Autore:
Emanuele Colombo

MODELLI ESCLUSIVI Dopo Tag Heuer e Montblanc anche Louis Vuitton si lancia nel mondo degli smartphone con il nuovissimo Tambour Horizon: un modello ovviamente di lusso che funziona con il sistema operativo Android Wear 2.0. La cassa in acciaio da 42 millimetri di diametro e 12,5 millimetri di spessore ospita un display touch di tipo AMOLED a colori da 1,2 pollici. La gamma si compone di diversi modelli, distinti dalla differente finitura superficiale e da una sessantina di cinturini diversi, per prezzi che vanno da 2.300 a 2.800 euro secondo le versioni.

APP ESCLUSIVE Dal punto di vista tecnico, l'autonomia dovrebbe superare la giornata e la memoria per caricare le app di Android Wear 2.0 e altri contenuti è di 4 GB. Precaricate ci sono due app esclusive, firmate Louis Vuitton, dedicate ai bon vivant: City Guides riconosce la città dove vi trovate e vi guida ai migliori ristoranti come ai luoghi da visitare. La seconda app è una sorta di assistente di viaggio, che fornisce informazioni sui propri voli: gli orari e i gate di imbarco all'aeroporto.

POCO ADATTO AL FITNESS Manca, va detto, il sensore del battito cardiaco, che darebbe al Tambour Horizon una marcia in più qualora lo si volesse usare anche per tenersi in forma. D'altra parte questo smartwatch è decisamente più orientato al mondo della moda. E le mode, si sa, cambiano alla svelta: poco importa dunque se, a dispetto del prezzo, tra un paio d'anni o giù di lì lascerà il posto a un modello dal software più aggiornato.


TAGS: app wearable smartwatch android wear 2.0 louis vuitton lvmh tambour horizon