Pubblicato il 03/05/21

STAKANOVISTA MAVERICK Si è conclusa la lunga giornata di test a Jerez, che per otto ore ha visto impegnati in pista i centauri della classe MotoGP, tutti tranne Fabio Quartararo - uscito dolorante dalla gara di ieri - e Stefan Bradl, tester della Honda. C'era anche Marc Marquez, ma il semi-convalescente pilota spagnolo ha compiuto solamente 7 giri prima di tornare ai box e abbassare le serrande. Al contrario ben 101 sono i giri messi in fila da Maverick Vinales, autore del miglior tempo di giornata ed evidentemente voglioso di recuperare, visto che nel GP di Spagna era meno competitivo sia del compagno Quartararo che dell'altra Yamaha di Franco Morbidelli. Un buon 1:36.879 è stato il miglior tempo portato acasa dal pilota iberico

TOP TEN Alle spalle di Vinales le due Suzuki di Alex Rins - caduto ieri dopo pochi giri e vicinissimo nei tempi al connazionale - e Joan Mir, che si è difeso portando a casa il quinto posto. Ancora quarto, esattamente come sul traguardo di Jerez, Taka Nakagami con la Honda, mentre nella top ten trovano spazio Zarco (Ducati), Pol Espargaro (KTM), Oliveira (KTM), Luca Marini (Ducati) - migliore degli italiani, Franco Morbidelli e il leader del mondiale Francesco Bagnaia. Poco fuori dalla top ten Valentino Rossi, oggi 12° a circa 8 decimi dal tempo dell'ex compagno di team.

TANTO LAVORO Più che i tempi, contano però la quantità e la qualità del lavoro fatto. Dopo Vinales i piloti con più giri sono Pol Espargaro (Honda, 89), Alex Marquez (Honda, 75), Johann Zarco (Ducati, 75) e Valentino Rossi (Yamaha, 73), mentre quasi tutti gli altri hanno portato a casa tra i 40 e i 70 giri). Solo 12 le tornate, invece, di Aleix Espargaro con l'Aprilia, che come Marquez ha preferito non forzare per una probabile sindrome compartimentale al braccio destro, e si è recato nel pomeriggio all'ospedale di Barcellona per qualche controllo.  Da segnalare, infine, alcuni lavori specifici dei team: la Suzuki ha provato il nuovo motore 2022 con Rins, la Honda una nuova carena con Marquez e Nakagami, la KTM ha lavorato sulle gomme, mentre in casa Ducati, Pecco Bagnaia si è detto molto soddisfatto della giornata: ''Finalmente siamo riusciti a portare a termine alcuni lavori che avevamo in sospeso ancora dall’ultimo test precampionato in Qatar'' - ha spiegato il ducatista - ''Abbiamo completato tutto il programma previsto per oggi e siamo riusciti a chiudere la giornata in anticipo. Anche oggi il mio ritmo è stato buono, perciò sono soddisfatto e pronto ad affrontare la prossima gara di Le Mans''.

Tutti i tempi dei MotoGP test di Jerez

 


TAGS: yamaha honda suzuki test jerez rossi motogp pol espargaro test motogp marquez vinales nakagami Miller Rins Petrucci Zarco Bagnaia Mir Morbidelli Quartararo MotoGP 2021 Binder Oliveira Marini Bastianini