Prova

Lancia Ypsilon Sport MomoDesign


Avatar Redazionale , il 20/06/07

14 anni fa - La Ypsilon continua la sua opera di ringiovanimento

La Ypsilon continua la sua opera di ringiovanimento e punta agli under 30 con una versione tutto design e sportività. Ma senza esagerare. Dotazione di lusso a prezzi corti.

Benvenuto nello Speciale ENGINE OF THE YEAR 2008: DA 1.0 A 1.4 LITRI, composto da 23 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario ENGINE OF THE YEAR 2008: DA 1.0 A 1.4 LITRI qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

COM'E' Chiariamo subito: non aspettatevi un volante Momo personalizzato o un pomello del cambio dal design realizzato appositamente dal famoso marchio di accessori di lusso, non è questo il modello. MomoDesign ha firmato una versione della Ypsilon, un allestimento, ma non ha aggiunto niente di suo che non sia la scelta dei colori interni ed esterni e dei tessuti utilizzati. La Ypsilon Sport MomoDesign è completamente realizzata in Casa Lancia, tutta in proprio. Esteticamente quindi nessuna rivoluzione o restyling.

QUATTRO COLORI La Ypsilon Sport MomoDesign può essere mono o bicolore. Quattro i colori di base (i già noti Nero Masaccio e Grigio Borromini, e i nuovi Giallo Casorati e Bianco Raffaello) che a scelta (750 euro) possono essere accompagnati tutti dal grigio titanio opaco metallizzato per portellone, tetto e specchi retrovisori esterni.

SEGNI DISTINTIVI Altri tocchi MomoDesign i cristalli posteriori oscurati e altri elementi in metallo brunito come calandra, maniglia del portellone, modanature laterali e anteriori, e una Y rosso fuoco come iniziale del nome. Chiudono gli interventi esterni una scritta MomoDesign sul montante centrale, quattro cerchi in lega da 16" bruniti e il nuovo logo Lancia montato per la prima volta su questa Ypsilon.

NERO SU NERO Molta eleganza sportiva anche all'interno, con una ambientazione scura giocata sui toni del nero e del grigio carbonio dei rivestimenti in pelle o del tessuto tecnologico (tubolare spaziato) che riveste i sedili, derivato dai tessuti tecnici per abbigliamento. Sono disponibili poisedili in pelle e Alcantara Starlite (traforata) con una scritta MomoDesign in argento.

CATTIVELLA Le novità però non si limitano alla sola soddisfazione degli occhi ma spaziano anche nella tecnica. Ai due motori già disponibili 1.4 benzina Fire 16v da 95cv e 1.3 Multijet da 90cv si aggiunge, solo per la Sport MomoDesign, un 1.3 Multijet da 105cv a 4.000 giri, con 200 Nm di coppia a 1.750 giri, 177 km/h di velocità massima, un tempo di accelerazione 0-100 di 10,3 secondi, percorrenze medie superiori ai 20 km/l ed emissioni di CO2 contenute nei 123 g/km.

SICUREZZA GARANTITA Gli ammortizzatori sono stati ritarati per un uso più sportivo, l'assetto quindi è leggermente ribassato rispetto alla Ypsilon di serie. I freni ora sono tutti e quattro a disco, c'è l'ABS con ripartitore elettronico di frenata EBD ma l'ESP è ancora optional (650 euro), anche se in Lancia sostengono che la Ypsilon sia già abbondantemente sicura così com'è.Optional anche il dispositivo antislittamento ASR, l'Hill Holder per le ripartenze in salita, e una protezione dei passeggeri fino a sei airbag.

PREZZI Elegante ma attenta ai costi. La Ypsilon Sport MonoDesign parte da un prezzo di 15.100 euro per la versione 1.4 16v da 95cv, per salire a 16.600 euro sia per la 1.3 Multijet da 90cv sia per quella da 105cv. Per tutte è optional il climatizzatore automatico bizona (450 euro), i window bag (300 euro), gli airbag laterali anteriori (250 euro), la selleria in pelle e Alcantara Starlite personalizzata MomoDesign (800 euro), i comandi al volante (250 euro), il tetto Gran Luce (850 euro) e, per la sola 1.4 benzina, il cambio robotizzato DFN (1.000 euro).

COME VA Versioni eleganti la Ypsilon ne aveva già proposte, ma queste targate MomoDesign aggiungono una vivacità in più e in alcune soluzioni cromatiche, come quella Giallo Casorati, si punta decisamente al pugno nell'occhio. Questione di gusti, certo. Di sicuro la Ypsilon così combinata si svecchia e la personalizzazione MomoDesign non le fa che bene. Più elegante senza dubbio l'interno, che nella tonalità scura guadagna anche in freschezza.

SPAZIO UTILE Per il resto è la Ypsilon che ben conosciamo, alta, spaziosa, con un bel portellone posteriore ma sempre sufficientemente compatta (è lunga 381 cm, larga 170 e alta 151) per chi abitualmente è alle prese con il problema del parcheggio. Invariata anche la versatilità, con i sedili scorrevoli posteriori che quando sono tutto-avanti consentono di stivare fino a 290 litri di bagagli, rispetto ai 215 del tutto-dietro.

QUANTO BASTA Il 1.3 Multijet da 105 cv è una bella novità sulla Ypsilon,finora troppo educata nel temperamento su strada. Non che i 15 cv in più la trasformino in quel diavolo spenna-angeli dello spot pubblicitario trasmesso in tv in questi giorni, ma se guidata con piglio deciso si incattivisce quel tanto che serve a darle quel carattere in più che le mancava. I rapporti del cambio molto lunghi, compresa la prima marcia, e all'inizio non entusiasmano molto, ma le soddisfazioni arrivano sul misto, quando si riescono a sfruttare al meglio le doti di brillantezza del 1.3 Multijet.

SPORT DI LUSSO Sterzo e tenuta di strada sono in linea con lo spirito della vettura, ben assecondata da un impianto frenante superiore alle aspettative. Il confort interno è da piccola ammiraglia, con una buona insonorizzazione anche nei tratti dove il numero dei giri più elevato alza il rumore del motore, senza che diventi mai però fastidioso.


Pubblicato da Gilberto Milano, 20/06/2007
Gallery
Engine of the year 2008: da 1.0 a 1.4 litri
Logo MotorBox