Autore:
Emanuele Colombo

IL PRIMO ANDROID DIESEL Si prepara una vera invasione: il noto marchio di moda Diesel ha appena messo in vendita il suo primo smartwatch Android. Si chiama Diesel Full Guard, ha la cassa in acciaio nera di 48 x 54 x 12 mm, il cinturino in pelle, 4 GB di archivio, 24 ore di autonomia, ricarica wireless e un'esclusiva app che visualizza notifiche sugli eventi in agenda, le previsioni del tempo e gli obiettivi da raggiungere per seguire il proprio piano fitness.

MODELLO SENZA CUORE Il sistema è Android Wear 2.0, compatibile con smartphone Android e iOS, e grazie a esso il Diesel Full Guard fa tutto ciò che ti aspetti da uno smartwatch: tranne leggerti il battito cardiaco, visto che gli manca il sensore apposito. E pure il grado di impermeabilità, a standard IP67, non è molto elevato: consente immersioni temporanee in acqua fino a un metro di profondità per un massimo di 30 minuti. Il costo? 329 euro sul sito https://it.diesel.com.

300 MODELLI IN ARRIVO Ma perché in apertura abbiamo parlato di invasione? Perché da Diesel, il 25 settembre, arriveranno altri 4 modelli e perché il gruppo Fossil di cui Diesel fa parte pianifica di lanciarne addirittura 300, attraverso i suoi 14 brand, tra cui spiccano anche Emporio Armani, Michael Kors, DKNY, Kate Spade, Misfit, Skagen e Tory Burch.

TECNOLOGIA IN COMUNE Tutti gli smartphone del gruppo Fossil, che sugli smartwatch ha già qualche anno di esperienza, condivideranno la stessa parte elettronica, completata da un display Amoled e processori Qualcomm Snapdragon Wear 2100. Si distingueranno – in modo molto netto, bisogna dire – per il design di cassa, bracciale e schermate del display. Inoltre ogni brand avrà una sua app specifica e distintiva. E pensare che, non molto tempo fa, c'era chi gli smartwatch li dava per morti.


TAGS: diesel prezzo android smartphone ios emporio armani caratteristiche android wear 2.0 pro e contro pregi e difetti compatibilità diesel full guard fossil michael kors dkny kate spade misfit skagen tory burch