Autore:
Federico Maffioli

DOPPIO PODIO Anche se non ha vinto qui, Jonathan Rea è l’unico dei piloti in pista a Sepang a salire due volte sul podio, secondo in gara uno e terzo in gara due. Per il leader della classifica iridata l’importante era non perdere punti sul diretto avversario Chaz Davies, infatti gli arriva sempre davanti, sia Sabato su asciutto, sia la domenica sul bagnato. Voto 8,5

DALLE STELLE ALLE STALLE Tom Sykes non fa in tempo a godere lo strepitoso successo del sabato (pole, vittoria in gara1 e record della pista, voto 10 e lode) perché la domenica è un disastro, con la Kawasaki numero 66 che in gara2 taglia il traguardo in ottava posizione. L’aspetto più difficile era trovare il giusto setting, Sabato Sykes ci riesce alla grande, ma Domenica, sul bagnato, si basa su quello scelto in Olanda e sbaglia in modo grossolano. Aspettando di sapere se Tom rinnoverà con Kawasaki per i prossimi due anni (Rea ha già firmato), voto 8

QUASI DIECI Non è il voto, ma gli anni che sono passati dall’ultima volta che Nicky Hayden è salito sul primo gradino del podio (Laguna Seca, 23 Luglio 2006). L’ex iridato MotoGp in gara1 non concretizza la quarta posizione della griglia di partenza e passa ottavo sotto il traguardo. Domenica, però, è un’altra storia e l’americano vince gara2 in solitaria (qui sì, voto 10), dimostrando che, quando le prestazioni della moto contano meno, anche lui può essere molto competitivo. E’ vero che questa pista la conosceva bene, ma Hayden porta a casa la prima vittoria dopo solo dodici gare in Superbike, non vediamo l’ora di vederlo l’anno prossimo sulla nuova Honda, per il momento, voto 8

SPECIALISTA Anthony West è un pilota che conosce bene questa pista, ma arriva a Sepang senza aver mai visto prima né la moto né il Team Pedercini. Risultato? L’australiano chiude undicesimo gara 1 e si piazza quinto in gara 2. Sul bagnato West è fortissimo e Domenica lotta come un leone con piloti del calibro di Sykes, Giugliano, Camier e van der Mark, mettendone parecchi alle sue spalle. La sua è la seconda Kawasaki che passa il traguardo, davanti a quella ufficiale di Tom Sykes, voto 8

GAMBERO Dopo la splendida doppietta ad Imola, Chaz Davies fa qualche passo indietro e lascia Sepang con un terzo e un quarto posto finali. In Malesia la Ducati numero 7 non è mai in lotta per la prima posizione, sbaglia l’assetto in entrambe le gare e l’inglese, anche se sempre secondo in Campionato con 215 punti, adesso è a 42 lunghezze da Rea, voto 7

TI VOGLIAMO COSI’ Davide Giugliano in gara 1 passa sesto sotto la bandiera a scacchi, dimostrando di non essere ancora al livello del compagno di squadra. Domenica, però, con la pioggia cambia marcia e sale sul secondo gradino del podio dopo una bellissima gara; Il romano parte dalla nona casella, recupera velocemente posizioni e negli ultimi quattro giri è talmente veloce che quasi riprende Hayden. Gli arriva a un secondo di distanza dopo aver fatto il vuoto alle sue spalle, voto 7

TOP FIVE Alex Lowes in Malesia piazza la sua Yamaha sulla seconda casella in griglia di partenza e chiude quinto gara 1, siglando il suo miglior piazzamento del 2016. Domenica, invece, la sua gara finisce prima del previsto, perché l’inglese cade mentre si trovava in sesta posizione. Il numero 22 non avrebbe comunque ripreso West, che era davanti con quasi cinque secondi di distacco, ma almeno è riuscito a finire una gara nella top 5, voto 5 e mezzo

OCCASIONE MANCATA A Sepang la Honda di Michael van der Mark non riesce a portare a casa punti importanti. Sabato l’olandese arriva sesto in gara1 e mette le ruote davanti al compagno di squadra, ma in gara due, sotto la pioggia, perde una grande occasione. Bello il suo duello con De Angelis, ma in generale,  voto 5

TUTTI GLI ALTRI Jordi Torres replica il quarto posto in gara 1 come ad Imola e chiude tredicesimo gara 2, voto 6; Alex De Angelis, cade in gara 1 e chiude settimo gara 2 dopo aver lottato come un leone, voto 5; Markus Reiterberger, costretto al ritiro in gara 1 per problemi tecnici quando era in quarta posizione, decimo in gara 2, voto 5; Lorenzo Savadori, cade in gara 1 e arriva quattordicesimo in gara 2, voto 4; Leon Camier, nettamente sotto il suo standard, ma deve fare i conti con un moto che non lo aiuta, voto 4 e mezzo.

COSI AL TRAGUARDO Questo l’ordine di arrivo in gara due a Sepang: 1) Nicky Hayden, Honda; 2) Davide Giugliano, Ducati; 3) Jonathan Rea, Kawasaki; 4) Chaz Davies, Ducati; 5) Anthony West, Kawasaki; 6) Michael van der Mark, Honda; 7) Alex De Angelis, Aprilia; 8) Tom Sykes, Kawasaki; 9) Leon Camier, Mv Agusta; 10) Markus Reitergberger, Bmw; 11) Xavi Fores, Ducati; 12) Joshua Brookes, Bmw; 13) Jordi Torres, Bmw; 14) Lorenzo Savadori, Aprilia; 15) Josh Hook, Kawasaki; 16) Gianluca Vizziello, Kawasaki; 17) Luca Scassa, Ducati; 18) Pawel Szkopek, Yamaha; 19) Dominic Schmitter, Kawasaki; 20) Saeed Al Sulaiti, Kawasaki; 21) Imre Toth, Yamaha. NON CLASSIFICATI: Alex Lowes, Yamaha; Karel Abraham, Bmw.

COSI IN CAMPIONATO Piloti: Rea 257 punti, Davies 215 punti, Sykes 187 punti, van der Mark 125 punti, Giugliano 118 punti, Hayden 115 punti, Torres 103 punti, Camier 73 punti, Lowes 70 punti, Savadori 66 punti, Guintoli 58 punti, Fores 56 punti, Reiterberger 53 punti, De Angelis 41 punti, Brookes 39 punti, Ramos 36 punti, Abraham 18 punti, Baiocco 12 punti, Mahias 9 punti, Scassa 3 punti, Jones 2 punti, Hook 2 punti, Barrier 2 punti, Schmitter 1 punti, Lussiana 1 punto. Costruttori: Kawasaki 271 punti, Ducati 232 punti, Honda 167 punti, Bmw 111 punti, Yamaha 99 punti, Aprilia 80 punti, MV Agusta 73 punti. 


TAGS: nicky hayden chaz davies Davide Giugliano alex lowes jonathan rea tom sykes Michael Van Der Mark jordi torres Markus Reiterberger leon camier karel abraham joshua brookes alex de angelis lorenzo savadori Saeed Al Sulaiti imre toth xavi fores Dominic Schmitter Josh Hook sbk2016 pawel szkopek gianluca vizziello anthony west superbike sepang sepang 2016 malesia 2016 luca scassa gara due sepang 2016 gara due sbk malesia gara due sbk sepang 2016 pagelle sepang 2016 risultati sbk malesia 2016