS 9, anche perché dove finisce la pelle, sul tunnel centrale e nelle vaschette portaoggetti delle portiere trovo moquette spessa e morbida, degna del salotto buono.

DS 9 E-Tense, la plancia DS 9 E-Tense, la plancia

EFFETTO LIMOUSINE Le motorizzazioni plug-in hybrid sono in comune con Peugeot 508 Hybrid e 508 Sport Engineered. Il pianale è invece allungato, a dare 4,93 m da paraurti a paraurti e un passo che cresce da 2,79 a 2,90 metri. A tutto vantaggio dello spazio a bordo. La sistemazione è quasi regale: viene voglia di sedersi dietro apposta per godersi l'effetto limousine. Tanto più che tra le opzioni, per 1.750 euro, ci sono sedili posteriori con riscaldamento e massaggio: dotazioni di solito riservate a chi siede in prima fila. Ampio, ma non da record, il bagagliaio: 510 litri.

AL VOLANTE

Ma qualcuno l'auto la deve pur guidare e al volante la prima cosa a colpirmi è un comfort davvero straordinario. I cerchi da 19” di serie potrebbero essere uno svantaggio sul pavé, ma le sospensioni attive anticipano gli avvallamenti grazie a una telecamera che osserva la strada con la tecnologia Active Scan Suspension: per un assorbimento delle asperità sopraffino. E la qualità della vita a bordo si giova anche di un'insonorizzazione particolarmente curata, con cristalli da 4 mm di spessore per i finestrini. Fatto non trascurabile, la musica in viaggio si sente particolarmente bene. Non solo per l'impianto audio Focal dell'auto in prova, un optional da 1.050 euro, ma anche per l'acustica dell'abitacolo che previene rimbombi, vibrazioni, ronzii e sfarfallamenti dai 14 altoparlanti, per un effetto da sala concerti.

VEDI ANCHE



DS 9 E-Tense, i cerchi da 19 DS 9 E-Tense, i cerchi da 19

SUPERA LE ASPETTATIVE Mi piace molto la risposta dello sterzo, che affronta le curve con precisione e autorevolezza, ma senza irruenza: il che mi permette di tenere ritmi elevati nel misto con un impegno davvero moderato nella guida. La tenuta di strada è di altissimo livello e a dispetto della mole e del passo lungo la DS 9 si muove con scioltezza anche nello stretto, regalandomi un gran piacere di guida (e io che quasi volevo starmene seduto dietro!). Complice in tutto questo il cambio automatico a 8 rapporti che sa scegliere bene le marce secondo le situazioni. Volendo posso chiamare io le scalate e i passaggi di marcia con le palette dietro al volante - che sono del tipo fisso, solidali al piantone invece che alle razze del volante - ma quando smetto di dare ordini torna in funzione l'automatismo, come su Peugeot 508 Sport Engineed (qui la prova in video).

PRESTAZIONI E CONSUMI Adeguate al rango di ammiraglia sono le prestazioni: 240 km/h è la velocità massima, lo 0-100 si completa in 8,3 secondi. E quanto ai consumi, il dato dichiarato è circa un litro e mezzo di benzina ogni cento chilometri, con l'aiuto delle batterie, che promettono fino a una quarantina di chilometri di guida a motore spento. Per scoprire che cosa succede quando le batterie finiscono, ho impostato dal display a centro plancia la funzione eSave, per mantenerle cariche al massimo, e in modalità ibrida nel giro di prova ho registrato da computer di bordo una media di 8,5 l/100 km lungo un percorso misto di un centinaio di chilometri, con consumi nell'ordine dei 6,5 l/100 km in autostrada. Unica pecca, in questo frangente, i comandi del cruise control sono nascosti alla vista dalla razza sinistra del volante: bisogna studiarseli bene ad auto ferma, per poterli usare alla cieca, altrimenti, in movimento, non basterà un'occhiata per leggere le icone dei vari tasti.

DS 9 E-Tense, il display a centro plancia e la modalità eSave DS 9 E-Tense, il display a centro plancia e la modalità eSave

TEMPI DI RICARICA Giunti nel box, i tempi di ricarica dipendono dalla potenza della presa e dal contratto di fornitura (qui una guida pratica in video). Il caricabatterie di bordo consente la ricarica in corrente alternata a 7,4 kW, che si traduce in un pieno completo in un'ora e tre quarti circa da una wallbox o da una colonnina di pari potenza, mentre  da una normale presa domestica l'attesa è di circa 5 ore. 

IN PISTA CON LA DS 9 E-TENSE 4X4

DS 9 E-Tense 4x4 si presenta con un motore elettrico in più montato dietro, per ottenere la trazione integrale, 360 CV e 520 Nm di coppia. Per lei la velocità massima cresce di 10 km/h, fino a toccare i 250 km/h di punta, e lo 0-100 si completa in 5,6 secondi. La provo sulla pista Langhe del Centro Sperimentale di Balocco, un percorso tortuoso, senza grandi frenate, ma caratterizzato da diversi scollinamenti, compressioni e cambi di pendenza, che facilmente mettono in crisi le carenze d'assetto. E qui l'ammiraglia francese, pur dotata di un software ancora non del tutto definitivo, ha dato gran prova di sé. Confermata la tenuta di strada e la sicurezza che già erano proprie della versione meno potente, proprio nei punti più difficili della pista emergono equilibrio e bilanciamento ottimali, per una compostezza sempre rassicurante.

In pista con la DS 9 E-Tense 4x4 In pista con la DS 9 E-Tense 4x4

VINCE L'EQUILIBRIO La precisione di guida è qui esaltata da cerchi da 20 pollici e la sensazione di spinta in ripresa fa un deciso salto di qualità: un dettaglio che piacerà agli incontentabili, ma che a essere sinceri nell'uso stradale non stravolge la vita, visto il livello già pienamente soddisfacente raggiunto dalla sorella minore. Nella guida particolarmente esasperata, la trasmissione che privilegia l'automatismo - e che scala immancabilmente quando si affonda il pedale dell'acceleratore con la manovra del kickdown - suggerisce comunque di accompagnare sempre la DS 9: di farla scorrere anziché impiccarla con frenate irruente e traiettorie spigolose. Con lei paga decisamente di più tenere linee ben raccordate e contare sulle notevolissime riserve di grip, che al limite manifesta un sottosterzo moderato, progressivo e ben gestibile.

VERSIONI E PREZZI

Come avrete capito, per DS 9 ci sono due motorizzazioni – entrambe plug-in hybrid – per altrettanti allestimenti. DS 9 può vestire sportivo oppure elegante, con prezzi che partono da 56.200 euro per la 225 CV a trazione anteriore in allestimento Performance Line+ e arrivano a 69.900 euro per l'allestimento top Rivoli+ della 4x4 da 360 CV. Cifre che, a ben guardare la pongono in concorrenza anche con Audi A4, BMW Serie 3 e Mercedes Classe C, anche se le misure di DS 9 sono da classe superiore. Alle versioni di cui sopra se ne aggiungerà una potenziata del modello a trazione anteriore con 250 cavalli e batteria maggiorata, i cui ordini si apriranno entro la fine del 2021. La DS 9 con motore esclusivamente a benzina, venduta in Europa, non arriverà in Italia. Di serie, strumentazione digitale con 2 display da 12 pollici, navigatore, audio con 8 altoparlanti e infotainment con Apple CarPlay e Android Auto. La visione notturna Night Vision si paga da 1.500 a 1.950 euro secondo l'allestimento: andate a guardare la video prova su Motorbox.com se volete sapere come funziona.

SCHEDA TECNICA DS 9 E-TENSE

Motore 1.6 litri, 4 cilindri benzina plug-in hybrid
Potenza 225 CV
Coppia 360 Nm
Velocità 240 km/h
Da 0 a 100 km/h 8,3 secondi
Autonomia 40 km
Ricarica da 1,75 a 5 ore
Cambio automatico a 8 rapporti
Trazione anteriore
Dimensioni 4,93 x 1,93 x 1,46 m
Bagagliaio da 510 litri
Prezzo da 56.200 euro

IL VIDEO DELLA PROVA

Qualche dettaglio in più e le emozioni in presa diretta nel video ripreso onboard durante la prova delle DS 9 E-Tense a trazione anteriore e 4x4. I 225 cavalli di velluto assaporati su strada e i 360 cavalli della DS 9 a trazione integrale scatenati sul tracciato Langhe del Centro Sperimentale Stellantis di Balocco. Trovate il filmato qui sotto nella gallery: per guardarlo basta un clic...


Pubblicato da Emanuele Colombo, 01/06/2021

Gallery
Listino DS DS9
Allestimento CV / Kw Prezzo
DS9 E-Tense 225 Performance Line+ 180 / 133 56.200 €
DS9 E-Tense 225 Rivoli+ 180 / 133 59.200 €
DS9 E-Tense 4x4 225 Performance Line+ 200 / 147 66.900 €
DS9 E-Tense 4x4 225 Rivoli+ 200 / 147 69.900 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della DS DS9 visita la pagina della scheda di listino.

Scheda della DS DS9
Vedi anche
Logo MotorBox