Pubblicato il 03/07/20

CAMBIO DI PARADIGMA Fino a ieri, l’auto con cui si usciva dal concessionario era quella che - a meno di aggiunte aftermarket - ti rimaneva in mano fino al momento di abbandonarla, per sopraggiunti limiti di età o per acquistarne un’altra. L’arrivo dell’era digitale e iper-connessa, anche nell’automobile, potrebbe cambiare radicalmente questo scenario.

OVER-THE-AIR Ormai non c’è annuncio o presentazione di nuovi modelli che non contemplino la possibilità di scaricare over-the-air, ossia via internet, senza necessità di cavi o di recarsi in un’officina autorizzata. E questo apre scenari decisamente affascinanti, come la possibilità di aggiungere accessori non presenti sull’esemplare ritirato dal concessionario

BMW, accessori da scaricare via internet

COMINCIA BMW La versione 7 del sistema operativo delle berline BMW, Serie 5 e Serie 7 in primis, fa esattamente questo: con l’ultimo aggiornamento al cuore digitale dell’auto, infatti, si potranno attivare accessori come i sedili riscaldati o il cruise control adattivo, magari per un breve periodo di prova prima di finalizzarne l’acquisto. Questo update sarà disponibile di serie su tutti i modelli venduti da luglio in poi, e potrà essere scaricato gratuitamente su tutti gli altri. Tra le altre novità di questo aggiornamento, mappe più reattive e la possibilità di trasformare il proprio iPhone nella chiave dell’auto.

ANCHE PER L’USATO C’è poi un altro grande vantaggio in questo nuovo approccio al concetto di optional, ossia il momento di comprare un’auto usata, per cui il possibile acquirente può decidere di “trattare” sul prezzo di una vettura che gli interessa - per colore, motore, interni - attivando o disattivando gli accessori che per lui non sono rilevanti (i sedili riscaldati di cui sopra, per esempio). 

BMW, aggiornamenti per il sistema operativo

MA QUANTO COSTA? Rimane meno chiaro, ma lo diventerà con il tempo, il costo effettivo di questi accessori, e quale impatto avrà questa soluzione sul costo della vettura: al di là del fatto che venga attivato o meno tramite i servizi connessi di BMW, l’optional in sé dovrà comunque già essere presente sull’auto (pensate sempre ai sedili riscaldati), e questo potrebbe avere delle ricadute sul prezzo di listino della vettura. E poi: si pagherà l’optional una volta sola, oppure si pagherà un canone annuale per poterne usufruire? Quali ricadute avrà questa scelta sul concetto di “proprietà” dell’auto cui siamo da sempre abituati?


TAGS: bmw optional internet usato auto connessa over-the-air