DISRUPTION Che Elon Musk sia una persona a cui piace stupire non è una novità, ma dobbiamo ammettere che questa volta si è davvero superato. Nella notte, come vi avevamo annunciato, Tesla ha annunciato il suo Cybertruck, pickup elettrico che sembra uscito direttamente da un brutto film di fantascienza degli anni Novanta (non che Robocop fosse un brutto film, tutt’altro). Del resto, Elon Musk non ha mai fatto mistero di essere un fan di Blade Runner, film ambientato proprio nel novembre del 2019,  e possiamo star certi che non sia un caso che la presentazione si sia tenuta proprio adesso. Musk si è spinto oltre, definendo il suo Cybertruck il “pick-up ufficiale per andare su Marte”.

LINEE AGGRESSIVE Il Cybertruck di Tesla, in sviluppo da sette anni nell’azienda di Palo Alto, ridefinisce il concetto di linea “spigolosa”, ma si inserisce anche in un segmento, quello dei pick-up, che negli Stati Uniti va sempre fortissimo, e che non ha ancora un modello puramente elettrico. E lo fa, in perfetta tradizione Tesla, rompendo tutti gli schemi.

Tesla Cybertruck: visuale laterale

PRESTAZIONI La forma a cuneo tagliata con l’accetta ha dimensioni in linea con il segmento: 5.885 x 2.027 x 1.905 cm, con sei posti a sedere. Le prestazioni, invece, sono tutt’altro che standard, almeno per la categoria: la versione più potente ha la trazione integrale e tre motori elettrici, capaci di spingere il Cybertruck da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi, e di coprire il quarto di miglio di Torettiana memoria in 10,8 secondi, fino a raggiungere la velocità massima di 209 km/h. Per quanto riguarda l’autonomia, questa versione dovrebbe potersi muovere per più di 800 km. 

UNO O DUE MOTORI? Sono previsti altri due modelli, rispettivamente a singolo e doppio motore: la prima avrà solo la trazione posteriore, andrà da 0 a 100 in “soli” 6,5 secondi e avrà un’autonomia di 400 km. La Dual Motor scatta da fermo a 100 km/h in 4,5 secondi e ha un’autonomia di 480 km.

PICKUP O SPORTIVA? Nel corso della presentazione, Elon Musk ha detto che il comportamento dinamico del Cybertruck non avrà niente da invidiare a una sportiva come la Porsche, senza rinunciare alle doti da off-road che i proprietari di questo genere di veicoli si aspettano. Il telaio è a scocca portante, mentre la maggior parte della concorrenza predilige un approccio con il telaio a longheroni, più adatto al fuoristrada. L’angolo di entrata è di 35°, quello di uscita di 28°, e potrà portare un carico da tre tonnellate e mezzo a sei tonnellate e mezzo. La carrozzeria è in acciaio inossidabile, e disponibile solo nel colore grigio presentato a Los Angeles.

L'accessorio da tenda per il Tesla Cybertruck

SPAZIO DI CARICO Il cassone (che Tesla chiama The Vault, camera blindata) è lungo due metri, ha una copertura aerodinamica che permette di tenere al coperto quasi 2.900 litri di carico. Nella presentazione è anche stato fatto vedere un veicolo ATV. Tra gli accessori presentati, che non sappiamo se mai vedranno la luce, c’è un rimorchio futuribile quanto il veicolo che lo trasporta, e un originale set con una tenda rigida e cucina da campo. Purtroppo, al momento non abbiam nessuna notizia su una possibile commercializzazione.

GLI INTERNI Nel corso della presentazione dal vivo non sono stati mostrati gli interni, salvo per una semplice fotografia che trovate nella galleria, e che sono assolutamente in linea con l’approccio minimalista di Tesla, forse anche più del solito: non manca il grande schermo touch centrale, due file di sedili con tre posti ciascuno, e un volante che pare stato rubato alla K.I.T.T. di Supercar. Probabile che venga sostituito da qualcosa di più normale nella versione da produzione, ma a questo punto chi può dirlo? Curiosa anche la finitura della plancia, che nell’immagine ricorda il marmo.

Tesla Cybertruck: gli interni

PREZZI La versione meno potente parte dal prezzo base di 39.900 dollari (più tasse), quella con due motori a 49.900 dollari, e la più potente a 69.900 dollari. Per il mercato italiano possiamo ipotizzare un prezzo d’attacco (comprensivo di IVA) intorno ai 55.000 euro.

GIÀ PRENOTABILE Tesla ha già aperto i preordini, almeno sul mercato americano. È sufficiente un deposito cauzionale (rimborsabile) di 100 dollari per bloccarsi un esemplare del Cybertruck, che entrerà in produzione del 2021, con il modello più potente atteso per l’anno successivo.


TAGS: tesla tesla cybertruck pickup elettrico blade runner robocop