Autore:
Simone Valtieri

RITORNO IN GRANDE STILE La BMW torna con un team ufficiale nel mondiale Superbike e lo fa in grande stile, annunciando oggi i suoi due piloi per la stagione 2019. Saranno Tom Sykes e Markus Reiterberger, Il britannico, dopo 9 anni in Kawasaki, che gli hanno fruttato un titolo mondiale, tre secondi posti in classifica, due terzi e il quarto posto della scorsa stagione, inizia una nuova fase della sua carriera con la casa monegasca. Al suo fianco troverà il tedesco, fresco campione mondiale della classe Superstock 1000. Classe '94, il centauro bavarese ha già corso la stagione 2016 con la casa tedesca terminando 16°, oltre ad altri 4 round nel 2017, prima di vincere il titolo europeo Supersport 1000 quest'anno.

UN NUOVO TEAM Il BMW Motorrad Motorsport affronterà quest'avventura assieme a Shaun Muir Racing (SMR), l'azienda tedesca si occuperà di elettronica, telaio e sviluppo del motore, mentre le altre componenti saranno affidate al team corse SMR. La moto sarà ovviamente la S1000RR, in versione evoluta rispetto a quella gudata quest'anno Loris Baz con il team privato Gulf Althea Racing, che ha fruttato un 11° posto nel mondiale piloti al francese.

I PILOTI ENTUSIASTI "Sono contentissimo di unirmi al progetto BMW per il campionato mondiale Superbike" - ha spiegato Sykes nel comunicato ufficiale - "Credo che il rapporto tra BMW e SMR possa essere una grande opportunità: condividiamo gli stessi obiettivi e abbiamo tanta voglia di vincere. Non vedo l'ora di iniziare questa stimolante avventura e cominciare la preparazione della prossima stagione per poter montare sulla S1000RR nei test pre-stagionali." Di un tenore diverso le dichiarazioni di Reiterberger, che farà gli onori di casa essendo da 5 anni pilota BMW: "Sono molto felice di restare in questa famiglia e non vedo l'ora di lavorare con Tom, ho moltissimo rispetto per lui, è stato uno dei migliori per molto tempo. Comunque restiamo con i piedi per terra, abbiamo una moto nuova e una squadra nuova, dobbiamo lavorare tanto per migliorare costantemente ed essere pronti per l'inizio della prossima stagione."

MELANDRI SU YAMAHA E a trovare una sella per il prossimo mondiale è stato anche Marco Melandri, che resterà in Superbike con il team Yamaha GRT e sarà compagno di squadra del tedesco Sandro Cortese. La trattativa, naufragata un paio di mesi fa contro la ferma volontà della casa giapponese di portare in Superbike due dei piloti impegnati con la squadra in Supersport, è svoltata grazie allo sponsor Pata e al pilota Lucas Mahias, che ha rifiutato la proposta della Yamaha per accasarsi in Kawasaki. Grazie poi alla spinta finale della Dorna, che non voleva perdere il più vicente pilota italiano in Superbike, si è arrivati a un accordo.


TAGS: bmw superbike world sbk bmw motorrad motorsport tom sykes Markus Reiterberger superbike 2019