Autore:
Federico Maffioli

ARIA DI CASA Dopo i primi due turni di libere è la Ducati numero 7 di Chaz Davies a siglare il miglior crono nelle libere del Venerdì. L’inglese, con il tempo di 1.46.229 rifila quasi mezzo secondo all’attuale leader in Campionato Jonathan Rea, oggi secondo a 465 millesimi dal best lap di giornata. Come l’anno scorso, quindi, Chaz Davies, sulla pista di casa della sua Ducati, sembra avere un ottimo potenziale e anche sul passo gara i tempi parlano di un pacchetto molto competitivo.

TRICOLORE…BRITANNICO Le due Kawasaki ufficiali chiudono il Venerdì ad Imola con il secondo posto di Rea e il terzo crono di Tom Sykes, in ritardo di 896 millesimi dal best lap di giornata e di 431 millesimi dal compagno di squadra. Il pilota inglese in sella alla Kawasaki numero 66, ancora non al 100% come forma fisica, si mette alla spalle per soli 66 millesimi Marco Melandri, oggi quarto, ma in ritardo di 962 millesimi rispetto al compagno di squadra Davies. Dopo i primi due turni di libere, quindi, la prima fila virtuale parla di tre inglesi davanti a tutti, con una Ducati in fuga davanti, quella di Davies, e l’altra, quella di Marco Melandri, più in difficoltà all’inseguimento.

DISTACCHI IMPORTANTI Xavi Fores in sella alla Ducati privata del Team Barni Racing chiude quinto i primi due turni di libere ad Imola, in ritardo, però, di oltre 1.633 secondi dal miglior crono di Davies. Dopo le Ducati ufficiali e le Kawasaki del Team KRT, quindi, c’è una sorta di vuoto, con tempi che parlano di distacchi molto, troppo, importanti, con Alex Lowes in sella alla Yamaha ufficiale, a chiudere la seconda in’ipotetica seconda fila a 1.860 secondi dal tempone di Chaz.

SOTTO I 2 SECONDI Leon Camier chiude settimo la libere di oggi, pagando 1.872 secondi in termini di distacco cronometrico dalla Ducati numero 7. La MV numero 2 è l’ultima della moto in pista oggi a riuscire a girare sotto i due secondi di ritardo, seguito dall’altro ufficiale Yamaha Michael van der mark, ottavo a 2.036 secondi dal miglior tempo di giornata.

SUPERPOLE 2 Leandro Mercado e Eugene Laverty, rispettivamente nono e decimo oggi, chiudono la lista dei dieci che entrano direttamente nella Superpole 2 di domani. Delle tre Aprilia in pista oggi, però, manca quella di Lorenzo Savadori, che, su una pista in cui è sempre andato fortissimo, non riesce ad andare oltre alla 19esima posizione a 3.625 secondi da Davies, rallentato da evidenti problemi di trazione della moto.

NON SI VEDE LA LUCE Ancora un Venerdì nero per i due ufficiali Honda Nicky Hayden e Stefan Bradl, che chiudono il venerdì imolese rispettivamente in dodicesima e tredicesima posizione ad oltre 2.3 secondi dal best lap di oggi. Un distacco importante che non promette nulla di buono, con l’americano ex iridato MotoGP, che è anche stato protagonista di una caduta questa mattina.

COSI IN SUPERPOLE2 Questo l’elenco completo dei piloti che accederanno domani alla Superpole 2: 1) Chaz Davies, Ducati 1.46.229; 2) Jonathan Rea, Kawasaki 1.46.694; 3) Tom Sykes, Kawasaki 1.47.125;  4) Marco Melandri, Ducati 1.47.191; 5) Xavi Fores, Ducati 1.47.862; 6) Alex Lowes, Yamaha 1.48.089; 7) Leon Camier, MV Agusta 1.48.101; 8) Michael van der Mark, Yamaha 1.48.265; 9) Leandro Mercado, Aprilia 1.48.284; 10) Eugene Laverty, Aprilia 1.48.312. 


TAGS: nicky hayden marco melandri chaz davies eugene laverty jonathan rea tom sykes Michael Van Der Mark jordi torres leon camier xavi fores superbike 2017 sbk 2017 superbike imola 2017 sbk imola 2017 sbk imola libere venerdì 2017 imola libere venerdì 2017