Autore:
Simone Valtieri

PROFUMO DI 2019 Il sipario sul Mondiale Superbike è calato da neanche tre settimane, ma in questo lasso di tempo si sono susseguite molte novità circa la prossima stagione: è stato pubblicato il calendario provvisorio del mondiale 2019 e sono stati annunciati tanti nuovi accordi tra piloti e team (clicca qui, qui e qui). Tra mercoledì e giovedì sono però è scesi in pista i piloti e, soprattutto, le nuove moto, con l'attesissima Ducati Panigale V4 R che manderà in pensione la bicilindrica Panigale R per aprire l'era dei quattro cilindri nella casa romagnola.

BATTESIMO OKAY A battezzare la rossa per il team Aruba.it Racing ci ha pensato Chaz Davies, vice iridato 2018 alle spalle dell'imprendibile Jonathan Rea, scendendo in pista sulla pista per due giorni al Motorland di Aragon. I test per la Panigale V4 R continueranno a Jerez, il 26 e 27 novembre prossimi, con in sella il neo acquisto del team, lo spagnolo Alvaro Bautista. Intanto Davies ha continuato a migliorare il feeling con la sua nuova "bestia", sebbene il miglior tempo sia rimasto quello realizzato mercoledì vista la pioggia di ieri. Un 1'51"180 discreto distante 1"6 dal tempo della pole 2018 conseguita da Marco Melandri con la vecchia Panigale R in 1'49"543.

NATALE ANTICIPATO "Oggi non ho cercato i limiti della moto sul bagnato, ne abbiamo approfittato per portarci avanti sul lavoro in queste condizioni" - ha spiegato Davies - "Ieri è stato davvero emozionante battezzare la Panigale V4R, mi sono sentito come un ragazzino a Natale con un meraviglioso gioco nuovo. Solitamente ci metto un po' a capire le moto, ma con la Panigale è stato l'opposto, mi sono sentito a mio agio sin da subito. Dopo la prima uscita di rodaggio volevo subuito mettermi spingere."

REA POSITIVO Impegnata nei test anche la Kawasaki ovviamente, del campione in carica Johnny Rea e del suo nuovo compagno, Leon Haslam. "Le prime impressioni sulla nuova moto sono positive" - ha spiegato il dominatore del campionato 2019, che ha guidato la nuova Ninja ZX-10RR - "Il potenziale della moto è molto alto, abbiamo bisogno di lavorare sul setup e questo potrebbe richiedere parecchio tempo, ma il nuovo motore è più potente, specialmente in accelerazione e frenata. Dovrò cambiare un po' il mio stile di guida percià devo prendere le misure, a Jerez nel prossimo test lavoreremo su questo."

I TEMPI Rea è stato di gran lunga il più veloce di questi test, che vedevano impegnati anche Michael Ruben Rinaldi, al debutto con la V4R e con il Barni Racing Team, e i due yamahisti del team Pata, Alex Lowes e Michael Van der Mark. Dietro al britannico, che ha fatto segnare un miglior tempo di 1'49"668, molto vicino alla pole di Melandri 2018, si è piazzato Lowes in 1'51"157. Terzo Davies in 1'51"180, che ha preceduto Haslam (1'51"479), Rinaldi (1'51"656) e Van der Mark (1'51"852).


TAGS: yamaha ducati superbike world sbk kawasaki chaz davies test superbike Ducati Panigale V4R Panigale V4R