WorldSBK Aragon 2022, la cronaca di superpole e gara-1
Superbike 2022

WorldSBK Aragon 2022, Riecco Rea! Vince gara-1 all'ultima curva su Bautista


Avatar di Simone Valtieri , il 09/04/22

1 mese fa - Johnny Rea batte Bautista e vince gara-1 in Aragona! 3° Razgatlioglu

Johnny Rea vince la prima gara dell'anno davanti a Bautista (al photofinish) e Razgatlioglu! Ai piedi del podio gli italiani Rinaldi e Locatelli
Benvenuto nello Speciale WORLDSBK ARAGON 2022, composto da 3 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario WORLDSBK ARAGON 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

CHE INIZIO! Il mondiale della Superbike è ricominciato con il botto, con una bella gara che ha visto i tre piloti più attesi per protagonisti. La vittoria finale è andata a Jonathan Rea, al termine di una battaglia serratissima con Alvaro Bautista. I due piloti di Kawasaki e Ducati hanno fatto capire sin da subito chi ne aveva di più con il campione in carica Razgatlioglu che ha dovuto arrendersi presto e lasciare andar via i due rivali. Poi è iniziata lo solita lotta tra la più potente Ducati dello spagnolo, che prevaleva in rettilineo, e la più agile Kawasaki del britannico, che si riprendeva la testa in curva, fino all'ultimo giro, quando al decisivo attacco di Bautista è arrivata subito la risposta di Rea! I primi 25 punti sono suoi davanti allo spagnolo e al turco. Quarto, al termine di una gara piuttosto isolata, Michael Ruben Rinaldi con la seconda Ducati ufficiale, a 10'' dalla vetta, poi, sempre sgranati, Andrea Locatelli e Iker Lecuona, mentre Xavi Vierge ha dovuto mettercela tutta per battere la sopresa ucraina Illia Mykhalchyk in uno sprint a tre con Garrett Gerloff, nono. Caduto, invece, nella prima parte di gara Alex Lowes con l'altra Kawasaki. Fuori dai punti, un po' a sorpresa, Axel Bassani (16°) e Roberto Tamburini (17°), entrambi qualificatisi ben più avanti, mentre bravo il sammarinese Luca Bernardi a chiudere 12° alle spalle anche di Laverty e Baz e davanti a Oettl, Mahias e a uno spento Scott Redding, evidentemente non ancora a suo agio sulla BMW.

VICINISSIMI La prima superpole dell'annno è stata una questione di millesimi: sei, a vantaggio del campione del mondo Toprak Razgatlioglu con la Yamaha rispetto ad Alvaro Bautista con la Ducati. I due sono entrambi scesi sotto il vecchio record della pista, e il nuovo appartiene ora al turco in 1:48.267! Entrambi sono anche finiti davanti a Jonathan Rea con la Kawasaki, il sei volte iridato aveva piazzato un tempo che sembrava utile per la pole position, ma Toprak e Alvaro gli sono balzati innanzi come falchi. La seconda fila è stata tutta appannaggio dei loro compagni di squadra: Rinaldi (Ducati), Lowes (Kawasaki) e Locatelli (Yamaha), mentre in terza fila troviamo la Honda di Lecuona, la BMW del sorprendente ucraino Mykhalchyk e la Ducati di Axel Bassani. Un pizzico di delusione per Baz (Ducati) e Gerloff (Yamaha), in quarta fila insieme a Oettl (Ducati), mentre per quanto riguarda gli altri italiani, Roberto Tamburini (Yamaha) è in 15° casella, subito davanti a Redding (BMW) mentre Gabriele Ruiu è 20° con la BMW, due posti alle spalle del sammarinese Bernardi con Ducati.

Risultati Gara-1 Superbike Round Aragon

Risultati Superpole Superbike Round Aragon

Risultati FP3 Superbike Round Aragon


Pubblicato da Simone Valtieri, 09/04/2022
Tags
WorldSBK Aragon 2022
Logo MotorBox