ANTEPRIMA ASSOLUTA I primi due esemplari di Mercedes-AMG A 45 S 4Matic+ li hanno portati con una bisarca nella notte e hanno appoggiato le loro nobili gomme sul suolo italiano proprio nei paddock del Misano World Circuit Marco Simoncelli. Niente soste o tappe intermedie, ma direttamente dalle officine di Affalterbach, dove nascono tutte le Mercedes più potenti e sportive. E adesso fanno bella mostra di sé davanti alla pletora di AMG schierate dinanzi ai box: una è nera lucida, l’altra grigia opaca, una bellezza da vedere. Potevo resistere alla tentazione di mettermi al volante per una breve prova? Una rapida presa di contatto che - pur lontana dall'essere esaustiva - mi permettesse di raccontarvi le sensazioni in anteprima? La risposta è scontata.

Mercedes-AMG A 45 S 4matic+ 2020: il volante è in alcantaraIL MOTORE PIÙ POTENTE DI SEMPRE La compatta ad alte (direi altissime…) prestazioni, ultima nata della Stella a tre punte, ridefinisce gli standard di sportività per vetture di questa taglia fin qui concepiti da una grande Casa automobilistica. Perché? Semplicemente, monta il più potente quattro cilindri turbo di grande serie mai costruito al mondo. Il suo motore eroga, infatti, la bellezza di 421 CV e 500 Nm (la A45 4Matic+ in versione base cioè senza la S, ha 387 CV e 480 Nm). Ma se ciò non bastasse, la A45 AMG è equipaggiata con un cambio automatico a doppia frizione a 8 rapporti, che agisce sul sistema 4Matic+, cioè una trazione integrale che può ripartire in maniera autonoma la forza motrice in modo continuo e variabile. Il plus di questo sistema deriva dal fatto che la ripartizione non avviene solo tra asse anteriore e posteriore, ma anche in modo selettivo tra la ruota posteriore destra e sinistra.

Mercedes-AMGN A 45 S 4matic+ 2020: il motoreMOTRICITÀ E SOVRASTERZI Questo permette di avere la massima motricità sempre, ma anche di lasciare più libera la coda della macchina quando ci si vuole divertire in traversi e sovrasterzi. Basta ingaggiare il Drift Mode. Ma ora, stop alla tecnica, anche se era necessaria per spiegare un po’ la nuova vettura. Vengo al dunque: io questa macchina l’ho guidata. Un giro breve, poco emozionale dal punto di vista della guida, ma esaltante per le sensazioni provate ed espresse dalla super(compact) car tedesca. Si sono raccomandati i ragazzi AMG “… guarda che non avrà 10 chilometri, mi raccomando niente colpi di testa. Dobbiamo ancora rodarla…”. Niente paura, la tentazione è grande ma mi attengo ai loro consigli. Lo stile, inutile parlarne, è quello della nuova Classe A, anabolizzato da passaruota larghi, cerchi da 19 pollici, ma con quattro tubi di scarico giganteschi e uno spoiler prelevato direttamente dal DTM, il superturismo tedesco.

Mercedes-AMG A 45 S 4matic+ 2020: l'abitacoloABITACOLO SUPERSPORT L’abitacolo è sportivissimo: i sedili sono quasi a guscio e trattengono perfettamente il busto. Volante e pedaliera assicurano una perfetta postura. Seduta bella bassa e via. Il display del sistema multimediale MBUX mi dà tutte le informazioni di guida e basta dire “Hey Mercedes” per ricevere risposte su ogni informazione richiesta. Le più “stilose” sono quelle dell’accelerazione gravitazionale (i g longitudinali e trasversali), dell’apertura della valvola a farfalla (quanto state premendo l’acceleratore) e della forza frenante (quanto state tirando la staccata in fondo al rettilineo).

Mercedes-AMG A 45 S 4matic+ 2020 in pista a MisanoESAGERARE CON GARBO Mi sintonizzo immediatamente con la macchina e tiro un paio di marce ma senza esagerare. Goduria al fulmicotone, perché il cambio a doppia frizione snocciola i rapporti alla velocità della luce e la trazione sembra davvero eccellente. Se solo potessi allungare… Il Drive Mode permette di sistemare il setup della A45 S AMG da più confortevole a più “incarognito”. Inutile fare delle prove anche se la modalità Race è quella più libidinosa, da Track Day. La macchina sembra un bisturi, la metti dove vuoi e lei ti segue fedele. Roba poco adatta ai deboli di cuore. Ma la strada è troppo corta e il tempo è tiranno. Impossibile esprimersi di più. È già stato un privilegio poter stringere fra le mani il suo volante in pelle e Alcantara per questa mezz’oretta. Spero di poter appoggiare nuovamente il fondoschiena sul sedile di questa AMG A 45 S 4Matic+. Ai drifting penserò la prossima volta.      


TAGS: prova mercedes test mercedes amg mercedes a45 amg mercedes-amg a 45 s 4matic+