SUPERBIKE 2016

Sbk 2016: le pagelle di Imola


Avatar di Federico  Maffioli , il 01/05/16

5 anni fa - Ad Imola Chaz Davies è autore di una splendida doppietta

Sbk Imola: ecco i voti del quinto round del Mondiale 2016

MISSIONE COMPIUTA A Imola Chaz Davies parte in pole, fa due gare in testa dal primo all'ultimo giro, conquista la sua seconda doppietta di questo Campionato e riduce lo svantaggio in classifica generale a meno 35 punti dal leader Jonathan Rea. La Ducati è cresciuta molto e nelle sue mani è stata imprendibile per tutto il fine settimana. L’obiettivo era quello di vincere nella gara di casa, per la Ducati numero sette missione compiuta! Voto 10 e lode.

SFIDA A DUE Questo è sempre stato un circuito favorevole a Jonathan Rea, ma quest’anno il Campione del Mondo in carica deve cedere il passo ad uno straordinario Chaz Davies. La Kawasaki numero uno sale due volte sul secondo gradino del podio e, comunque, lascia Imola a testa alta con 40 punti guadagnati in classifica generale. Questo campionato si sta trasformando in una sfida a due e per il momento lui e Davies sono a quota due doppiette a testa, ci vediamo a Sepang! Voto 9

NEVER GIVE UP Fine settimana positivo anche per Leon Camier e la sua MV Agusta, con l’inglese che chiude gara uno in sesta posizione e gara due quinto sempre davanti a Yamaha e Honda. Qui la sua F4 1000 giocava in casa, ma lui ci mette tanto di suo e conquista un ottimo risultato. Non bisogna mollare mai! Voto 8

SOTTO TONO Risultato fotocopia in entrambe le gare anche per Tom Sykes, che sale due volte sul terzo gradino del podio qui ad Imola. Salire sul podio è sempre un ottimo risultato, ma da Sykes ci saremmo aspettati di più. Ok, Davies era imprendibile, ma ci sarebbe piaciuto vederlo un po’ più aggressivo nel confronto con il compagno di squadra. La Kawasaki numero 66 si mette dietro a Rea e li rimane senza mai impensierirla in entrambe le gare, voto 7

DAMMI IL CINQUE Lorenzo Savadori lascia l’autodromo Enzo e Dino Ferrari dopo aver fatto un ulteriore passo in avanti. Il Campione in carica della Stock 1000 conquista la quinta casella in griglia di partenza, in entrambe le gare è tra i primi fino al quinto giro, poi è costretto a rallentare per limiti tecnici sia di usura della gomma posteriore sia di una moto che deve ancora fare strada per essere competitiva. Il numero trentadue finisce ottavo gara uno e undicesimo gara due. Lato pilota, il potenziale c’è tutto, aspettiamo che la moto raggiunga il livello degli anni passati, voto 8

VEDI ANCHE



PASSIONE SUPERBIKE Gianluca Vizziello venerdì sera viene chiamato per sostituire Roman Ramos sulla Kawasaki del Team Grillini, si spara 750 chilometri e sabato mattina salta su una moto mai vista prima, ma per soli quattro decimi non riesce a centrare il tempo da qualifica ed è costretto a saltare gara uno. Si riscatta Domenica quando nel warmup sul bagnato gira con il secondo miglior crono. In gara due la sua corsa finisce subito per una scivolata alla variante bassa, ma è per storie come questa e gente come lui che amiamo così tanto la Superbike! Voto 8 a prescindere.

RIPARTIAMO DA QUI Davide Giugliano non sale sul podio nemmeno in gara due, però questa volta riesce a chiudere la gara senza lamentare problemi tecnici. Ad Imola la Ducati numero 34 parte dalla seconda casella, ma l’italiano in gara uno arriva quinto rallentato da problemi allo scarico e in gara due chiude quarto. Poteva andar meglio, ma come ha dichiarato Giugliano a fine gara “ripartiamo da qui”, forza bandito! Voto 7

GODE SOLO A META’ In casa team Althea Bmw voto positivo per Jordi Torres che passa in quarta posizione sotto la bandiera a scacchi in gara uno e chiude settimo in gara due. Qui ad Imola è facile sbagliare perché è una pista molto tecnica e difficile, ma lo spagnolo rimane concentrato, è combattivo in gara due anche se autore di una brutta partenza. Porta a casa punti importanti, per lui voto 7. Più in difficoltà il suo compagno di squadra Markus Reiterberger, fuori dalla top ten in entrambe le gare. Per lui voto 4.

MEDIOCRI Entrambi i piloti ufficiali Honda non riescono mai ad essere competitivi qui ad Imola e chiudono l’appuntamento italiano a metà classifica in entrambe le gare. Michael van der Mark non riesce ad andare oltre al settimo posto conquistato in gara uno, voto 5. Il suo compagno di squadra Nicky Hayden, invece, si piazza ottavo in gara due come miglior risultato di questo fine settimana. L’americano non aveva mai corso ad Imola e, per una pista così difficile e tecnica, è uno svantaggio non da poco. Per questo, voto 5 e mezzo.

ANCORA NEL TUNNEL Yamaha non riesce ad emergere e dopo Imola la strada sembra ancora più in salita. Alex Lowes finisce undicesimo gara uno, ma migliora in gara due con il sesto posto finale. Il pilota inglese, questa volta non è stato competitivo nemmeno nel giro secco, voto 5. Fuori dai giochi, invece, il compagno di squadra Sylvain Guintoli, senza voto e protagonista di una brutta caduta durante le qualifiche. Il francese rimarrà fermo per un po’ a causa di una frattura alla caviglia. In giro nel paddock c’era Marco Melandri e da qualche giorno si parla del suo probabile ingresso nel team Yamaha. E se arrivasse già dalla prossima gara proprio in sostituzione del pilota francese? Staremo a vedere!

GLI ATRI Matteo Baiocco corre su una moto molto meno competitiva, ma ci mette anima a grande passione, peccato per il ritiro in gara due, voto 7; Xavi Fores, due volte decimo, voto 6; Alex De Angelis, ancora in difficoltà sia con la moto sia con la condizione fisica, voto 5.

COSI AL TRAGUARDO Questo l’ordine di arrivo in gara due ad Imola: 1) Chaz Davies, Ducati; 2) Jonathan Rea, Kawasaki; 3) Tom Sykes, Kawasaki; 4) Davide Giugliano, Ducati; 5) Leon Camier, Mv Agusta; 6) Alex Lowes, Yamaha; 7) Jordi Torres, Bmw; 8) Nicky Hayden, Honda; 9) Michael van der Mark, Honda; 10) Xavi Fores, Ducati; 11) Lorenzo Savadori, Aprilia; 12) Markus Reitergberger, Bmw; 13) Joshua Brookes, Bmw; 14) Alex De Angelis, Aprilia; 15) Dominic Schmitter, Kawasaki; 16) Saeed Al Sulaiti, Kawasaki; 17) Pawel Szkopek, Yamaha. NON CLASSIFICATI: Matteo Baiocco, Ducati; Karel Abraham, Bmw; Gianluca Vizziello, Kawasaki; Josh Hooks, Kawasaki; NON PARTITI: Sylvain Guintoli, Yamaha.

COSI IN CAMPIONATO Piloti: Rea 221 punti, Davies 186 punti, Sykes 154 punti, van der Mark 106 punti, Giugliano 88 punti, Torres 87 punti, Hayden 82 punti, Savadori 64 punti, Camier 60 punti, Lowes 59 punti, Guintoli 58 punti, Fores 49 punti, Reiterberger 47 punti, Ramos 36 punti, De Angelis 32 punti, Brookes 30 punti, Abraham 14 punti, Baiocco 12 punti, Mahias 9 punti, Jones 2 punti, Barrier 2 punti, Schmitter 1 punti, Lussiana 1 punto. Costruttori: Kawasaki 230 punti, Ducati 196 punti, Honda 133 punti, Bmw 92 punti, Yamaha 88 punti, Aprilia 71 punti, MV Agusta 60 punti. 


Pubblicato da Federico Maffioli, 01/05/2016
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox