Autore:
Giulio Scrinzi

CONDIZIONI DIFFICILI La seconda manche del nono round del Mondiale Superbike, sul circuito di Laguna Seca, è stata parecchio complicata per i due portacolori del team Aruba.it – Racing Ducati. Dopo il successo ottenuto in Gara 1, Chaz Davies ha dovuto lottare duramente in Gara 2, dando tutto se stesso per riuscire a superare Sykes e andare a conquistare il secondo posto sotto la bandiera a scacchi. Gara ancora più difficile per il suo compagno di squadra, un Marco Melandri scattato male in partenza e protagonista poi di un lungo per problemi di aderenza. Il suo risultato finale? Un altro quarto posto da mettere in bacheca.

CHAZ DAVIES Ecco la dichiarazione ufficiale di Chaz Davies al termine di Gara 2: “Ho gareggiato praticamente in solitaria ma è stata comunque una corsa difficile: la mia Ducati oggi era molto rumorosa, per cui io e i miei ingegneri dovremo analizzare i dati per scoprire cosa è andato storto. Ho faticato molto con il grip a moto inclinata, e per riuscire a fare meglio mi sarebbero serviti più giri. Ora c'è la pausa estiva e ci prepareremo al meglio per il prossimo appuntamento del Lausitzring: i test precedenti il GP saranno fondamentali per l'ultima fase di Campionato”.

MARCO MELANDRI Queste, invece, le parole di Marco Melandri: “Gara 1 è stata abbastanza strana, poi nel Warm-Up credevo che le cose avessero cominciato a funzionare. Mi sbagliavo, perchè anche nella seconda manche abbiamo patito parecchio. Il nostro set-up di base ha funzionato, ma ha sofferto molto le condizioni calde, dove siamo andati in crisi di aderenza. Volevo fare di più dopo la vittoria di Misano, ma ormai è ora di guardare avanti: i test al Lausitzring saranno molto utili prima del nono round. Miglioreremo, statene certi”.


TAGS: superbike sbk marco melandri chaz davies Aruba.it Racing Ducati superbike 2017 sbk 2017 superbike laguna seca 2017 sbk laguna seca 2017