Autore:
Emanuele Colombo

CONSEGNE AUTOMATIZZATE Addetti alle consegne state in guardia: Ford e Domino's Pizza hanno annunciato la collaborazione per studiare le reazioni del pubblico nei confronti di un servizio che recapitasse le pizze a domicilio tramite auto a guida autonoma. La ricerca prevede che clienti scelti a caso a Ann Arbor, una città del Michigan non lontana da Detroit, possano scegliere se ricevere la propria pizza in modo tradizionale o tramite una sorta di auto robot.

LE PIZZE NEL FINESTRINO Il modello scelto per la sperimentazione è la Ford Fusion Hybrid equipaggiata con le tecnologie per la guida autonoma. Peccato che durante il servizio l'auto sarà comunque guidata da un essere umano: un ingegnere di Ford che garantirà la sicurezza dei test. I clienti potranno tracciarla via GPS e all'arrivo del veicolo riceveranno un messaggio con le istruzioni per prendere le pizze da uno speciale scomparto automatizzato: montato al posto del finestrino posteriore. Tutto senza alcuna interazione con esseri umani.

LE REAZIONI DEI CLIENTI “Ci interessa capire che cosa pensa la gente di questo tipo di consegne”, ha detto Russel Weiner, presidente di Domino's USA: “Per esempio, come reagiranno i clienti a dover uscire di casa per ritirare il cibo? […] E c'è differenza se l'auto si parcheggia sul vialetto o accanto al marciapiede?”.

I PRIMI COLLAUDI Per ora Ford e Domino's hanno collaudato le... pizze a guida autonoma nel centro prove Mcity di Ann Arbor: un impianto che si estende su una superficie di 13 ettari. L'obiettivo è rendere l'interfaccia il più intuitivo e semplice possibile, per eliminare, un giorno, gli addetti alle consegne in carne e ossa. L'iniziativa di Ford e Domino's segue le indiscrezioni sulle auto robot e i droni da consegna di Amazon e una cosa è certa: la guida autonoma stravolgerà completamente il mondo dei servizi.


TAGS: ford ford fusion usa sperimentazione guida autonoma michigan domino's pizza consegna consegna automatizzata ann arbor