Dacia Jogger bi-fuel GPL: allestimenti, dotazioni e prezzi. Prova
Test drive

Dacia Jogger GPL: spazio, praticità e risparmio in un sol colpo. La prova


Avatar di Dario Paolo Botta , il 04/05/22

3 settimane fa - Dacia Jogger GPL: le impressioni di guida, i pregi e i difetti

Il trionfo del pragmatismo e della versatilità condensato in 4,55 metri di monovolume. Quanto mi mancano gli anni 2000...

Vi confesso che un po’ rimpiango i primi anni 2000. Era il periodo d’oro delle station-wagon e delle monovolume, modelli quasi del tutto scomparsi dai listini, fagocitati dal successo inarrestabile di SUV e crossover. Spazio e praticità erano le virtù che ogni costruttore inseguiva, sperimentando forme e geometrie che rendessero l’automobile una compagna di viaggio comoda, versatile e intelligente. Nel solco di questa tradizione si inserisce nuova Dacia Jogger (qui la nostra video prova), una monovolume 7 posti (erede di Dacia Lodgy) che sa farsi apprezzare per le sue soluzioni furbe, per la solidità costruttiva e per la motorizzazione bi-fuel GPL: una vera manna dal cielo in questi tempi di caro carburanti. Insomma, un’automobile che bada al sodo, in grado di conquistarmi per sua la capacità di adattarsi - senza rinunce - a ogni mia necessità.

SORELLONA DI SANDERO

Beh, per cominciare posso dire che il look di Jogger mi è sembrato fin da subito parecchio gagliardo. L’avevo osservata con curiosità e attenzione alla presentazione ufficiale al Salone di Monaco di Baviera dello scorso anno. Vederla ora, a mesi di distanza - dal vivo - non fa altro che confermare la mia primissima impressione: questa Jogger sa il fatto suo! Scordatevi quel design semplice e un po’ anonimo della Lodgy, lo stile di Jogger è più evoluto e ricercato e lo si capisce al volo. Il frontale è quello di nuova Dacia Sandero Stepway (qui la nostra prova su strada), con le luci diurne a LED e il cofano bello scolpito, con dettagli presi in prestito dal mondo dei crossover: è il caso dei passaruota in plastica e delle ''protezioni'' grigie sotto i paraurti. Al posteriore il profilo delle luci a sviluppo verticale ricorda quello delle Volvo, mentre i cerchi in lega neri da 16 pollici conferiscono ancor più carattere. 

Dacia Jogger GPL: il 3/4 anteriore Dacia Jogger GPL: il 3/4 anteriore

INTERNI SENZA FRONZOLI

Gli interni rispecchiano l’impostazione pragmatica di tutte le Dacia. Qui non c’è spazio per orpelli e decorazioni superflue, tutto l’abitacolo è pervaso infatti da un senso di concretezza. Certo, se vi aspettate plastiche morbide e superfici soffici avete frainteso il significato di Jogger. Qui c’è tutto quel che serve al posto giusto: non c’è spazio per il superfluo. Tuttavia, non dovete nemmeno aspettarvi degli interni eccessimante francescani. Alcuni dettagli per ingentilire le superfici ci sono: è questo il caso delle bocchette d’aerazione e del volante con finiture cromate e della fascia in tessuto che corre lungo tutto il cruscotto e sui braccioli delle portiere. Quest’ultimo però è un dettaglio presente solo sugli allestimenti superiori Comfort ed Extreme. Originali anche i poggiatesta di guidatore e passeggero, hanno una forma convessa derivata da quella dei modelli Renault.

Dacia Jogger GPL: interni Dacia Jogger GPL: interni

INFOTAINMENT A PROVA DI BOOMER Sulla plancia è posizionato uno schermo touch da 8 pollici abbinato a un praticissimo supporto per sorreggere lo smartphone. Durante la guida mi è sempre tornato molto utile, visto e considerato che in questa maniera riesco a collegarlo senza problemi alla presa USB di ricarica (un po’ infossata a centro console). L’infotainment è estremamente intuitivo, a prova di boomer oserei dire. Menu principale a 6 voci: radio (FM/DAB), navigazione, media, telefono, integrazione smartphone (Apple CarPlay/Android Auto), impostazioni veicolo. Impossibile sbagliare! In parallelo, il quadro strumenti si compone di indicatori analogici per tachimetro e contagiri in coppia con un piccolo TFT centrale da 3,5 pollici. Ricordate però che sulla entry-level Essential il display principale è sostituito da un sistema di aggancio per integrare lo smartphone. Così facendo il cellulare - previo download dell’app Dacia Media Control - si trasforma nel sistema multimediale di bordo. 

Dacia Jogger GPL: infotainment e supporto telefono Dacia Jogger GPL: infotainment e supporto telefono

DIMENSIONI DA SUV MEDIO

Le dimensioni di Jogger sono da C-SUV. Lunghezza di 4,55 metri, larghezza di 1,78 metri per un’altezza di 1,69 metri (con barre sul tetto). L’abitabilità è quindi l’asso nella manica della monovolume low-cost, che in configurazione 5 posti offre ai passeggeri posteriori 1,41 metri da parte a parte (qui le prime ipotesi su Dacia Jogger Camper). Centimetri importanti che consentono agli occupanti sul retro di accomodarsi senza troppi sacrifici, grazie anche a un pavimento abbastanza piatto, con il gradino della trasmissione non troppo ingombrante. Per appoggiare bevande e tablet ci sono poi due tavolini reclinabili. Complice un corpo vettura piuttosto rialzato, per gli spilungoni è praticamente impossibile toccare con la testa. Decisamente più sacrificati (e non poteva essere altrimenti) i due posti in terza fila: sono più indicati per bambini e ragazzi, in effetti con solo 1,23 metri in larghezza gli adulti ci stanno proprio stretti. Aggiungeteci poi che per raggiungerli tocca essere un po’ contorsionisti e il quadro è completo. Ho apprezzato comunque la scelta di Dacia di aggiungere l’apertura a compasso per i finestrini in coda, favoriscono quel minimo ricircolo d’aria che limita l’effetto ''soffocamento'' per chi sta in fondo. Ecco, per aumentare il comfort dei passeggeri, sarebbe stato utile installare una bocchetta d’aerazione sul retro del bracciolo centrale. Diciamo anche che un clima tri-zona avrebbe risolto il problema, ma purtroppo tocca accontentarsi dell’automatico monozona (optional). 

Dacia Jogger GPL: i tavolini della seconda fila Dacia Jogger GPL: i tavolini della seconda fila

SI ADATTA A OGNI ESIGENZA Il bagagliaio si rivela molto modulabile. In configurazione sette posti, il volume di carico è estremamente ridotto: solo 212 litri. Reclinando gli ultimi due sedili invece si arriva a 699 litri, che diventano addirittura 2.085 se decido di rimuovere la terza fila e ripiegare il divanetto della seconda. Non c’è bisogno che vi spieghi quanto sia comodo avere a disposizione un baule con una capacità tanto estendibile. Ci sta praticamente qualsiasi cosa, compresi gli oggetti più lunghi e ingombranti. Sono quasi sicuro che potrei montare tranquillamente un armadio IKEA e farcelo stare senza fatica. L’unica pecca che mi sento di segnalare riguarda il sistema per il ribaltamento della terza fila. La linguetta che aziona il meccanismo è un tantino nascosta e tende a infilarsi nei giunti della tappezzeria. Prima di individuarla ho dovuto faticare un po’, ma una volta trovata i due sedili aggiuntivi si coricano senza problemi andando a rubare pochissimo spazio. Ottima anche l’altezza dell’imboccatura, praticamente raso terra e senza fastidiosi scalini fra soglia e piano di carico. Nel caso non foste ancora soddisfatti, considerate che ci sono pure le barre al tetto intelligenti che ruotano di 90°, ideali per fissarci gli scii o il supporto per le biciclette.

VEDI ANCHE



Dacia Jogger GPL: il divanetto della terza fila Dacia Jogger GPL: il divanetto della terza fila

MILLE 3 CILINDRI GPL

La Dacia Jogger della prova monta il mille 3 cilindri turbo ECO-G 100 bi-fuel da 100 CV e 170 Nm di coppia. Quando alimentato a benzina si perdono all’incirca 10 CV, con la coppia che si ferma invece a 160 Nm. L’auto raggiunge una velocità massima di 173-175 km/h, coprendo lo 0-100 km/h in un tempo compreso fra i 12 e 13 secondi a seconda che si usi il GPL o la benzina. Il commutatore si trova nell’angolo sinistro della plancia, mentre l’autonomia del gas viene riportata su una pagina dedicata del quadro strumenti. Il serbatoio del GPL - installato al posto del ruotino di scorta - viene montato direttamente da Dacia e ha una capienza di 40 litri, 50 sono invece i litri che si imbarcano in quello della benzina. Con entrambi pieni l’auto riesce a percorrere poco meno di 1.000 km, 970 per essere più precisi. La trasmissione si avvale infine di un cambio manuale 6 marce.

Dacia Jogger GPL: il commutatore Dacia Jogger GPL: il commutatore

IMPRESSIONI DI GUIDA

Avvio il motore, l’auto parte a benzina, ma in breve tempo si attiva il GPL. Il tutto avviene senza che me ne accorga, percepisco solo un leggero ''click'' che segnala l’apertura della valvola d’alimentazione. Fatico un po’ a trovare la posizione di guida ideale. Nonostante il volante sia regolabile in altezza e in profondità, con la leva di sollevamento e la manopola dell’inclinazione del sedile devo ''smanettare'' un po’ per sentirmi davvero a mio agio. Solitamente la mia seduta è quasi sempre molto ribassata, ma sulla Jogger sono costretto a guidare un po’ più in alto e questa sensazione mi lascia un tantino disorientato. Una volta presa confidenza con l’auto, cerco di saggiare il carattere del ''millino'' sotto il cofano. Non è un motore particolarmente rumoroso, anzi su strade extraurbane mi sorprende per silenziosità e pacatezza, tuttavia quando alzo il ritmo o procedo spedito in autostrada il rumore in abitacolo tende un po’ ad aumentare.

Dacia Jogger GPL: la prova su strada Dacia Jogger GPL: la prova su strada

NON AMA GLI SPRINT In generale non si tratta di un’unità particolarmente scattante: predilige gli allunghi e l’elasticità agli sprint fulminanti. E in effetti per sfruttare al meglio tutta la potenza del 1.0 ECO-G 100 tocca aspettare che l’ago del contagiri si avvicini a quota 3.500 - 4.000 giri. Una condizione irrinunciabile se si vuole chiudere alla svelta un sorpasso in autostrada, a patto che siate disposti a giocare con il cambio e a sacrificare un po’ del vostro comfort acustico. In generale, sterzo e sospensioni sono più che indicate per assecondare una guida tranquilla e pacata, il primo è leggero e forse un pelo impreciso, mentre gli ammortizzatori riescono a lavorare bene smorzando senza pensieri gli avvallamenti. Certo, se mi faccio prendere la mano e forzo fra le curve, gli oltre 1.200 kg dell’auto si fanno sentire ed emerge un comportamento sottosterzante che allarga la traiettoria. Anche i freni posteriori a tamburo non aiutano e nelle decelerazioni più decise percepisco tutta l’inerzia dell’auto.

Dacia Jogger GPL: frontale Dacia Jogger GPL: frontale

QUANTO COSA VIAGGIARE A GPL?

Quando il serbatoio del GPL è quasi a secco (circa 80 km di autonomia residua), si inserisce la riserva e l’auto procede a benzina. Viaggiando a benzina ho registrato un consumo medio di 6,5 l/100 km, un valore più basso rispetto al gas, che si è attestato invece intorno agli 8,7 l/100 km. Mi fermo al distributore per il pieno di GPL. Noto con piacere che l’adattatore a vite per la pistola della pompa è già pre-installato in prossimità del bocchettone della verde. Una trovata intelligente che - ahimè - non è stata ancora adottata dalle altre concorrenti. Con un prezzo del GPL di 0,88 euro/litro, per il pieno mi bastano 35 euro: sbrigo la pratica in meno di 5 minuti. Anche questa volta il salasso è stato scongiurato. 

Dacia Jogger GPL: il serbatoio del gas Dacia Jogger GPL: il serbatoio del gas

ADAS, VERSIONI E PREZZI

2 motorizzazioni e 3 allestimenti per nuova Dacia Jogger. I propulsori sono il 1.0 TCe turbo da 110 CV e il 1.0 ECO-G 100 bi-fuel della prova. Entrambi vengono declinati nelle versioni Essential, Comfort ed Extreme, con prezzi che vanno dai 14.650 euro della entry-level Essential 5 posti GPL ai 18.350 euro della top di gamma Extreme 7 posti 1.0 TCe benzina. La suite di sistemi di assistenza alla guida prevede di serie: la frenata automatica d’emergenza, limitatore di velocità e fari con accensione automatica. Il cruise control (non adattivo), i sensori di parcheggio posteriori e la retrocamera di manovra arrivano invece con gli allestimenti Comfort ed Extreme.

SCHEDA TECNICA DACIA JOGGER 1.0 ECO-G 100

Motore 1.0 ECO-G 100 bi-fuel, 3 cilindri turbo
Potenza 100 CV @4.600 - 5.000 giri/min. (GPL) | 90 CV @4.800 - 5.000 giri/min. (benzina) 
Coppia massima 170 Nm @2.000 - 3.500 giri/min. (GPL) | 160 Nm @2.100 - 3.750 giri/min. (benzina) 
Prestazioni Vel. Max. 175 km/h | 0-100 km/h in 12,3/13,2 secondi
Trazione Anteriore
Cambio Manuale 6 marce
Dimensioni 4,55  x 1,78 x 1,69 m
Passo 2,9 m
Posti Fino a 7
Peso in ordine di marcia  1.223 kg
Bagagliaio  212 litri con tutti i sedili eretti | 699 litri (II fila disponibile + III fila ripiegata) | 2.085 litri (II fila ripiegata + III fila rimossa)
Consumi (misto WLTP) 7,4-7,7 l/100 km (GPL) | 6-6,3 l/100 (benzina)
Emissioni CO2 (WLTP) 118-123 g/km (GPL) | 135-140 g/km (benzina)
Prezzo A partire da 14.650 euro

Pubblicato da Dario Paolo Botta, 04/05/2022
Tags
Gallery
Listino Dacia Jogger
Allestimento CV / Kw Prezzo
Jogger Essential TCe 100 CV GPL 100 / 74 15.650 €
Jogger Essential TCe 110 CV 110 / 81 15.950 €
Jogger Comfort TCe 100 CV GPL 100 / 74 17.450 €
Jogger Comfort TCe 110 CV 110 / 81 17.750 €
Jogger Extreme TCe 100 CV GPL 100 / 74 18.300 €
Jogger Comfort TCe 100 CV GPL 7 posti 100 / 74 18.350 €
Jogger Extreme TCe 110 CV 110 / 81 18.600 €
Jogger Comfort TCe 110 CV 7 posti 110 / 81 18.650 €
Jogger Extreme Up TCe 100 CV GPL 100 / 74 18.850 €
Jogger Extreme Up TCe 110 CV 110 / 81 19.150 €
Jogger Extreme TCe 100 CV GPL 7 posti 100 / 74 19.200 €
Jogger Extreme TCe 110 CV 7 posti 110 / 81 19.500 €
Jogger Extreme Up TCe 100 CV GPL 7 posti 100 / 74 19.750 €
Jogger Extreme Up TCe 110 CV 7 posti 110 / 81 20.050 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Dacia Jogger visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Dacia Jogger
Vedi anche
Logo MotorBox