Alfa Romeo Tonale Hybrid: impressioni di guida, dotazioni e prezzi
Test drive

Alfa Romeo Tonale Hybrid: la passione vien guidando! La prova


Avatar di Dario Paolo Botta , il 31/07/22

2 settimane fa - Alfa Romeo Tonale Hybrid: una settimana al volante del SUV di Arese

Finalmente a tu per tu con il SUV elettrificato del Biscione. Le "attesissime" impressioni di guida dopo una settimana di test drive

Parto con una doverosa premessa: non sono un Alfista! Ahimè - nel mio passato - non c’è traccia di quel trasporto passionale per i modelli del Biscione che solitamente si tramanda di padre in figlio. Anzi, se devo proprio essere sincero la mia famiglia è sempre stata molto legata ai marchi tedeschi. Non è un caso se le prime auto di cui ho memoria siano la Volkswagen Passat grigia di mio papà e il Maggiolone rosso di mio zio. Quasi impossibile non sviluppare un certo attaccamento per i modelli teutonici. Detto ciò, la prospettiva di provare Alfa Romeo Tonale è stata una suggestione che mi ha incuriosito fin dal primo istante in cui se ne è iniziato a parlare con i colleghi. I motivi di tanto interesse? Sicuramente l’aura di mistero la circonda da quel lontano 2019, quando il primissimo concept stupì tutti al Salone di Ginevra. Ma ancor più di questo, la vera ragione sta forse nell’opportunità di testare un’auto su cui grava una responsabilità enorme. L’occasione perfetta per capire se Tonale sarà in grado di far scoccare in me quella scintilla rimasta per troppo tempo sopita nel profondo della mia passione!

LE FORME STUPISCONO

Pensatela pure come volete, Alfa Romeo Tonale (qui il nostro primo contatto) è un’auto che sa stupire anche solo con uno sguardo. Il merito è tutto di un design molto raffinato che poco si discosta dalle linee viste in forma prototipale negli ultimi anni. Dico questo non tanto per esaltare lo stile dell’auto, quanto invece per ribadire il fatto che Tonale riesce davvero a emozionare appassionati (e non). Sono state tantissime le persone (di ogni età) che si sono avvicinate incuriosite al finestrino o mi hanno fermato a pochi metri dall’auto con occhi stupiti e sognanti, tutti con un’unica frase stampata sulle labbra: ''è bellissima''. E in effetti non è facile resistere al fascino di quello scudetto in bella vista, ai cerchi in lega da 20 pollici e alle luci allungate che inglobano il logo sul portellone. Il dettaglio che più mi colpisce sono però i proiettori Matrix LED frontali. Hanno un profilo ''a spirale” estremamente ricercato, quasi come fossero stati disegnati da un tratto sapiente, abile nel far convivere raffinatezza e tradizione. Un chiaro omaggio alle Alfa del passato poi lo si ritrova proprio sulle fiancate, dove corre una linea netta che ricorda quella della mitica Giulia GT degli anni ’60. Infine, pure il Trilobo è al suo posto! Anche se meno un po' meno in vista rispetto a Giulia e Stelvio.

Alfa Romeo Tonale Hybrid: 3/4 frontale Alfa Romeo Tonale Hybrid: 3/4 frontale

TOCCO MADE IN ITALY

All’interno, come all’esterno, Tonale trasuda italianità da ogni guarnizione. Questo senso di forte appartenenza alla cultura del made in Italy l’ho toccato con mano visitando lo stabilimento di Pomigliano, dove tecnici, ingegneri e operai danno vita a Tonale. La loro dedizione viene ripagata da una serie di finiture graziose, come: il Tricolore dietro la leva del cambio, lo stemma del Biscione ricamato sui poggiatesta e il tessuto raffinato sul bordo inferiore della plancia. Inutile nasconderlo, Tonale punta in alto! Come sempre i riferimenti sono le corazzate tedesche che il SUV del Biscione insidia da vicino, mettendo sul piatto un assortimento di materiali di buon livello, anche se un gradino sotto a Stelvio e Giulia in quanto a qualità percepita. In un quadro complessivo molto valido, mi delude la zona superiore del cruscotto. La plastica è morbida e piacevole al tatto, ma ha una texture ruvida e granulosa. Stessa discorso per i rivestimenti nella zona superiore delle portiere.

Alfa Romeo Tonale Hybrid: interni Alfa Romeo Tonale Hybrid: interni

TRADIZIONE E MODERNITÀ Mi colpisce il volante, il logo argentato del Biscione è vera una calamita per gli occhi, che restano magnetizzati anche dal quadro strumenti digitale ''a cannocchiale'' da 12,3 pollici. Tachimetro e contagiri sono come quelli delle Alfa storiche, con l’autonomia residua visualizzata tramite ''rotella meccanica'': un effetto vintage molto piacevole. Ben integrato anche il display principale da 10,25 pollici. Se su Giulia e Stelvio l’infotainment era il tallone d’Achille, beh ora quello di Tonale non ha niente da invidiare ai più evoluti sistemi delle rivali. La navigazione fra i menù è semplificata da icone ben distribuite e facilmente leggibili a cui si aggiungono tasti fisici a pianoforte per il clima posizionati subito sotto il lembo inferiore della plancia. Sono estremamente comodi da azionare durante la marcia, ma la loro consistenza lascia un po’ a desiderare. Il sistema operativo è fornito da Android e dispone dell’assistente vocale Alexa, mentre il navigatore satellitare di bordo è sviluppato da TomTom.

Alfa Romeo Tonale Hybrid: il quadro strumenti ''a cannocchiale'' Alfa Romeo Tonale Hybrid: il quadro strumenti ''a cannocchiale''

L'ALFA CHE NON C'ERA

Con Tonale, Alfa Romeo mette radici in un segmento trascurato per troppo tempo: quello dei SUV di medie dimensioni. Le misure d’altronde lo mettono in aperto contrasto con mostri sacri della categoria: BMW X1, Audi Q3 e Volvo XC40. Con i suoi 4,53 metri in lunghezza, 1,84 metri in larghezza e con un’altezza di 1,6 metri il SUV di Arese offre quel giusto compromesso fra sportività e praticità che ben si addice a un’auto di questa stazza. Il bagagliaio con apertura automatica schiude un vano dalla forma regolare, ben sfruttabile anche se piuttosto rialzato da terra. La scheda tecnica riporta un volume di carico minimo di 500 litri, estendibile a 1.550 con schienali reclinati. Ottima l’idea di posizionare anelli sul bordo dell’imboccatura per immobilizzare i bagagli e i ganci laterali per appendere oggetti. A tutto ciò si aggiunge anche la botola per sistemare scii o bacchette da trekking. Per quanto riguarda invece l’abitabilità Tonale si rivela comoda e spaziosa, accoglie senza problemi tre passeggeri e ha un divanetto che può ospitare piuttosto agevolmente anche un terzo occupante (il tunnel centrale è basso e compatto). Un tantino scomodo infine il giroporta delle portiere posteriori, la forma insolita e affusolata limita un po’ l’accesso ai più alti.

Alfa Romeo Tonale Hybrid: il bagagliaio Alfa Romeo Tonale Hybrid: il bagagliaio

VEDI ANCHE



UN MILD CHE SEMBRA FULL-HYBRID Nella lunga storia di Alfa Romeo, due sono i primati di nuova Tonale: è il primo SUV di medie dimensioni del Gruppo ed è la prima auto del Biscione elettrificata. Vero cuore pulsante è il quattro cilindri benzina 1.5 Hybrid VGT con turbina a geometria variabile e sistema mild-hybrid 48V. Il motore termico lavora in sinergia con un’unita elettrica (20 CV e 55 Nm di coppia) integrata nel cambio. La corrente recuperata in frenata viene stoccata in una batteria al litio da 0,77 kWh e ceduta in un secondo momento nelle accelerazioni e nelle ripartenze. In questa maniera la potenza combinata del sistema propulsivo di Tonale raggiunge i 160 CV per 240 Nm di coppia (qui le indiscrezioni su Tonale Quadrifoglio). La trasmissione si avvale invece di un cambio doppia frizione sette rapporti sviluppato dall’austriaca Magna Steyr. Come noto, Tonale nasce sulla stessa piattaforma FGA Small Wide di Jeep Compass. Una base tecnica valida e collaudata che per l’occasione è stata sottoposta a una serie di modifiche per rendere l’auto ancor più affine al DNA Alfa. Nello specifico, i tecnici del Biscione sono intervenuti sui supporti delle sospensioni, sugli angoli caratteristici delle ruote e sul rapporto di sterzo (ora più diretto).

Alfa Romeo Tonale Hybrid: la console centrale Alfa Romeo Tonale Hybrid: la console centrale

IMPRESSIONI DI GUIDA

Mi accomodo dietro al volante, regolo il sedile cercando di trovare la posizione più adatta alla mia persona. Le sedute sono abbastanza comode, sono profilate sui fianchetti, anche se non particolarmente contenitive. Il tasto d’avviamento è posizionato sul volante, lo premo e Tonale si risveglia senza rumori, quasi non mi accorgo che l’auto è pronta a partire. Fino ai 20/30 km/h si viaggia davvero a zero emissioni - una bella sorpresa - che fa sembrare il mild-hybrid di Tonale quasi un full-hybrid. Superata questa soglia entra in scena il 1.5 benzina, con il passaggio fra elettrico e termico che si avverte distintamente. Tonale dispone di tre modalità di guida (Dynamic, Natural e Advance Efficiency - DNA) che si regolano dal manettino sulla console centrale. Davvero convincente poi la leva del cambio: ha una corsa corta, solida e molto gradevole. In Natural e Advance Efficiency ho la sensazione che Tonale perda un po’ in vitalità, per recuperare spinta tocca affondare per bene sull’acceleratore. La situazione migliora invece in Dynamic, il motore si fa più pimpante e gagliardo, con l’elettrico che supporta con grinta negli scatti e in ripresa.

Alfa Romeo Tonale Hybrid: la prova su strada Alfa Romeo Tonale Hybrid: la prova su strada

PARLA AL CUORE Certo il coinvolgimento che regalano Giulia e Tonale resta su un altro livello, ma Tonale riesce comunque a strapparmi qualche sorriso, soprattutto nelle curve, con il posteriore che segue sempre fedelmente l'impronta lasciata dalle ruote anteriori. Lo sterzo invece mi lascia un po’ di amaro in bocca. Il comando è molto leggero e riflette una vocazione più turistica che sportiva. Ciononostante di Tonale mi sorprende la grande silenziosità dell’abitacolo: anche tirando le marce il rombo del 1.5 Hybrid non è mai invadente, la sensazione di comfort nei lunghi viaggi è dunque assicurata. In fin dei conti, anche se non sono sicuro che Tonale sia l’Alfa pensata per toccare nuove vette di coinvolgimento e passione, sono convinto che tutto quello che le si chieda venga sempre eseguito con zelo e precisione. Una sensazione che rende merito al duro lavoro e alla dedizione dei tecnici guidati da Domenico Bagnasco (qui le dichiarazioni dell'AD Imparato sul futuro di Alfa Romeo). Al termine della prova controllo il dato dei consumi: il computer di bordo riporta 6,5 litri/100 km, un valore molto vicino ai 6,3 litri/100 km omologati nel misto WLTP. Il merito è dell’innovativo sistema mild-hybrid di Tonale, in città con un piede di velluto l’auto riesce a sfruttare al massimo la spinta dell’elettrico, riducendo così il ricorso alla benzina.

Alfa Romeo Tonale Hybrid: test drive Alfa Romeo Tonale Hybrid: test drive

ADAS, ALLESTIMENTI E PREZZI

Alfa Romeo Tonale monta di serie una suite ADAS che comprende: frenata automatica d’emergenza con riconoscimento ciclisti e pedoni, avviso di allontanamento e mantenimento dalla corsia, regolatore di velocità, monitoraggio stanchezza conducente, riconoscimento segnaletica stradale e avviso occupazione sedile posteriore. Al momento Tonale è disponibile solo con motorizzazione 1.5 Hybrid turbobenzina da 130 o 160 CV. Entro la fine dell’anno sono in arrivo la versione gasolio 130 CV e la Q4 plug-in hybrid da 275 CV e trazione integrale. 4 gli allestimenti a listino: Super, Sprint, Ti e Veloce con prezzo di partenza di 35.500 euro (Sprint) e di 44.800 euro per la top di gamma Veloce.

Alfa Romeo Tonale Hybrid: il motore elettrificato Alfa Romeo Tonale Hybrid: il motore elettrificato

ALFA ROMEO TONALE 1.5 HYBRID VGT 160 CV

Motore 1.5 litri mild-hybrid VGT, 4 cilindri turbobenzina 
Batteria sistema MHEV   Accumulatore al litio 0,77 kWh
Potenza combinata 160 CV @5.750 giri/min.
Coppia massima 240 Nm @1.500 giri/min.
Prestazioni Vel. Max. 210 km/h | 0-100 km/h in 8,8 secondi
Trazione Anteriore
Cambio Automatico TCT 7 rapporti
Dimensioni 4,53 x 1,84 x 1,60 m
Passo 2,64 m
Posti 5
Bagagliaio  Da 500 a 1.550 litri
Consumi (misto WLTP) 6,3 l/100
Emissioni CO2 (WLTP) 144 g/km
Prezzo A partire da 35.500 euro

Pubblicato da Dario Paolo Botta, 31/07/2022
Tags
Gallery
Listino Alfa Romeo Tonale
Allestimento CV / Kw Prezzo
Tonale 1.6 130 CV DDCT7 Diesel Super 130 / 96 35.500 €
Tonale 1.5 130 CV DDCT7 Hybrid Super 130 / 96 35.500 €
Tonale 1.6 130 CV DDCT7 Diesel Sprint 130 / 96 38.000 €
Tonale 1.5 130 CV DDCT7 Hybrid Sprint 130 / 96 38.000 €
Tonale 1.5 130 CV DDCT7 Hybrid Speciale 130 / 96 39.000 €
Tonale 1.6 130 CV DDCT7 Diesel Ti 130 / 96 40.500 €
Tonale 1.5 160 CV DDCT7 Hybrid Speciale 160 / 118 41.000 €
Tonale 1.5 160 CV DDCT7 Hybrid Ti 160 / 118 42.300 €
Tonale 1.5 160 CV DDCT7 Hybrid Veloce 160 / 118 44.800 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Alfa Romeo Tonale visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Alfa Romeo Tonale
Vedi anche
Logo MotorBox