Prova video

BMW Serie 2 Active Tourer: la rivincita della monovolume ibrida. Video


Avatar di Dario Paolo Botta , il 05/03/22

2 mesi fa - BMW Serie 2 Active Tourer: prova video della monovolume ibrida

Spaziosa, pratica ed elettrificata: l'alternativa (comoda ed elegante) al SUV, che non rinuncia al confort e al piacere di guida. Video

Le monovolumi, merce rarissima di questi tempi! Con l’avanzata di SUV e crossover sono praticamente scomparse dai listini, ma fortunatamente c’è ancora qualcuno che crede che spazio e praticità non siano un’esclusiva dei modelli a ruote alte: e quel qualcuno è proprio BMW. Pensate che BMW Serie 2 Active Tourer ha resistito per ben sette anni all’assalto feroce di schiere di Sport Utility, ritagliandosi un ruolo da vera e propria immortale. Ora la seconda generazione - orfana della versione Grand Tourer 7 posti a passo lungo - si presenta con un look più energico e pimpante, puntando dritto al cuore di chi non si è ancora convertito al sacro Vangelo del SUV (qui il nostro approfondimento). Se rimpiangete quel periodo in cui funzionalità e pragmatismo la facevano da padrone, beh siete proprio nel posto giusto!

MAXI-RENE

Doppio rene taglia XXL sul frontale: ora le proporzioni della calandra sono ingigantite e l’auto guadagna tanto carattere. I montanti anteriori sono belli sottili - un plus per la visibilità - mentre le maniglie a filo carrozzeria e il posteriore geometrico portano una ventata di modernità. A ben guardare alcune contaminazioni provenienti dal mondo dei SUV ci sono tutte: a partire dal muso rialzato e da una linea di cintura filante che punta all’insù. Le dimensioni restano furbe: 4,39 metri in lunghezza, un metro e ottantadue in larghezza per un metro e cinquantotto in altezza. Sono le stesse misure (centimetro più, centimetro meno) di Jeep Compass e Nissan Qashqai: campionesse nel segmento dei SUV medi. E in effetti la piattaforma UKL è la stessa di nuova BMW X1 2022. Un pianale che oltre a garantire parecchio spazio in abitacolo supporta pure l’elettrificazione: che al momento conta su due mild hybrid benzina 48V (220i e 223i) e su due plug-in hybrid 225e e 230e xDrive. Quest’ultime in arrivo per l’estate 2022. A listino resiste pure il Diesel 218d da 150 CV e 360 Nm.

BMW Serie 2 Active Tourer 2022: 3/4 frontale BMW Serie 2 Active Tourer 2022: 3/4 frontale

TECNOLOGIA E QUALITÀ

Il vero cambio di passo fra prima e seconda generazione lo si nota però all’interno. Plancia ridisegnata con nuovo BMW Curved Display a inglobare schermo principale da 10,7 pollici e il quadro strumenti da 10,25 pollci in un unico pannello digitale ricurvo ispirato a quello dell’ammiraglia elettrica BMW iX (qui la nostra prova). Il colpo d’occhio non è indifferente anche perché il nuovo infotainment si accompagna a spazi riprogettati e più funzionali. È il caso del bracciolo ''galleggiante'' con selettore di marcia, tasti per la selezione delle driving mode e per la regolazione del volume. Scompare invece il manopolone dell’iDrive. Davvero molto comodo poi il pannello a induzione verticale per lo smartphone sul tunnel centrale, con tanti vani aggiuntivi per svotare le tasche e le immancabili prese di ricarica USB-C sotto la console. La qualità a bordo è tanta e la si nota anche solo osservando gli abbinamenti dei materiali che rivestono l’abitacolo. Non c’è quasi traccia di plastica rigida, il volante ha un look sportivo e personalmente trovo ben riuscito l’accostamento fra finiture in alluminio e pelle. Forse l’infotainment è un po’ dispersivo e i tasti del clima (automatico bi-zona) li avrei preferiti analogici, alla vecchia maniera.

BMW Serie 2 Active Tourer 2022: interni BMW Serie 2 Active Tourer 2022: interni

SPAZIO A VOLONTÀ

Qui dentro le parole d’ordine sono confort e praticità. Un binomio che si riflette in sedili molto contenitivi multi-regolabili (disponibili anche in declinazione sportiva con zone di rinforzo per le spalle, supporto lombare e funzione massaggio) e in un divanetto posteriore per tre persone 40:20:40, con inclinazione regolabile che scorre in avanti di 13 cm (optional). Sul retro c’è davvero tantissimo spazio in altezza, ma sul pavimento resta comunque uno scomodo gradino per il terzo occupante. Non disperate, la versione full-electric dovrebbe risolvere il problema. Con gli schienali posteriori ribassati, la capacità del bagagliaio aumenta di 90 litri e può passare così da 470 a 1.455 litri su 218i e 218d e da 415 a 1.405 litri su 220i e 223i. L’apertura automatica del portellone posteriore è di serie su tutte le versioni. Pollice in su anche per la soglia del vano rialzata e per l’assenza dello scalino fra imboccatura e piano di carico. In questa maniera non serve piegarsi troppo per sistemare borse e valige, un plus per mamme e papà indaffarati. Sulla plug-in c’è pure un pozzetto per sistemare il cavo di ricarica, ma la capienza diminuisce. 

BMW Serie 2 Active Tourer 2022: divanetto posteriore BMW Serie 2 Active Tourer 2022: divanetto posteriore

VEDI ANCHE



ELETTRIFICATA

La Serie 2 Active Tourer che sto guidando oggi è la 223i - la mild-hybrid più potente a listino - con un 2 litri quattro cilindri turbobenzina da 218 CV e 360 Nm di coppia. 0-100 in 7 secondi e velocità massima di 240 km/h. Il motore termico è supportato da un’unità elettrica compatta 48V che eroga fino a 19 CV integrata nel cambio. Quest’ultimo è il doppia frizione Steptronic sette rapporti, di serie su tutte le varianti. L’elettrificazione leggera a 48V consente di recuperare energia nelle frenate e nelle decelerazioni, per restituirla successivamente a supporto del termico in ripresa e nelle fasi di massimo carico, incidendo così su emissioni e consumi.

BMW Serie 2 Active Tourer 2022: il celebre doppio rene BMW Serie 2 Active Tourer 2022: il celebre doppio rene

IMPRESSIONI DI GUIDA

Tuttavia, al volante, l’apporto del piccolo motogeneratore elettrico passa quasi inosservato. Ciononostante la 223i si guida bene, è reattiva ai bassi e bella pimpante ai medi regimi, e mi consente di togliermi qualche soddisfazione quando affondo sul pedale dell’acceleratore. Il doppia frizione poi non sbaglia davvero un colpo! Il peso non è di quelli piuma, la bilancia si ferma a 1.545 kg, ma nel complesso la dinamica di guida non ne viene compromessa. Anche fra le curve più impegnative la Serie 2 Active Tourer non si corica eccessivamente, rimanendo abbastanza composta merito di un telaio che fa davvero bene il suo lavoro. Mi piace - e parecchio - lo sterzo. Pur avendo un’impostazione turistica ha quel pizzico di consistenza che si apprezza nelle svolte veloci e nei rapidi cambi di direzione.

BMW Serie 2 Active Tourer: la prova su strada BMW Serie 2 Active Tourer: la prova su strada

AGILE E REATTIVA L’agilità della 223i è frutto anche di una serie di aggiornamenti specifici alle sospensioni. Quest’ultime incassano bene le imperfezioni, anche se alle basse velocità e su superfici sconnesse come il pavé, qualche vibrazione riesce a passare. Nulla che pregiudichi però l’alto livello di confort che l’auto garantisce in qualsiasi situazione. Credetemi, da guidare la Serie 2 Active Tourer è di gran lunga più gratificante della maggior parte di SUV e crossover attualmente in circolazione. Forse avrei apprezzato un lavoro più raffinato a livello d’insonorizzazione, ma devo anche dire che ormai il mio orecchio è abituato alla silenziosità delle full-electric. Sul fronte consumi il computer di bordo mi ha indica un consumo medio di 7,5 l/100 km, un valore vicino ai 6,6 l/100 km dichiarati da BWM. Il risultato è merito del supporto del mild-hybrid che pur non facendosi notare - in città - si rivela vincente.

BMW Serie 2 Active Tourer 2022: posteriore BMW Serie 2 Active Tourer 2022: posteriore

ADAS, VERSIONI E PREZZI

Di serie la nuova BMW Serie 2 Active Tourer prevede: il cruise control e la frenata automatica d’emergenza. Disponibile su tutti gli allestimenti anche l’assistente di parcheggio con telecamera posteriore. Su richiesta c’è poi il supporto allo sterzo e al mantenimento di corsia, il cruise control adattivo con funzione Stop&Go per la guida assistita di secondo livello, Head-Up Display e telecamera a 360°. Tre gli allestimenti disponibili: Base, Luxury e MSport con prezzi che vanno dai 34.600 euro dalla 218i benzina, ai 43.760 euro della top di gamma 223i Msport. Per portarsi a casa la 218d a gasolio si sborsano invece 37.900 euro. In estate è previsto inoltre l’arrivo delle motorizzazioni plug-in hybrid.

SCHEDA TECNICA BMW SERIE 2 ACTIVE TOURER i223

Motore 2 litri 4 cilindri, TwinPower Turbo (benzina mild-hybrid) 
Potenza 218 CV
Coppia massima 360 Nm
Prestazioni Vel. Max. 241 km/h | 0-100 km/h in 7 secondi
Trazione Anteriore
Cambio Automatico doppia frizione Steptronic 7 rapporti 
Dimensioni 4,39  x 1,82 x 1,58 m
Passo 2,67 m
Posti 5
Peso in ordine di marcia  1.545 kg
Bagagliaio  Da 415 a 1.405 litri
Consumi (misto WLTP) 6 - 6,6 l/100 km
Emissioni CO2 (WLTP) 137 - 149 g/km
Prezzo A partire da 40.000 euro

Pubblicato da Dario Paolo Botta, 05/03/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox